Non ricordo se ho ucciso

Alice Laplante

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Manuela Francescon
Editore: Fazi
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 653,14 KB
Pagine della versione a stampa: 299 p.
  • EAN: 9788864117812

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Jennifer White, un grande chirurgo ortopedico in pensione, vive i primi sintomi dell’Alzheimer quando la sua amica di una vita, Amanda, viene trovata uccisa, con le dita di una mano chirurgicamente amputate. I sospetti ricadono su Jennifer, che non può né confessare né difendersi dall’accusa, non riuscendo ad avere, man mano che la malattia avanza, alcun controllo sulla propria memoria. Parallelamente alle indagini, la prospettiva lacunosa della protagonista e voce narrante disegna il mosaico di relazioni che la legano ai figli Mark e Fiona, al marito scomparso e all’infermiera Magdalena. E soprattutto all’amica assassinata, cui la stringeva un rapporto pieno di tensioni irrisolte.
3
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rosanna

    04/09/2019 15:16:41

    Romanzo particolare per via della situazione della protagonista malata di Alzheimer. E' tutto un fluire di pensieri e ricordi dalla sua prospettiva. Si percepisce l'angoscia della sua vita e nello stesso tempo si deve cercare di capire cosa è successo. A volte la narrazione ha delle ripetizioni, ma fa parte della storia. Lettura comunque interessante.

  • User Icon

    paola

    17/03/2013 13:16:17

    Come idea narrativa e' buona ma a volte lo sviluppo della trama e' troppo noioso e ripetitivo. E' interessante la protagonista con tutti i suoi guai, con un retroterra spaventosoe una malattia devastante, quella della mente ottenebrata.

| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali