Categorie

Haruki Murakami

Traduttore: A. Pastore
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 315 p. , Brossura
  • EAN: 9788806216955

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Isabella

    16/01/2016 10.59.54

    Forse non ho colto la profondità della scrittura, ma non mi è proprio parso un romanzo memorabile. A meno che, naturalmente, uno non sia appassionato di manga e dei loro caratteristici tratti surreali. Per una buona metà del romanzo, il protagonista non fa che mangiare, bere e svolgere piccole insignificanti azioni quotidiane. Gli snodi della trama, quelli che riguardano la storia della pecora e di chi è entrato in contatto con lei, insieme alla descrizione della natura dello Hokkaido, sono i più interessanti. Un romanzo che poteva tranquillamente essere ridotto a racconto.

  • User Icon

    gennaro

    14/07/2014 12.18.30

    Nel segno della pecora è un romanzo godibile, per lunghi tratti puramente onirico ed immaginifico, ricco di suggestioni. Non è certamente il miglior Murakami, ma come sempre il grande scrittore nipponico riesce a stuzzicare il palato dei suoi lettori, motivo per il quale questo volume merita il suo posto nella mia libreria. Il finale forse è trattato un po' troppo en passant, ma gli si perdonerà. Consigliato

  • User Icon

    Gresi

    10/03/2014 01.25.38

    Nel segno della pecora non è da considerarsi come un romanzo realistico o attuale. Ne quel genere di storia il cui ricordo, si fisserà in modo indelebile nei nostri cuori o nelle nostre menti. E' un romanzo surreale che getta luce su uno scenario onirico, un libro che contiene quegli elementi primordiali che fecero di Murakami uno dei più grandi scrittori di culto nell'intero Giappone. Descriverne la meravigliosa e al contempo poetica essenza sarebbe a dir poco riduttivo. Vorrebbe dire andare al di là della trama complessa che ci dipana la storia. O elevarsi sul reale ed infrangere le solide barriere che, in tanti anni di carriera, Murakami, costruì con la sua prosa semplice e scorrevole. Nel segno della pecora è un romanzo particolare che getta tanto fumo negli occhi, ma che regala qualche piccola sorpresa. E' l'avventura, lungo un Giappone fiabesco, grottesco e surreale, di un giovane ex studente senza nome che, insoddisfatto della vita, imperscrutabile e misterioso, in veste di carta e inchiostro appare come una sorta di alter ego dello stesso Murakami. Che, consapevole di condurre una squallida vita, vorrebbe fare qualunque cosa, pur di cambiarla. Ma, frustato, affranto ed estraniato dalla realtà che lo circonda, preferisce convivere col proprio io o con qualcuno che possa aiutarlo a trarre "conforto", dalla temibile bestia della solitudine. In questa sua ennesima strabiliante opera l'autore, dunque, continua a far persistere la generale tristezza che solitamente caratterizza i suoi romanzi e, dai risvolti drammatici e un po' romantici tesse una storia non memorabile ma fresca. Una storia che cela il suo potenziale non nella sua trama, ma nella tangibilità di alcune immagini che l'autore riesce magistralmente a evocare.

  • User Icon

    Adriana

    13/10/2013 11.11.15

    C'è qualcosa di estremamente affascinante nella scrittura di Murakami. Riesce immediatamente ad agganciarmi alle sue storie e a trasportarmi nei suoi viaggi. Con abilità mi porta dentro alla natura aspra dell'Hokkaido, incantevole ed inquietante. Le concessioni al paranormale e all'assurdo, in verità, non mi entusiasmano, ma sono un elemento inscindibile per come è costruito il romanzo, per cui l'accetto.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione