Non ho mai avuto la mia età

Antonio Dikele Distefano

Editore: Mondadori
Collana: Novel
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 22 maggio 2018
Pagine: 216 p., Brossura
  • EAN: 9788804702146

Età di lettura: Young Adult

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,12
Descrizione

Premio Fiesole Narrativa Under 40 XXVII
Questa è la storia di un ragazzo che non ha mai avuto la sua età. Non ha neanche un nome, e per comodità lo chiameremo Zero. In realtà non ha mai avuto nulla.


"Voglio essere felice! urlai al cielo, alla luna, a Dio. Volevamo tante cose dalla vita. Volevamo tutto quello che ci era stato negato."

Perché la sua è una vita tutta in sottrazione, che ha sempre tolto e ha dato poco. Zero non ha cittadinanza, non ha madre, non ha soldi, e non si concede neanche il lusso di pensare al futuro. Zero ha dovuto capire in fretta che certe cose non si possono chiedere ai genitori, che ciò che è giusto non è patrimonio di tutti. Perché la vita non ha nessun obbligo di darti quello che credi di meritare e non lo ha nemmeno chi ti ha messo al mondo. Gli anni di Zero, dai sette ai diciotto, i capitoli che scandiscono il romanzo, sono duri, sono anni che hanno il sapore della povertà e della periferia. Ma sono anche anni passati ad attraversare strade in bici, con il cellulare attaccato a una cassa per permettere agli altri di sentire la musica. In piedi sui pedali, a ridere in mezzo alla via. Pomeriggi a giocare a pallone, a sperimentare il sesso e a bruciarsi per amore. Sono anni passati in quartiere consapevoli però che l'unico modo per salvarsi e garantirsi un futuro è andare via perché se nuoti nel fango, alla fine ti sporchi. Ma quello che c'è fuori fa paura. Ci sono gli sguardi indiscreti sui bus, le persone che tengono più stretta la borsa quando ci si avvicina, le ragazze che aumentano il passo e cambiano strada quando ti incontrano. C'è un Paese che non ti riconosce, gente che non si ricorda che essere italiani non è un merito ma un diritto. Fuori c'è la frase che ti ripeteva sempre la mamma e che ti rimbomba in testa "i bianchi nei neri ci vedono sempre qualcosa di cattivo". Ma di Zero ce n'è uno, nessuno e centomila e con Non ho mai avuto la mia età Distefano ci regala uno spaccato dell'esistenza di tutti quegli Zeri che con la vita si sono sempre presi a pugni in faccia, consapevole che ce la devi fare sempre anche quando non ce la fai più.

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Isabella

    22/09/2018 18:09:05

    Libro che racconta sofferenza, il più personale confronto agli altri. Con la sua scrittura leggera Antonio riesce sempre a non appesantire la lettura. Buona lettura!

  • User Icon

    Alessia

    31/07/2018 20:33:34

    Libro molto carino, una fotografia dei pensieri e della vita che spesso conducono gli immigrati e i loro figli, magari nati in Italia e in Europa. Apre una finestra non solo sul razzismo esplicito, quello dell'emarginazione, quello dello sbilanciamento nell'attivazione delle misure dell'ordine pubblico, che ha un peso per i cittadini autoctoni (italiani nel caso specifico) e quelli stranieri; ma anche sul razzismo inconsapevole, se così si può definire, quello di cui non ci accorgiamo, quello che tutti, magari anche senza intenzioni malevole, riserviamo ai cittadini stranieri, o agli immigrati, dando per scontata la precarietà della loro presenza, della loro residenza, della loro frequenza a scuola o a lavoro, in generale della loro esistenza nel nostro raggio di azione. Insieme a questi aspetti ho apprezzato molto la scelta di alleggerire il carico tematico attraverso la condivisione di una biografia, anche se non so quanto sia stata rivisitata. Ho apprezzato meno l'aver conservato un atteggiamento ostile, sebbene io ne capisca perfettamente la causa. Lo consiglierei, quindi Buona lettura.

Scrivi una recensione