Categorie

Emanuele Severino

Editore: Rizzoli
Collana: Saggi italiani
Anno edizione: 2005
Pagine: 285 p., Rilegato
  • EAN: 9788817005616
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    eugenio ferrero

    06/02/2005 10.32.52

    Come sempre, Severino sa delineare i problemi con una nettezza e una profondità insuperabili: la filosofia si dimostra uno strumento di comprensione della realtà superiore a qualunque altro. Qui la Verità fa impallidire tutte le altre opinioni, l'epistème si dimostra per quello che è, un sapere incontrovertibile, che riposa su se stesso. Da questo punto di osservazione, le dispute della cronaca attuale sulla vita e la natura appaiono futili, dettate da sciocche superstizioni. La chiesa si pone sullo stesso piano di qualunque altra opinione, con in più il pericolo della fede. Severino smaschera quest'ultima e ne rivela il volto violento, contro tutte le esaltazioni che se ne fanno. Così si contrappone il lògos dell'essere alla chiacchiera della follia dell'Occidente, che coinvolge tutti. La chiesa ne esce male, rivelandosi un'istituzione contraddittoria e violenta nella sostanza, se non nelle intenzioni. Questo testo è comunicativo, lineare, di presa immediata e costituisce un'ulteriore dimostrazione della sapienza di questo scrittore, unico - nel triste panorama culturale italiano - a rivendicare un sapere forte, oltre il chiacchiericcio che ci assorda e ci impedisce di ascoltare la verità. Un libro da rileggere, un piacere dell'intelletto.

Scrivi una recensione