Salvato in 1 lista dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nella vasca dei terribili piranha
18,05 € 19,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+180 punti Effe
-5% 19,00 € 18,05 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Nella vasca dei terribili piranha - Alessandro Raveggi - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Nella vasca dei terribili piranha Alessandro Raveggi
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


L'immagine di felicità che custodiamo è del tutto intrisa, zuppa. Felicità che potrebbe risvegliare tacitamente la vendetta, nell'acqua che abbiamo incamerato. In altre parole, nell'idea di felicità risuona ineliminabile l'idea di emersione. Un enigmatico ragazzo anfibio, attraversando identità e lavori disumani, si diffonderà come una leggenda urbana. Una leggenda che viene forse da lontano: sarà quel mitologico uomo pesce, che riemerge di frequente fin dalla storia più remota dell'umanità? Questo romanzo picaresco narra per punti di vista l'avventura in Europa di questo Colapesce straniero. Un'avventura che lo porterà ad essere uno stripper surreale a Parigi, agognato dalla quarantenne Carolina, preda di una setta di attrici pensionate. O a fare da testimonial involontario a Berlino di Vittorio Buono, astuto manager romano di enfants prodiges. Infine, a capeggiare una rivolta di clandestini nel bel mezzo di una rediviva Alluvione, a Firenze. Dove il suo cammino s'incrocerà con quello del minuto nerd Alfredo, di ritorno da un Erasmus passato svogliatamente nello studio di un marchingegno divinatorio che possa risolvere l'apatia degli italiani. Chi saranno gli emersi, e chi i sommersi, di questo Gran Finale Abissale che si svolge in Italia, dopo aver viaggiato assieme al lettore tra le Canarie e la Spagna, l'Europa centrale, la Scandinavia e il Messico?
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2012
21 novembre 2012
216 p., Brossura
9788897648147

Voce della critica

  Tutto comincia con una pista interrotta: Marinatos, detto il Filisteo, uomo burbero e strampalato, trascorre il proprio tempo libero a cercare per le spiagge di Fuerteventura oggetti abbandonati dai surfisti con i quali arricchire il suo "museo-mausoleo" a picco sul mare. Una mattina incappa però nel corpo esile ed esanime di uno strano essere, dotato di zampe e branchie. Neanche quaranta pagine e Marinatos è già morto. A continuare infatti non è la sua storia, subito interrotta dalla mala suerte, ma quella dello strano essere anfibio che, come un messaggio in bottiglia affidato alle onde dell'oceano, parte dalle Canarie e arriva a sfiorare, cambiando pelle e aspetto a seconda dei contesti, le vicende di tutti i personaggi chiamati in scena dall'autore. Alessandro Raveggi, fiorentino emigrato in Messico, fa il suo esordio nella narrativa (dopo prove di poesia, teatro e saggistica) con un romanzo ambizioso, cosmopolita (che spazia da Oslo a Parigi, dai Pirenei alle "sue" Città del Messico e Firenze), allegorico, esito del sogno tutto postmoderno di una narrazione in grado di contenere il mondo intero. Dentro, infatti, ci troviamo le storie più diverse: c'è Alfredo, studente fiorentino in Erasmus in Norvegia, che studia i comportamenti delle persone e inventa una macchina che ne dovrebbe re-indirizzare le reazioni, disinnescandone l'italico fatalismo; c'è Carolina, ex star della tv messicana, che si lascia alle spalle una tragedia familiare per imbarcarsi sull'Ecumene, nave sempre in viaggio dove vecchie "api operaie" delle fiction televisive si dedicano alla purificazione interiore, nell'attesa di un ambiguo rito di passaggio; c'è Vittorio Buono, ideatore di un gioco planetario che sfrutta il corpo vivo della realtà (dei giovanissimi fenomeni da baraccone) per farne l'apoteosi dell'intrattenimento. Accanto a loro si muovono altri personaggi e altre storie. Su tutti aleggia però lo spettro, ora minaccioso ora addirittura grottesco, dell'avvento di una nuova specie, quella dei ragazzi-anfibi, di cui Juan Nella Vasca (chiamato anche Jan, Jean, Mutino, Verdolino e axolotl) sarà modello e campione. Teorie messianiche e attese millenaristiche troveranno una sorprendete convergenza nella conclusione, in cui la grande onda dell'alluvione sommerge una Firenze invasa dai turisti, scenario apocalittico di quello che, con sorprendente trovata pubblicitaria, viene definito il Gran Finale Abissale.   Giacomo Raccis

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi