Categorie

Michael D. O'Brien

Traduttore: M. Rimoldi
Collana: Le vele
Edizione: 3
Anno edizione: 2008
Pagine: 550 p. , Rilegato
  • EAN: 9788821557521

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nicola

    03/03/2016 13.09.39

    Ho gia' letto il romanzo ma lo rileggero'. Perche' al di la' dei riferimenti biblici e' di una attualita' sconvolgente. Ci parla di un'epoca che ha sovvertito la legge morale naturale e dove il male e' chiamato bene ed e' esaltato ed il bene chiamato male. Racconta della persecuzione a chi non si adegua al regime instaurato (vedasi le attuali leggi UE ed americane che sanzionano chi non si ''adegua'' alla ideologia gender/lgbt). E' un romanzo che con il passare del tempo diverra' sempre piu' attuale. Ed e' anche scritto meravigliosamente bene. Capolavoro.

  • User Icon

    Pietro Lignola

    16/01/2016 20.23.48

    A mio avviso, il più bel romanzo del XXI secolo. Interessante, avvincente e persino realistico, poiché fotografa, spingendole alle estreme conseguenze, cose reali nella società dei giorni nostri. Un paragone con Brown è assolutamente improponibile, data l'abissale distanza sia da un punto di vista strettamente letterario, sia da un punto di vista sostanziale. Il Nemico contiene un messaggio facilmente intellegibile e assolutamente apprezzabile. Va letto e messo in bella vista sullo scaffale.

  • User Icon

    Lucio

    05/10/2014 22.57.30

    Qualche spunto interessante. Nel complesso, il romanzo sconta il proprio "peccato originale ", cioè lo strutturale intento edificante, che impedisce il decollo artistico del racconto. Ciò detto, veramente indovinata e' l'idea di un anticristo "buono", apparentemente simile a Cristo; così come profetica appare la qualificazione demoniaca di una certa idea di Unitas che oggi va molto di moda, crea appeal e consenso, proponendosi come la soluzione dei problemi dell'uomo. Positivo anche l'aver posto all'attenzione del grande pubblico un libro difficile come l'Apocalisse, le cui tematiche sono tuttavia potentissime e ineludibili. Sicuramente si tratta di un libro particolare, forse unico nel panorama stereotipato dei thriller.

  • User Icon

    Oscar

    05/09/2011 09.12.56

    ...semplicemente un libro da leggere !

  • User Icon

    alfredo

    10/01/2011 14.12.35

    è un libro che definire thriller credo sia eccessivo visto che la ricerca dell'assassino è solo accennata e quando la verità è svelata questa lascia molti punti in sospeso e diversi interrogativi. Può piacere ad un pubblico cattolico che vede nelle "apparizioni" e visioni estatiche il fondamento al proprio credo. L'autore fa della sua semplice fantasia uno strumento per avvalorare l'importanza della chiesa cattolica per l'evoluzione dell'umanità. Il finale è ricco di accenni sul futuro che sono gli stessi dell'inizio romanzo.

  • User Icon

    Giovanni B.

    09/09/2009 10.08.50

    Questo si che è un thriller "vaticano" scritto da uno che se ne intende, da tutti i punti di vista... mica Dan Brown :) Va segnalato che è più apprezzabile se si è credenti, poiché ci sono riferimenti religiosi davvero profondi, sebbene messi in modo da rientrare in un romanzo e non un libro di teologia... Tanto di cappello a O'Brien per la sua capacità di mixare fantasy a religione.

  • User Icon

    Roger

    15/11/2008 18.25.21

    Un libro sicuramente interessante e da consigliare, anche se trovo i giudizi dei lettori che mi hanno preceduto carichi di un entusiasmo non ingiustificato, ma forse un tantino eccessivo. La trama è originale e ben costruita, ma a passaggi di grande intensità ne seguono altri un po' pesanti e noiosi. La tesi di fondo deve fare riflettere anche se forse c'è un'eccessiva (lo dico da credente) apologia delle gerarchie vaticane. Il finale è corretto, ma mi ha deluso.

  • User Icon

    Cegriso

    16/09/2008 18.15.37

    Semplicemente da leggere.

  • User Icon

    maxmed

    03/09/2008 10.21.48

    Splendido. Visto il tema direi :"un peccato non leggerlo".

  • User Icon

    Alessio

    08/12/2007 23.24.46

    Un bellissimo thriller, che si avvicina al capolavoro (come già altri hanno fatto notare). La figura di David ricorda vagamente Padre Brown, forse un omaggio nascosto al grande Chesterton. Da leggere assolutamente.....Cos'altro dire?

  • User Icon

    fede

    26/11/2007 17.11.16

    è vera l'affermazione che questo romanzo sia vicino al capolavoro. poche volte sono rimasto così colpito.

  • User Icon

    Egon

    26/11/2007 10.58.34

    Un libro che nel suo genere è davvero di alto livello. Ottimo ritmo, nulla è lasciato al caso. Lo consiglio caldamente per gli amanti del thriller

  • User Icon

    Christian

    05/11/2007 12.59.37

    Storia tesa e priva di fronzoli. Dietro ad essa si nasconde una diretta denuncia sulla deriva dei valori che la nostra società sta seguendo. Ma si badi che non è un libro "spartiacque" tra ciò che è giusto e ciò che è moralmente sbagliato. Attraverso dei falsi miraggi il nemico (incarnato ad arte da un leader moderno e poliedrico) instilla nelle coscenze dei popoli una visione del mondo estremamente surreale, ma estremamente attraente. Ed è lì che un "piccolo grande" frate carmelitano entrerà in gioco con una missione a dir poco impossibile. Uno scontro tra bene e male, tra austerità e tentazione che si dipana attraverso molteplici intrighi, complotti ed assassinii, che affondano le radici nel passato. Nel racconto si percepisce la cattiveria latente dell'anticristo in un mondo assuefatto dalla violenza. La fine è tutt'altro che scontata e lascia spazio a diverse interpretazioni, peccato solamente che per arrivarci si debba passare attraverso capitoli un po' noiosi e (forse) troppo mistici.

  • User Icon

    Gianandrea

    08/09/2007 11.09.37

    Romanzo di alto livello, un thriller religioso che non mesta nel torbido (come il famigerato Codice da Vinci), ma riesce a fondere capacità di scrittura, trama ad alta tensione, profondità psicologica dei personaggi e vera spiritualità religiosa. Vicino al capolavoro.

  • User Icon

    Fabio

    16/05/2007 17.19.29

    E' un libro stupendo, profetico, come pochi riesce a leggere la realtà di oggi. Mirabile la figura di Padre Elia, nonché la descrizione del principe delle tenebre. Un libro assolutamente da non perdere.

  • User Icon

    Antonio D. ( Bari )

    03/12/2006 18.05.26

    Libro molto bello e ben scritto.Privo di retorica, il romanzo è molto realistico,più di quanto ci si aspetti. L'invito alla riflessione è d'obbligo in un epoca dove la corruzione e il materialismo fa da padrone. Superba la penna dello scrittore.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione