Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Natale in casa Cupiello (DVD) di Edoardo De Angelis - DVD

Natale in casa Cupiello (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2020
Supporto: DVD
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 11,99

€ 14,99
(-20%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 14,99 €)

Napoli, 1950. Il giorno di Natale è vicino e, come ogni anno, Luca Cupiello prepara il presepe. Ma, in famiglia, a nessuno interessa. Tra i preparativi del pranzo natalizio, l'indolenza di suo figlio Tommasino e la crisi del matrimonio di sua figlia, in casa Cupiello il destino sta per giocare un brutto scherzo a Luca. Tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo, con le musiche di Enzo Avitabile.
  • Produzione: RAICom, 2021
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 100 min
  • Area2
  • Sergio Castellitto Cover

    Attore e regista italiano. Esordisce nel 1983 in L’armata ritorna di L. Tovoli e ricopre svariati ruoli secondari fino al 1989, anno in cui è il protagonista di Piccoli equivoci di R. Tognazzi. Dopo il surreale La carne (1991) di M. Ferreri, fornisce una convincente prestazione in Il grande cocomero (1993) di F. Archibugi, dove impersona un giovane psichiatra alle prese con una ragazzina sofferente di crisi epilettiche. Spesso istrionico e debordante, ma capace anche di delicate sfumature intimiste, C. è negli anni ’90 uno degli attori italiani più attivi e richiesti, e frequenti sono le sue apparizioni anche in film francesi e in produzioni televisive. Nel 1999 dirige e interpreta il caricaturale Libero burro (liberamente tratto da un romanzo di B. Gambarotta), poi recita in Chi lo sa! (2001)... Approfondisci
  • Marina Confalone Cover

    Attrice italiana. Affina il suo talento alla scuola del grande Eduardo e ottiene presto parecchi riconoscimenti in ruoli teatrali di notevole impatto. Al cinema si ricava poco a poco un proprio spazio di caratterista a partire da Così parlò Bellavista (1984) di L. De Crescenzo, alternando toni comico-grotteschi a sfumature più interiorizzate, sempre calzanti e gustose. È la figlia acida e isterica di Parenti serpenti (1992) di M. Monicelli e un robusto supporto in La seconda volta (1995) di M. Calopresti, che le vale un secondo David di Donatello dopo quello ricevuto per Arriva la bufera (1993) di D. Luchetti. Nel 2001 è nel cast di Una lunga lunga lunga notte d’amore di L. Emmer e nel 2002 vince il David come migliore attrice protagonista per Incantesimo napoletano (2002) di P. Genovese e... Approfondisci
Note legali