Recensioni Normalmente diverso

  • User Icon
    VERO
    17/09/2003 20:54:16

    Mio caro Simone, credo sia troppo facile scrivere un libro del genere senza esporsi minimament! L'hai fatto? Mah..io non direi proprio. Pregherei di correggere la descrizione del tuo libro. E poi, lo trovo alquanto piagnucoloso. Un finto buono ke camuffa le se stesso dietro una presunta bontà che non gli appartiene. Vogliamo tutti andare avanti, e molti di noi lo fanno, ma senza la tua ipocrisia! Fastidioso direi. Leggete altro ragazzi...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/09/2002 22:30:08

    Io ho già scritto all'autore, ma una cosa la volevo dire anche qui. LEGGETELO, e capirete molto. SFOGLIATELO, e capirete tanto. APRITELO, e non lo rischiuderete mai più.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/06/2002 11:56:54

    Normalmente diverso è un libro che non si digerisce subito. Non ti scorre via come se non lo avessi mai letto. Cosa rende questo libro così speciale? Probabilmente la sua disarmante sincerità, la sua onestà. A prescindere dalle indubbie qualità di scrittura e dalla struttura ricca di contaminazioni interessanti, l'onestà di approccio, la ricerca problematica e faticosa di una propria identità e della ricerca del posto nel mondo da parte del protagonista lo rendono un libro assolutamente affascinante. Un libro che parla non hai gay o agli etero, ma a tutte le persone che sono capaci di guardare dentro se stessi e trovare con fatica, sofferenza, ma anche tanta determinazione le risposte alle domande del cuore e dell'anima. Francesco Petrucci

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/05/2002 09:18:03

    Il libro racconta la biografia di un ragazzo che ha come ''problema'' il fatto di essere omosessuale. Storie come quella che ho letto ne conosco a centinaia, solo che non tutti hanno il coraggio di renderle pubbliche. Io ammiro per questo il coraggio che Andrea ha avuto nel rendarla publica. Alla fine bisogna far capire al lettore o ai lettori che l'essere omosessuale non rappresenta un problema, è la gente che lo rende tale. Bisogna andare avanti, lottare e resistere. Insieme resisteremo...........

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/05/2002 08:22:37

    Ogni individuo porta con sè i segni della propria storia personale un coacervo di vissuto, speranze, illusioni, emozioni che illuminano il tracciato di quel cammino di crescita a cui nessuno individuo può sottrarsi... Rielaborare la nostra storia è un gesto di grande umiltà che ci aiuta a delineare meglio i magici contorni della nostra individualità ed è proprio dentro questo perimetro immaginario che si possono cogliere i tratti distintivi e l'UNICITA' che contraddistinguono ogni essere vivente. Simone nel suo libro ci mette a disposizione la sua immagine ... La smonta ... l'analizza e la ricompone. Parla con la sua vita e della sua vita mettendocela davanti come fosse uno specchio in cui ritrovarsi ... magari in qualche dettaglio ... magari in frammenti più grandi ... o addirittura in lunghi tratti di un percorso che potrebbe assomigliare al nostro. "Normalmente diverso" non credo sia un testo che presenti alcuna velleità innovativa o l'ambizione di presentare sperimentazioni stilistiche ... ... è solo un sincero monologo interiore, esposto con entusiasmo, carico di positività ... Una sorta di chiacchierata tra "compagni di viaggio", intensa e stimolante, dove con un po' di spirito di immedesimazione potremmo arrivare a stimolare i "sensi della nostra anima" e quindi trarre inevitabili spunti di riflessione e voglia di approfondimento. Così come è stato per me!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/05/2002 12:33:07

    “Quanto è dura essere capiti Anche chi ci conosce da anni riesce a fraintendere Non ci vuole ascoltare per paura di dover capire Altre volte, siamo noi a simulare, a recitare la parte dell'uomo perfetto che non conosce dolore Invece anche un uomo come sono io soffre molto Soprattutto quando si vuole negare il diritto di vivere per quello che è: un uomo normale…nel caso specifico: omosessuale Tutto sembra difficile, una via d'uscita non c'è impossibile capire quel che si vuole fare, quel che si vuole essere quando alla fine si è solo a disagio… Da questo è nato il mio libro Dalla voglia di raccontare una storia vera Una storia che è mia, ma è anche quella di migliaia di altri È un libro per tutti, come il telegiornale della sera. Per conoscere, conoscersi E finirla di giudicare, discriminare, puntare il dito contro il diverso da sè E' un libro contro l'odio perché non voglio più leggere sui giornali storie come quella del ragazzo gay trovato morto dal freddo una mattina in un parco. Anch'io come lui spero di svegliarmi in un mondo più gentile………………” P.S. SCRIVETEMI

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/05/2002 12:31:30

    ho recentemente letto questo libro che reputo molto interessante. io ho 24 anni e sono omosessuale e sinceramente non sapevo molte informazioni tecniche che ho trovato qui. la franchezza, la chiarezza e più che altro il coraggio con cui ha scritto questo libro fa di questo un libro molto piacevole e copre le piccole lacune stilistiche che si trovano. ma lo perdono perchè è un'esordiente ed ha avuto il coraggio che io e tantissimi altri non hanno mai avuto. per questo lo consiglio sia ai gay che agli etero perchè potrebbero imparare molto su una realtà che giudicano spesso senza conoscere. grazie e ciao

    Leggi di più Riduci