Music For Cello & Piano V - CD Audio di Robert Schumann

Music For Cello & Piano V

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Robert Schumann
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 7 dicembre 2012
  • EAN: 5028421943282

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Festlicher Marsch, Aufschwung, Trauermarsch, J.S. Bach: Suite n.3 BWV 1009, Sarabande
Il programma di questo disco presenta una interessante antologia di arrangiamenti per violoncello e pianoforte di opere scritte da Schumann per altri strumenti. Si tratta di una scelta del tutto legittima, visto che in alcuni casi il compositore di Zwickau lasciò agli interpreti la scelta su quale strumento impiegare tra il clarinetto, l’oboe e il violoncello. Più in particolare, le tre Romanze op.94 vennero concepite in origine per oboe e pianoforte, ma l’arrangiamento del celebre violoncellista ottocentesco Friedrich Grützmacher dimostra al di là di ogni dubbio che anche il violoncello è in grado di esprimerne al meglio l’intenso lirismo. Lo stesso discorso può essere esteso alla Sonata op.105, nella quale le sonorità malinconiche del violoncello sostituiscono egregiamente il timbro più acuto del violino. Il programma è completato dalla Suite n. 3 per violoncello solo di Bach, alla quale Schumann aggiunse una parte per pianoforte. Come avevano già dimostrato nel primo volume (BRIL 94150), Francesco Dillon ed Emanuele Torquati si dimostrano gli interpreti ideali di questo meraviglioso repertorio.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Robert Schumann Cover

    Compositore tedesco.Gli anni di formazione. Figlio di un editore umanista, August S., noto per aver pubblicato un'edizione tascabile dei classici di tutto il mondo, crebbe in un ambiente familiare estremamente favorevole allo sviluppo dei suoi vasti interessi letterari e musicali, in un'epoca e in un clima nazionale percorsi dai fermenti del più schietto romanticismo. A sei anni iniziò privatamente la sua istruzione con l'arcidiacono Döhner; fu l'organista di S. Maria, J.G. Kuntsch, ad avviarlo allo studio della musica. Tre anni dopo il padre lo portò a Karlsbad ad ascoltare Moscheles, uno dei più grandi pianisti del tempo: e il piccolo Robert volle diventare pianista; il che non gli impedì di seguire con grande entusiasmo anche la poesia, durante gli studi ginnasiali iniziati nella città... Approfondisci
Note legali