Traduttore: G. Guglielmi
Editore: Einaudi
Collana: Letture Einaudi
Anno edizione: 2014
Pagine: XII-485 p., Brossura
  • EAN: 9788806207991
Disponibile anche in altri formati:

€ 21,25

€ 25,00

Risparmi € 3,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

21 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    31/10/2017 09:21:02

    Secondo sguardo nelle entragne della follia, in una corsa dentro gironi umani nei quali il Male tocca le vette della sua atroce completezza. Il medico confessa alla sua mente dello scrittore il fiele della propria esperienza, lo scrittore sversa sulla pagina tutta la sua lava incantevole, brulla e estrema nel suo scendere a valle, ma mai deturpata dai cortesi innesti del formale. Il bubbone deve restare aperto, e svelare ancora oggi come, in quei periodi in cui la speranza sembra uccisa, vibri e pulsi comunque quel seme miracoloso che è la letteratura. La parola solleva la morte da terra anche contro le granitiche braccia del tempo. Celine non fa sconti, lacera le cose infilzandole col genio della sua singolarità ("draghinassa nella trippaglia"), affronta la vita fuori da ipocrisie da nonnulla e amari stilemi di maniera:"...guardate che robustissima iniezione di troiume...un pianeta che è un merdaio di neutroni attorno al quale ruotano meno che gibboni d'assalto...un mondo nel quale Amleto è poco meno che una matricola". Romanzo di impressionante impatto emotivo, morte e vigliaccheria si incontrano come acqua che si diverte a scolare su bocche di malaria, una rotta di giorni dove l'allerta non stacca mai la sua presa, e "gli uomini braccati devono capire tutto al volo". Cronaca e riflessione si danno la mano fra viscere di sconquasso, personaggi che somigliano a solitari spettri divorati pian piano dalle mascelle dell'istinto, della paura, una bazzoffia illeggibile alla sola ragione, coscienze morte a ogni lavaggio, pendagli da forca come esaltati padrini delle regole, farabuttismo a valanga. Celine immenso, non lesina i suoi sconforti e non contratta sulla sua coerenza, assoluto fino in fondo, un uomo che commuove col suo bastone "...in mezzo a gente che rovista nel fondo delle proprie pozzanghere...bavose faine...scaracchi cosmici...civettuoli rottami che valgono meno dei minimi gluglù del loro bidè...". Lettura di vera e irrespirabile meraviglia. Céline.

Scrivi una recensione