Nefertiti

(180 gr.)

Artisti: Miles Davis
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Data di pubblicazione: 20 marzo 2015
  • EAN: 0821797243612
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 47,53

€ 67,90

Risparmi € 20,37 (30%)

Venduto e spedito da IBS

48 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Nefertiti è passato alla storia del jazz per essere stato l’ultimo disco completamente acustico realizzato dal secondo quintetto di Miles Davis. Compendio tematico del precedente Sorcerer, questo disco del 1967 presenta molte analogie con il suo non meno fantasioso predecessore, per quanto tenda a concentrare la sua attenzione soprattutto sull’aspetto ritmico e su un microcosmo sonoro molto innovativo. Una serie di brani dai toni non eccessivamente appariscenti fiorisce in un caleidoscopio di sfumature, tonalità e colori accesi, che questa accuratissima rimasterizzazione della OMR regala agli ascoltatori con un realismo sonoro fino a questo momento quasi inimmaginabile. Come era già avvenuto nel precedente The Sorcerer, Miles Davis cede anche in questo caso il compito di scrivere i brani in programma agli altri membri del suo strepitoso quintetto, preferendo di gran lunga concentrarsi sulla sua magica tromba. Gradevoli ma a tratti dai toni dissonanti, saldamente incardinati nello stile dell’hard bop ma già aperti alle nuove tendenze della musica fusion, i sei brani di questo album sono caratterizzati da un fitto dialogo tra gli strumenti e da un sottile impressionismo. Ogni volta che c si immerge nel suo microcosmo cerebrale, Nefertiti rivela aspetti inediti e spunti del tutto nuovi. La straordinaria sicurezza tecnica di tutti i componenti del quintetto e l’assoluta fiducia che Miles Davis dimostra di avere nei loro confronti conferisce a ogni brano in programma una musicalità molto coinvolgente e un’autorevolezza al di fuori del comune. In particolare, Ron Carter e Tony Williams non fanno mai scemare l’impulso ritmico, la tromba e il sax tenore di Wayne Shorter ipnotizzano l’ascoltatore, mentre il pianoforte di Herbie Hancock punta ogni volta in una direzione diversa come un compasso impazzito. Grande protagonista in “Madness” e in “Riot”, Herbie Hancock aggiunge di suo qualche bruciante accelerazione nei tempi e un piglio decisamente aggressivo, ma in un album in cui la complessità della scrittura e il tono introspettivo assumono una netta prevalenza sulla brillantezza fine a se stessa un approccio più pacato meditativo offre la possibilità di addentrarsi in imprevedibili abissi espressivi e in sentimenti di straordinaria profondità. In effetti, l’elettrizzante suono d’insieme e la spiccata inclinazione di Davis e dei componenti del suo quintetto a rimanere sempre alla ricerca di qualcosa che non si può immaginare e di segreti del jazz rimasti da sempre nascosti contribuiscono a rendere Nefertiti uno dei titoli più importanti della pur vasta discografia del grande trombettista americano. Per gli studiosi, questo disco rappresenta una tappa fondamentale del pionieristico cammino che Miles Davis affrontò con grade impegno e determinazione e che lo avrebbe portato a realizzare il disco successivo, Miles in the Sky. Per tutti gli altri questo album presenta una serie di brani di straordinaria bellezza, da ascoltare con la stupefacente qualità sonora garantita da questa accuratissima rimasterizzazione della OMR.