Il narrare divino e umano

Gianfranco Ravasi

Editore: Marcianum Press
Collana: Dialogoi
Anno edizione: 2015
Pagine: 96 p., Brossura
  • EAN: 9788865124062
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,95

€ 7,00

Risparmi € 1,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alida airaghi

    31/07/2015 06:54:10

    Sua Eminenza il Cardinale Gianfranco Ravasi ha letto, nel corso del Festival Biblico di Vicenza del 2014, un interessante intervento sulla narrazione - divina e umana -, ora riproposto dalle Edizioni Marcianum di Venezia. Il saggio si articola in tre parti, tutte ruotanti intorno al tema del Logos, della Parola come evento archetipico che mette in comunicazione Dio con l'uomo, eternità e storia, trascendenza e immanenza, assoluto e relativo. "La parola divina, trascendente, misteriosa, eterna e infinita, sorgente del racconto, principio dell'essere e dell'esistere, diventa 'effabile', cioè racconto udibile e leggibile da noi uomini, attraverso le parole del racconto biblico, espressione della Parola suprema, e attraverso gli eventi della storia della salvezza narrati attraverso quella parola". Quindi la Bibbia come codice di riferimento della cultura occidentale, risposta alle domande di chi crede e provocazione per i dubbi di chi non crede. Il Dio biblico parla e ascolta, adottando "il registro della parola, interviene e risponde". Nell'Antico Testamento troviamo brani che hanno l'incisiva pregnanza di una sceneggiatura cinematografica contemporanea, sia quando ci narrano episodi di cronaca quotidiana, sia quando illustrano i grandi eventi storici. Nei Vangeli, Gesù stesso si rivela grande affabulatore, poiché affida il suo messaggio soprattutto a racconti esemplificativi o allusivi: le parabole. E se l'avvio del Vangelo di Giovanni ("In principio c'era la Parola") esprime in assoluto l'esaltazione del Logos creatore, l'intero racconto biblico, da Genesi all'Apocalisse, indica la necessità di un incontro basato sul dialogo tra Creatore e creature, sull' apertura al confronto e sull'impegno all'ascolto non solo in verticale, ma anche orizzontalmente, tra tutti i membri della comunità umana.

Scrivi una recensione