Categorie

Diane Setterfield

Traduttore: G. Granato
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
Pagine: 341 p. , Brossura
  • EAN: 9788804631583

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Irene

    27/02/2016 13.29.16

    Ho amato moltissimo questo romanzo. Il ritmo di questa storia cambia con il variare delle situazioni eppure in un certo senso sembra rimanere immutato. All'inizio ho percepito una certa vivacità nella cadenza dei vari episodi, una certa energia fino ad un momento di stasi, dal quale la narrazione riprende quasi in caduta libera con un ritmo a mio avviso sempre più incalzante, come se seguisse una forma a parabola. Nella fase finale, ho percepito la narrazione, come se una campana scandisse chiaramente e in modo inquietante ogni evento, probabilmente anche per via del tema trattato. Concludendo, l'ho trovato un romanzo ben studiato e ben costruito, ricco di suspance. Sicuramente lo rileggerò.

  • User Icon

    manuela

    05/11/2015 21.58.07

    non avevo mai letto un libro di questa scrittrice, e di sicuro non capiterà un altra volta ! uno dei libri più brutti che abbia mai letto! lento, noioso e senza senso, proprio soldi mal spesi, insomma un vero schifo.

  • User Icon

    Paola

    06/07/2015 15.51.02

    Ho aspettato anni il nuovo romanzo della Setterfield, avendo considerato il primo un capolavoro assoluto. Evidentemente il colpo di genio è venuto una volta sola ed evidentemente questo romanzo è stato pubblicato grazie alla fama che si era fatta col primo. Una storia senza senso, assurda, piatta, difficile da seguire e da capire fin dalla prima pagina. Pentita di averlo comperato.

  • User Icon

    Alessandro

    18/12/2014 16.45.17

    Un libro piacevole, ben scritto e con una solida ricostruzione storica; un po' lontano però -secondo me- dal fascino e dalle suggestioni del precedente romanzo "La tredicesima storia".

  • User Icon

    Roberta

    12/10/2014 16.46.33

    Premetto...sono 6 anni che aspetto un nuovo lavoro della Setterfield, dopo aver adorato "La tredicesima storia". Detto questo, non posso ritenermi pienamente soddisfatta. Il genere è completamente diverso dal precedente, in certi punti sembra di essere di fronte ad un fantasy e anche se la storia è originale e piuttosto avvincente manca poi quel finale capace di dare risposte e portare un po' di luce sulle 300 pagine di ombre e mistero. Comunque bello ed enigmatico il protagonista principale, William.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione