My Favorite Things. The Stereo & Mono Original Versions

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: John Coltrane
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 2
Etichetta: Green Corner
  • EAN: 8436563181580

€ 27,50

Punti Premium: 28

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 27,50 €)

Alla fine degli anni Cinquanta era comune per le grandi etichette registrare le sessioni simultaneamente in mono e stereo, e quindi pubblicare entrambe le versioni contemporaneamente, con numeri di catalogo diversi. All'epoca infatti la riproduzione in Stereo era ancora un'innovazione recente e non tutti avevano sistemi audio in grado di sfruttare la nuova tecnologia. Nel corso del tempo, le versioni di Mono sono state condannate all'oblio e solo di recente alcuni appassionati di musica hanno iniziato a rivalutare queste registrazioni, che offrono performance storiche da un diverso punto di vista sonoro. Questo doppio Lp presenta entrambe le versioni stereo (Atlantic Sd-1361) e mono (Atlantic 1361) del grande classico di John Coltrane “My Favorite Things”.
Disco 1
1
My Favorite Things (Stereo)
2
Everytime We Say Goodbye (Stereo)
3
Summertime (Stereo)
4
But Not For Me (Stereo)
Disco 2
1
My Favorite Things (Mono)
2
Everytime We Say Goodbye (Mono)
3
Summertime (Mono)
4
But Not For Me (Mono)
  • John Coltrane Cover

    Sassofonista statunitense di jazz (sax tenore e sax soprano). Impresse una svolta decisiva al jazz successivo al bop di Charlie Parker. Dopo avere suonato l'alto nel '49 nell'orchestra di Dizzy Gillespie, nel '51 fu al sax tenore nel piccolo complesso di Gillespie, rivelando già quella sonorità urlata e risonante che aveva maturato in precedenti esperienze nel rhythm and blues. Nel '53 suonò con Johnny Hodges e dal '55 con Miles Davis: e qui, dopo un'ossessiva esplorazione delle possibilità armoniche e attraverso le «sheets of sound» o «strisce sonore» costituite da brevissime note, trovò nella modalità la chiave risolutiva per la trasformazione sonora del materiale di base, liberando l'improvvisazione (anche seguendo le indicazioni offerte da George Russell e Ornette Coleman) dai limiti strutturali... Approfondisci
Note legali