Categorie
Traduttore: U. Gandini
Editore: Corbaccio
Collana: Romance
Anno edizione: 2010
Pagine: 522 p., Rilegato
  • EAN: 9788863800562
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,92

€ 19,90

Risparmi € 2,98 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 10,74

€ 19,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Audrey

    09/01/2016 16.47.39

    Un thriller psicologico mozzafiato. L'ho amato tanto. Era il primo romanzo della Link che leggessi, nonostante avessi sentito pareri alquanto positivi sulla sua capacità stilistica. Dunque sono felice di essermi avvicinata a quest'autrice, che sicuramente parecchi di voi conosceranno già, e penso proprio che leggerò altri suoi libri prossimamente. Sono stata emotivamente molto colpita da "Nobody". Il racconto ruota intorno all'intricata vicenda di una fattoria immersa nel selvaggio Yorkshire e dei suoi misteriosi abitanti, i Beckett. La narrazione tocca diversi periodi della storia inglese, dalla Seconda Guerra Mondiale, passando per gli Anni '70, giungendo infine ai giorni nostri. L'intero romanzo, nonostante sia ricco di personaggi di cui l'autrice scava nel profondo un ritratto psicologico magistrale e le cui vite sono messe sotto la lente d'ingrandimento in maniera esemplare, tratta di argomenti dolorosi: la malattia mentale, che purtroppo ancora oggi non viene trattata adeguatamente, il conseguente abbandono, la violenza cruda e cieca nei confronti di chi è debole ed indifeso, l'indifferenza del resto del mondo. L'autrice, con la sua scrittura limpida e descrittiva, mi ha tenuta incollata fino all'ultima pagina e mi ha permesso di vivere all'interno del romanzo, immedesimandomi nei suoi personaggi, provando le loro stesse emozioni e paure. Che piacevole scoperta! Ringrazio infinitamente l'amica che me l'ha regalato e lo consiglio caldamente a chi non l'ha ancora letto.

  • User Icon

    donatella

    12/02/2015 17.24.21

    Che dire ? Nuovamente il masssmo dei voti per questo bellissimo romanzo. Come al solito si mescolano piu' generi , le descrizioni sono accurate,la storia su piu' piani temporali e' sapientemente intercalata con le vicende attuali in un crescendo di suspance. vero ,come da qualcuno lamentato, che uno dei delitti non e' chiaramente risolto, ma questo secondo me non pregiudica per niente il racconto. Non e' che tutto per forza deve essere palese e in fondo quel primo omicidio era marginale rispetto al racconto principale. Bravissima Charlotte Link. Mi tuffo subito nel prossimo libro

  • User Icon

    ferruccio

    07/01/2013 10.43.34

    Ambienti incantevoli dell'Inghilterra delle brughiere dove la vita scorre, all'apparenza, in maniera non frenetica; nel contempo gli accadimenti e certi fatti ormai rimossi, riemergono in maniera esplosiva e devastante per animi deboli e suscettibili. Mai sottovalutare l'accumulo di frustrazione di una persona mediocre, senza lode e senza infamia. Quini, un romanzo che si legge bene ma non esaltante come mi sarei aspettato il cui contenuto è alcune volte "rovinato" da una traduzione non perfetta.

  • User Icon

    monique3x

    23/09/2012 12.13.44

    è stato il mio primo romanzo di Charlotte Link e devo dire che mi ha veramente stupito, scrive in modo divino, certe sue frasi, pensieri, mi rimangono impressi.. è un romanzo che non ti lascia..fino all'ultima pagina!!!

  • User Icon

    G.

    28/07/2012 11.32.28

    Io adoro la Link, e questo secondo me è il suo capolavoro!Un thriller psicologico coi fiocchi!!Un finale assolutamente inaspettato, inoltre la scrittura della Link oserei dire che è quasi poesia! Consigliatissimo!!!

  • User Icon

    daniele64

    16/07/2012 11.54.06

    Libro abbastanza interessante ma un po' troppo diluito,il che appesantisce la lettura che comunque si mantiene piuttosto avvincente nonostante le lungaggini. Curiosamente uno dei 2 delitti del libro rimane insoluto nei fatti,anche se sembra intuirsene il responsabile.Tutto sommato un discreto giallo di facile lettura,ma niente di più.

  • User Icon

    Massimo F.

    27/05/2012 09.32.19

    Una storia piuttosto interessante, centrata sulle torbide ipocrisie di provincia e su un parterre di personaggi inquieti ed inquietanti (ciascuno a suo modo). Qualche lentezza e ridondanza di troppo, soprattutto nella parte centrale, cui si affianca la presenza di alcune sbavature e "files" non chiusi: aspetti che però non impediscono di esprimere un giudizio nel complesso positivo. Più che leggibile.

  • User Icon

    marinella

    20/05/2012 19.11.46

    Ho letto tutti i libri della Link. Mi cattura con il suo modo di scrivere e di entrare dentro il personaggio.Come lei nessuna...

  • User Icon

    manuela

    21/02/2012 10.05.29

    Lo stile della scrittice è sempre particolare, a tratti forse un pò dispersivo, forse si sofferma troppo sui personaggi, però è una bella storia, tra le tante vite presenti nel racconto, Nobody mi ha impressionato più di tutti, per questo motivo ho voluto continuare a leggerlo, per vedere come andava a finire... Non posso essere d'accordo su chi ha detto che l'assassino si capiva già sin dall'inizio, secondo me invece si capisce chi è solo alla fine.

  • User Icon

    annacarla

    19/09/2011 22.17.33

    trama estremamente avvincente. Purtroppo, finale estremamente deludente: uno dei due delitti rimane un punto interrogativo ed alcuni personaggi si perdono nel nulla. Che peccato!

  • User Icon

    alessia

    13/07/2011 06.48.14

    Primo libro che leggo di questa autrice...ne affornterò sicuramente degli altri... l'ho torvato piacevole e scorrevole! La trama, nonostante le critiche precedenti, mi ha coinvolto!!!!

  • User Icon

    stella

    04/01/2011 18.18.49

    premetto che non avevo mai letto niente della Link. ho trovato questo thriller molto sottile e avvincente nonostante la quasi totale mancanza di descrizioni cruente o di violenza (se non psicologica) e nonostante la storia sembrasse svelata fin dall'inizio. Generalmente preferisco i thriller più crudi ma devo dire che ho trovato comunque, anche in questo modo di scrivere, una forte suspense che mi ha tenuto inchiodata fino alla fine, senza aver voglia di lasciarlo. Forse merito anche della scrittura piacevole, del modo minuzioso e ben delineato di costruire i paesaggi e i personaggi, impossibile non raffigurarseli e non caderci dentro.

  • User Icon

    giorgio65

    11/12/2010 19.12.34

    La trama non sarebbe neanche male, ma di triller c'è poco e invece c'è molto fumettone rosa.

  • User Icon

    Elena

    22/11/2010 11.08.22

    Ho amato tutti i libri della Link, ma questo è stato veramente noioso!! Ha pure "copiato" se stessa: il riferimento della signora anziana e del taxi si trovano esattamente uguali nel precedente romanzo "La donna delle rose". Non lo consiglio a...Nessuno! (scusate il gioco di parole).

  • User Icon

    Bianca

    07/10/2010 08.57.46

    Condivido pienamente il giudizio di Standbyme. Altro che romanzo scorrevole e avvincente!Di una noiosità e ripetitività disarmante.In nemmeno metà pagine Link avrebbe scritto lo stesso romanzo.Da non leggere.

  • User Icon

    Koki

    05/10/2010 13.27.42

    Molto avvincente

  • User Icon

    elda

    17/09/2010 15.14.59

    Anche se di tante pagine, il romanzo si legge d’un fiato perché la forma è scorrevole e la trama avvincente. L’ambientazione è buona, ma la personalità di alcuni personaggi non risulta ben delineata. E perché un delitto rimane impunito anche se è possibile ipotizzare il colpevole?

  • User Icon

    camilla

    12/09/2010 00.01.41

    La Link non sbaglia un colpo, bellissimo non il solito thriller, una raccomandazione prendetevi tempo prima di iniziarlo non riuscirete a chiuderlo fino alla fine... colpi di scena fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    paola

    07/09/2010 13.12.29

    ottimo libro, in scui si mescolano sapientemente il thriller, il sentimento, gli affetti famigliari, da consigliare vivamente

  • User Icon

    Standbyme

    02/09/2010 17.55.45

    Nel frontespizio c’è scritto: “una studentessa brutalmente assassinata” e poi “questa volta la vittima è una donna anziana” e poi ancora “da tutti era stato maltrattato per anni, atrocemente”. Insomma gli elementi per un romanzo che non ti fa dormire di notte sembravano esserci tutti e prometteva molto. Sì prometteva, prometteva… In realtà l’incubo è stato riuscire a portarlo, con tanta, tanta pena, fino all’ultima pagina! Pesante, una prosa capziosa, infarcita di innumerevoli domande retoriche che offendono il lettore. Non c’è bisogno di spiegare nulla, questo è offensivo! Il bravo scrittore deve far sì che chi legge deve arrivare da solo a capire la psicologia dei personaggi, i loro sentimenti, le loro debolezze, i loro tormenti. In quanto alla sostanza constato che su due omicidi solo uno viene risolto, l’altro, pur essendoci un (quasi) sicuro colpevole rimane insoluto. E poi che contraddizione! Per avere rilasciato dichiarazioni false si è ricercati dalla polizia con tanto di mandato di cattura mentre, chi ha in casa centinaia e centinaia di foto della ragazza assassinata e prese a sua insaputa violando la sua intimità, viene lasciato a piede libero! Stendo un velo pietoso su “Nobody” e Charlotte Link.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione