Non avevo capito niente - Diego De Silva - copertina

Non avevo capito niente

Diego De Silva

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 10 febbraio 2014
Pagine: 314 p.
  • EAN: 9788806219536
Salvato in 234 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Non avevo capito niente

Diego De Silva

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Non avevo capito niente

Diego De Silva

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Non avevo capito niente

Diego De Silva

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 11,64 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincenzo Malinconico è un avvocato napoletano che finge di lavorare per riempire le sue giornate. Divide con altri finti-occupati come lui uno studio arredato con mobili Ikea, chiamati affettuosamente per nome, come fossero persone di famiglia. È stato appena lasciato dalla moglie, ma cerca con ogni mezzo di mantenere un legame con lei e i due figli adolescenti. Un giorno viene improvvisamente nominato difensore d'ufficio di un becchino di camorra detto "Mimmo 'o burzone" e, arrugginito com'è, deve ripassarsi il Bignami di diritto. Ma ce la fa, e questo è solo il primo dei piccoli miracoli che gli capitano. Il secondo si chiama Alessandra: la pm più bella del tribunale, che si innamora di lui e prende a riempirgli la vita e il frigorifero. E intanto Vincenzo riflette sull'amore, la vita, la delinquenza, la musica: su tutto quello che attraversa la sua esistenza e la sua memoria, di deriva in deriva.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,55
di 5
Totale 29
5
5
4
12
3
7
2
4
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura

    02/01/2021 09:51:36

    Forse sono io a non aver capito niente di questo libro e del suo autore. Le disavventure di Malinconico non mi fanno ridere e neanche riflettere. Lo avevo iniziato mesi fa e lasciato subito, pensando che non fosse quello il momento giusto per me di leggerlo. L’ho ripreso e l’effetto è identico, non riesco proprio a proseguire.

  • User Icon

    Rino

    15/12/2020 11:08:30

    Tagliente, ironico, arguto. Uno scrittore bravo e preparato che difficilmente delude. Consigliato.

  • User Icon

    giovanni 57

    06/12/2020 00:56:36

    Purtroppo scopro solo ora questo splendido scrittore. Nella finta banalita' delle storie, con grande leggerezza e ironia affronta problemi della vita quotidiana su cui tutti prima o poi andiamo a sbattere. Fa pensare, fa divertire, nel mio piccolo imparo anche qualcosa senza che l'autore mi faccia pesare la differenza culturale. Ma c'e' soprattutto il grande godimento della lettura. Grazie sig. Diego!

  • User Icon

    gio 63

    02/12/2020 23:07:00

    Ottimo scrittore, intelligentissimo. Ma per favore sig. De Silva: lascia perdere la musica, non sai proprio di cosa parli.

  • User Icon

    Chiarina

    27/08/2020 13:19:02

    Sembra scritto per compiacere a tavolino i tanti Melanconico della nostra società. Nessuna profondità, parolaccia facile acchiappa like, superficialità del protagonista che simpatizza per uxoricidi e camorristi. Sinceramente da cestinare. Si salvano solo la prosa scorrevole e le descrizioni minuziose degli arredamenti ikea

  • User Icon

    Marti

    25/06/2020 20:03:24

    Un personaggio indimenticabile, Vincenzo Malinconico, a tratti esilarante, non si può non volergli bene. Libro piacevole e scorrevole, da leggere se si vuole sorridere un po' per le "avventure" del protagonista

  • User Icon

    Vito

    13/06/2020 19:51:50

    Ho terminato di leggerlo e devo dire che, seppur in alcune pagine facevo fatica a comprendere il modo singolare di scrivere di questo autore, mi è piaciuto. In molte pagine ho rallentato la lettura, perchè non mi appassionava, ma dopo metá romanzo mi ha travolto nella lettura.

  • User Icon

    docal75

    15/05/2020 16:33:05

    Io invece ho capito che avrei letto tutti i libri con protagonista l'irriverente Avv. Malinconico. Mi son divertito molto!

  • User Icon

    ile

    15/05/2020 09:20:56

    Forse avevo troppe aspettative riguardo a questo romanzo, perché devo ammettere che De Silva e la figura di Vincenzo Malinconico non mi hanno convinto. "Non avevo capito niente" non si può classificare come vero e proprio romanzo, perché non ha una vera e propria trama, non ha una vera storia. Il protagonista è Vincenzo Malinconico, il cui nome dice molto sul personaggio e su quello che rappresenta. Vincenzo Malinconico è una figura nella quale molti di noi possono ritrovarsi. E' un avvocato, un uomo che fa fatica a trovare un posto nel mondo, fa fatica a intrecciare dei rapporti con gli altri, in primis, la ex moglie. Il libro è infarcito di riflessioni, di massime sulla sua vita, sul mondo dell'avvocatura e su altri aspetti di ciò che vive. Sono riflessioni non particolarmente originali o divertenti, ma alquanto prolisse e, a tratti, anche noiose.

  • User Icon

    regironic

    13/05/2020 09:19:48

    Un libro ironico e divertente, la trama in sé è molto semplice, non ci sono grossi colpi di scena. Sicuramente una lettura leggera che non impegna troppo. È caratterizzato da molti flussi di coscienza e a volte ci si perde via. Gli do la sufficienza ma sicuramente preferisco libri più articolati e con più spunti di riflessioni.

  • User Icon

    nicolas molise

    12/05/2020 10:18:21

    Io ho sempre pensato che certi libri bisogna avere il "culo" di leggerli al momento giusto della propria vita.Voglio dire rileggetevi a 45 anni ad esempio On the road di Kerouac o Siddartha o il lupo della steppa lo stesso vecchio Hank....non sortirebbero lo stesso devastante effetto che hanno avuto nella vostra vita... Ecco tutto questo vale anche per questo libro,ti lascia felicemente il segno,quel sorriso amaro che ti fá scuotere di assenso la testa e dire quanto e vero tutto questo....o Fatevi un favore,leggetelo,ora, che siete diventati grandi.....

  • User Icon

    Gemma

    12/05/2020 08:39:08

    Questo simpatico romanzo racconta della storia dell'avvocato Vincenzo Malinconico, un tipo un po' sfigato ma potenzialmente in gamba: divorziato con due figli, con poco lavoro e uno studio e una casa arredati IKEA, si trova improvvisamente e per puro caso a seguire la causa di un macellaio di camorra. Quest'evento gli porterà insperate soddisfazioni e alcune delusioni ma lo aiuterà a guardare di nuovo con speranza e fiducia alla sua vita e così si troverà anche innamorato e contraccambiato da una bella e brava avvocatessa e si libererà della soggezione per la ex-moglie. Il linguaggio è leggero e simpatico, pieno di cliché e luoghi comuni ma comunque di piacevole lettura.

  • User Icon

    xR

    11/05/2020 18:05:08

    L'inizio non mi ha convinta molto, l'ho trovato un po' lento e forse un po' "confuso" (riflessioni personali un po' troppo dilungate, discorsi dell'avvocato Malinconico tra sé e sé...). Poi la storia ha subito un'impennata e mi sono pentita di aver pensato, all'inizio, di abbandonare il libro. Linguaggio scorrevole, quotidiano e a volte quasi dialettale. Una cosa che mi ha veramente sorpresa (per non dire sconvolta) è l'abilità di De Silva di scrivere così tanto di così poche cose: descrizioni dettagliate all'inverosimile, metafore, esempi su esempi, un sacco di elementi non fondamentali che però aiutano a calarsi a fondo nel racconto. Decisamente contenta di averlo letto, sto senz'altro considerando di leggere gli altri romanzi che ruotano intorno all'avvocato Malinconico.

  • User Icon

    Giulia

    11/05/2020 17:21:53

    Sarcastico e divertente. De Silva non delude le aspettative.

  • User Icon

    Cristina

    11/05/2020 14:56:27

    Libro piacevole anche se a tratti l'ho trovato un po' prolisso nelle descrizioni e nei pensieri del protagonista. Storia simpatica.

  • User Icon

    nadia

    25/09/2019 21:14:55

    Tre sono i libri della saga di Vincenzo Malinconico, l'irriverente protagonista uscito dalla penna di Diego De Silvia. Il primo libro è proprio "Non avevo capito niente", il secondo è "Mia suocera beve" e il terzo è "Sono contrario alle emozioni". Dopo aver letto la prima puntata della saga, mi verrebbe da dire "Je suis Malinconico", perché - a dividere e semplificare ciò che è da ciò che non è - siamo tutti un po' Vincenzo. E non perché siamo difensori d'ufficio, ma perché come lui a malapena riusciamo a difendere noi stessi. Diego De Silva ha dipinto, in senso narrativo, l'uomo medio in modo così reale, che sembra quasi fotografico. Malinconico, che quasi diventa l'amicone di tutti, ottiene una nomina quale difensore del camorrista Mimmo 'o Burzone. A fianco a quella che può sembrare una spada di Damocle sulla testa, capita che la nuvola di Fantozzi (che tutti abbiamo sulla testa come fosse un tatuaggio sfigato) si sposta e fa intravedere Alessandra Persiano. E chi sarà mai Alessandra? Neppure a dirlo: la donna più bella del tribunale. E che farà mai? Vi sembrerà parossistico, considerato il profilo di Malinconico, ma s'innamora proprio di lui.

  • User Icon

    flavia

    25/09/2019 20:55:25

    All'iniizo il libro mi aveva poco convinto. poi mi è parso abbia ingranato una buona marcia. scritto con uno stile ironico e simpatico non delude le aspettative, ma neanche sorprende più di tanto. qualche volta l'autore, come lui stesso ammette in un passaggio all'inizio dell'opera, si perde nel flusso dei suoi pensieri partorendo periodi complessi e non sempre, questo a parer mio, apprezzabili. nel complesso un libro leggero, allegro, simpatico.

  • User Icon

    lory

    22/09/2019 23:25:23

    l’autore nel suo romanzo si occupa di tracciare uno spaccato sul mondo degli avvocati del foro di Napoli. Al centro di tutto c’è appunto Vincenzo Malinconico, separato con due figli che non naviga in buone acque. • De Silva affronta con sarcasmo e ironia le brutture della vita e lo fa senza appellarsi a un linguaggio ampolloso, aulico e artificioso, ma utilizzando il dialetto e la spontaneità del suo protagonista. • consigliato!

  • User Icon

    anne

    21/09/2019 00:12:48

    l’autore nel suo romanzo si occupa di tracciare uno spaccato sul mondo degli avvocati del foro di Napoli. Al centro di tutto c’è appunto Vincenzo Malinconico, separato con due figli che non naviga in buone acque. • De Silva affronta con sarcasmo e ironia le brutture della vita e lo fa senza appellarsi a un linguaggio ampolloso, aulico e artificioso, ma utilizzando il dialetto e la spontaneità del suo protagonista. •

  • User Icon

    Silvia

    19/09/2019 21:41:45

    È il primo libro di De Silva che leggo ma mi sta piacendo molto. Difficile non appassionarsi al protagonista l’avv. Malinconico; ricco di umanità e ironia.

Vedi tutte le 29 recensioni cliente
  • Diego De Silva Cover

    Scrittore, giornalista e sceneggiatore napoletano, Diego De Silva ha pubblicato diversi libri tra i quali il romanzo Certi bambini (Einaudi, 2001), premio selezione Campiello, da cui è stato tratto il film omonimo diretto dai fratelli Frazzi, con la sceneggiatura firmata a quattro mani con Marcello Fois.Sempre presso Einaudi sono usciti i romanzi La donna di scorta (2001), Voglio guardare (2002), Da un'altra carne (2004), Non avevo capito niente (2007, Premio Napoli, finalista al premio Strega) e la pièce Casa chiusa, pubblicata con i testi teatrali di Valeria Parrella e Antonio Pascale nel volume Tre terzi. Del 2010 un nuovo romanzo, Mia suocera beve, con protagonista Vincenzo Malinconico, già al centro di Non avevo capito niente. Del 2011 è Sono contrario alle... Approfondisci
Note legali