Editore: Chiarelettere
Collana: Reverse
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 07/02/2008
Pagine: 181 p., Brossura
  • EAN: 9788861900349
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    riccardo

    13/07/2009 16:01:17

    Sono conduttori radiofonici,trovatemi dei giornalisti altrettanto efficaci nel trovare quello che di buono succede nel mondo. Sono tutti capaci a scrivere quello di cui parlano tutti(vedi Cogne,o altra cronaca morbosa.). Bravi!!!mi siete piaciuti e ci sarebbe bisogno di giornalisti disposti a cercare nel buio un pò di luce.GRAZIE.

  • User Icon

    Cogno Michele

    22/07/2008 14:15:58

    Bè ho appena finito di leggere il libro e non mi pare proprio che le idee scritte siano inutili e insgnificanti. Sono esempi concreti di rispetto dell'ambiente, del riutilizzo e del benessere pubblico. Gli esempi di alcuni comuni che con una gestione oculata e attenta dei rifiuti rimborsa l'ICI ai cittadini, le spese pre i libri di testo, per i trasporti pubblici e che da 1500 euro per ogni bimbo nato, sono esempi concreti di amministrazione pubblica fatta su misura per tutti i cittadini. Se potessi andrei di corsa in questo piccolo comune a viverci. tutti gli esempi portati nel libro dimostrano in maniera molto simpatica e irriverente che i sindaci/assessori ecc hanno fatto guadagnare o risparmiare migliaia di euro con intuizioni talmente "sciocche" che potremmo mettere in pratica tutti. Hanno fatto guadagnare e hanno anche dato una mano all'ambiente. Quindi forse di inutile qui c'è solo qualche commento lasciato in questo sito

  • User Icon

    Richebourg83

    01/05/2008 01:22:30

    Modesto elenco di iniziative talvolta interessanti spesso insignificanti. scritto mediocremente e con un'ironia veramente di modesta qualità.

  • User Icon

    philo

    17/03/2008 18:42:54

    Francamente il libro è abbastanza inutile è un elenco di cose inutili compiute da comuni inutili regioni inutili e così via. Ricalca sostanzialmente la trasmissione condotta sulle frequenze Rai dai due scrittori / conduttori. Purtroppo non porta nulla di effettivamente concreto se non iniziative di Sindaci che si vogliono mettere in mostra per future elezioni. Da pprezzare la consueta ironia e sense of umor degli autori peraltro ampiamente già dimostrata in radio.

  • User Icon

    marisandra

    23/02/2008 21:56:40

    Un'iniezione di fiducia, di positività, un bignami delle storie più divertenti ascoltate in radio, un libro di favole dal lieto fine, tanto strane e tanto assurde da sembrare inventate e invece? nulla di più vero. Insomma la sensazione che lascia il libro è quella che tutti, nel nostro piccolo, possiamo contribuire ad un futuro più sostenibile e più degno di essere vissuto. Grazie. In fondo chi l'avrebbe mai detto che una trasmissione radiofonica poteva far spegnere le luci persino alla Tour Eiffel? Filippo Solibello e Massimo Cirri ci sono riusciti. Grandi, davvero grandi.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Napoli invasa dai rifiuti, le polveri sottili che soffocano Milano, il traffico impazzito sulla tangenziale di Mestre: a volte le notizie che leggiamo sui quotidiani ci restituiscono un ritratto scoraggiante del nostro Paese. Ma per fortuna non tutta l'Italia è così. Ci sono anche realtà nascoste all'insegna dell'efficienza e dell'eccellenza, realtà che pochi conoscono e che risollevano il morale sorprendendo per la loro singolarità e la loro genialità.
è questa l'Italia di cui ci parlano Cirri e Solibello nel loro libro. L'Italia «che reagisce» ai problemi e alle difficoltà cercando nuove strade per migliorare la vita di ogni giorno: a volte si tratta di innovazioni geniali, pur nella loro apparente semplicità, a volte di trovate fantasiose, spesso di soluzioni dettate dal semplice buon senso, ma comunque innovative e coraggiose. I conduttori di Caterpillar, programma cult di Radio 2, le hanno conosciute e presentate in undici anni di trasmissioni e ora le raccolgono in un libro che, come le loro scorribande radiofoniche, fa sorridere e al contempo riflettere.
I protagonisti sono sindaci, imprenditori, insegnanti, preti, vigili urbani, o semplici cittadini che di fronte a un problema non rimangono con le mani in mano. Come, per esempio, il sindaco di Verbania che, per combattere l'inquinamento degli autoveicoli e il traffico, ha deciso di lanciare una sperimentazione che ha dell'incredibile: in tutto il territorio del suo comune i cittadini possono viaggiare sui mezzi pubblici gratuitamente. Le risorse economiche per mettere in pratica tale progetto sono state trovate introducendo una microscopica addizionale IRPEF («in pratica a ogni verbanese il tutto costa circa dieci euro l'anno»). Oppure i vigili urbani di Scandiano, provincia di Reggio Emilia, che per incentivare la buona condotta degli automobilisti fanno le multe al contrario, «lasciando un bigliettino di ringraziamenti a chi parcheggia correttamente l'auto nei luoghi deputati e dentro le strisce.» In questa travolgente carrellata compaiono anche il presidente della provincia di Treviso, con la geniale idea di utilizzare gli asini per la cura delle aree verdi lungo le strade e nelle rotonde («a brucare l'erba basta metterci degli asini, invece che inquinare, concimano, costano pochissimo e fanno un ottimo lavoro), l'amministrazione di Sogliano al Rubiconde, in Romagna, che ha trasformato una discarica di rifiuti in una miniera d'oro ricavandone metano da rivendere all'Enel per cinque milioni di euro all'anno, e Maurizio Zambrada, inventore di una «scuola che non ha bisogno di zaini in spalla». Contro il caro prezzi dei molti e pesanti libri di testo, l'intraprendente maestro elementare di Arco, provincia di Trento, ha pensato di ricorrere alla moderna tecnologia: per studiare e fare i compiti basta usare una semplice chiavetta USB.
Ecco un semplice assaggio di un Italia migliore, più pulita, più efficiente e innovativa, un Paese che non appartiene necessariamente al mondo dei sogni, ma che ognuno può contribuire a realizzare come raccontano, divertendo e divertendosi, Cirri e Solibello.