La notte del drive-in - Joe R. Lansdale - copertina

La notte del drive-in

Joe R. Lansdale

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: V. Curtoni, D. Zinoni
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 13 aprile 2004
Pagine: 342 p., Brossura
  • EAN: 9788806170028
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 7,56

€ 14,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dove sono le stelle? Perché chi si avvicina ai confini del drive-in muore orribilmente? E chi può avere interesse a tenere in ostaggio una folla istupidita, imbarbarita, inferocita, costretta oltretutto a vedere ininterrottamente "La notte dei morti viventi"? E la paura dilaga, anche al di qua degli schermi giganti su cui scorrono le immagini. Mentre in un primo momento a coloro che tentavano la fuga dal drive-in era riservata una fine orrenda, ora le cose sembrano andare diversamente: pare ci sia qualche temerario che possa varcare la soglia impenetrabile oltre la quale si vede solo il buio assoluto...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,76
di 5
Totale 38
5
20
4
5
3
3
2
4
1
6
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    La piccola Libreria Dell' Usato

    05/03/2020 10:41:04

    Si può non amare Lansdale? No, non si può.

  • User Icon

    James

    03/02/2020 15:31:01

    Grazie Joe anche per questa seconda perla

  • User Icon

    James

    20/01/2020 16:42:21

    Beh che dire.... un Lansdale spumeggiante! Al limite della follia. Assurdo come solo lui sa essere. Grazie di esistere Joe

  • User Icon

    pask

    22/09/2019 20:17:10

    “La notte del Drive-In” è geniale per il suo contenuto cinico, dissacrante e sarcastico, nei confronti della società. L’ambientazione principale in cui si svolge il romanzo, è il drive-in, una delle icone sacre american dream, così come i protagonisti sono estratti dai più comuni stereotipi della middleclass sudista statunitense. Lansdale denuncia come l’influenza nefasta della televisione, e dei mass media in generale, hanno assunto un ruolo profetico nei confronti delle masse, sostituendo la Chiesa e spegnendo l’unica cosa che eleva l’uomo dal mondo animale: il pensiero. L’umanità descritta nella “Notte del Drive-In”, accetta passivamente la propria regressione come dato di fatto, abbindolata dalle promesse dei falsi miti, punita e torturata in eterno, da un dio spietato e crudele, fatto a nostra immagine e somiglianza.

  • User Icon

    Simona

    21/06/2016 14:50:07

    Un libro geniale, uno dei miei preferiti

  • User Icon

    daniele

    08/11/2015 15:56:38

    veramente un libro inutile e sconclusionato...lasciate perdere

  • User Icon

    Leonardo Banfi

    08/07/2012 09:52:06

    DRIVE-IN Considerato il capolavoro di Lansdale. Questo racconto lungo viene considerato un Noir, ma che non lo e'. Un Horror? Neanche. Non saprei proprio come classificare il romanzetto. La lettura e' per meta' noiosa, la parte centrale principalmente. L'inizio e' scorrevole come la fine arrivata troppo frettolosamente. Questa cometa che arriva e poi se ne va ... Il motivo? La trarama ? Se c'e' una trama me la devo essere persa. Una lettura a tratti scorrevole, ma che non entusiasma. Una cozzaglia di avvenimenti che si susseguono, raccontati in modo noioso e per quanto riguarda i personaggi sono abbastanza brutti. Definirlo un capolavoro mi sembra eccessivo, mi aspettavo qualcosa di meglio. Forse mi ricredero' leggendo la seconda parte, DRIVE-IN 2. Non ho capito con quale tecnica avrebbe dovuto inorridire il lettore, di Horror non ha niente. Complessivamante mi ha deluso.

  • User Icon

    Nioola

    13/03/2011 23:50:29

    Chi ha letto le recensioni avrà capito che questo è un libro che o piace o no, senza mezze misure. Io, personalmente, ho trovato la trama una genialità assoluta (la degenerazione della razza umana di fronte a situazioni catastrofiche, la follia cui porta l'istinto di sopravvivenza, che ci porta allo stesso livello degli animali, delle bestie) e il modo di trattarla splendido. Libro sempre avvincente e coinvolgente, dalla prima all'ultima pagina. Una miscela di grottesco, splatter, fantascienza, in cui l'abilissimo Lansdale ci impartisce importanti lezioni sociologiche, antropologiche e psicologiche. Un cult che nella vostra libreria non può proprio mancare.

  • User Icon

    Leonardo Zampi

    17/01/2011 19:59:02

    Premesso che questo non è il mio genere preferito, e che di conseguenza non considero "La notte del drive-in" il capolavoro di Lansdale, credo che questo libro sia l'ennesima dimostrazione del talento immenso di questo texano. NEL SUO GENERE questo è effettivamente un capolavoro, in quanto chi scrive un horror deve cercare di suscitare terrore, sgomento e -perchè no- anche disgusto nel lettore, e Lansdale ci riesce in pieno. E la cosa più pregevole consiste nel fatto che il massimo dello shock non viene provocato tanto da eventi o personaggi sovrannaturali, ma dai comportamenti umani; Lansdale dimostra che il mostro più terrificante che possa esistere non è altro che l'istinto di sopravvivenza dell'uomo.

  • User Icon

    Dave

    20/04/2010 11:54:41

    Inizia bene, ma da metà in poi le sostanze stupefacenti si fanno sentire troppo e l'autore perde la bussola completamente rendendo inutile la lettura del libro.....

  • User Icon

    Guido

    05/09/2009 02:54:25

    Pessimo libro, l'unico pregio è di non essere noioso, ma quanto al resto è un'accozzaglia di violenza, cannibalismo, omicidi, stupri ecc. ecc. NON è fantascienza, come qualcuno ha detto, ma un c-movie splatter, pure girato male. Le recensioni sono davvero fuorvianti, altro che capolavoro! Ho chiuso con questo macellaio Il voto sarebbe 0/5

  • User Icon

    RICCARDO

    30/06/2009 15:13:46

    libro incredibile... spiazzante, tagliente, assurdo... bellissimo e unico

  • User Icon

    Simone

    26/05/2009 17:47:01

    Puro Lansdale 100%. Horror, pulp, violenza, sarcasmo, ironia e avventura: gli elementi della narrativa del grande autore texano sono presenti tutti in questi due libri appartenenti alla trilogia del "drive-in" della fine degli anni'80. Un grande divertissement con cui l'autore demistifica la società americana e i suoi valori e simboli, dal cinema al pop corn, dalla libertà sessuale all'individualismo sfrenato. E' consigliato leggere i libri uno di seguito all'altro per cogliere tutti i riferimenti che legano le due opere.

  • User Icon

    Emiliano

    10/09/2008 23:08:30

    ...lo so che a tratti annaspa, è talmente a tinte forti che ricorda certi cibi troppo dolci, ogni cosa è trovata, invenzione...ma detto questo come si può dare meno di 5?! Lansdale mette in scena un'idea folle e da lì si inventa un cosmo delirante con piccole aderenze al nostro. E poi i personaggi, il Re del Pop Corn?! da solo vale il prezzo del libro!! Il tutto con l'ironia di Lansdale che tra fiumi di schifezze fa le linguacce ai film horror dai quali prende spunto!

  • User Icon

    Angelo

    01/09/2008 00:05:30

    Nonostante adorare Lansdale devo dire che questo,secondo me e il peggior libro scritto dal mitico Joe. Chi non ha mai letto niente di questo autore, è meglio che cominci con un altro titolo, questo è veramente "orrendo".

  • User Icon

    Andrea

    28/07/2008 11:28:25

    Il Lansdale di Hap e Leonard mi piace molto, questo libro invece non sono proprio riuscito a finirlo.. è... "troppo" tutto

  • User Icon

    Simone

    08/10/2007 10:52:31

    Amo il Lansdale della serie di Hap & Leonard, ma ritengo questo libro davvero brutto. Mio nonno l'avrebbe definito <<un'americanata>>, e probabilmente avrebbe avuto ragione. Lansdale parte da una storia intrigante e si perde in particolari di dubbio gusto. Tutto voluto? E' il lettore che non capisce? Forse, ma propinare vomito, sangue e feci ogni pagina e' una scelta di cui chiedere conto all'autore.

  • User Icon

    Wolfsong

    19/09/2007 10:53:22

    Io ho sempre odiato la fantascienza... lansdale è riuscitoa "tenermi attaccato alle pagine" anche trattando questo tema. E' un grande, niente da dire!

  • User Icon

    chamix

    27/02/2007 13:31:10

    ke devo dire, ho letto la notte del drive-in in circa 4 giorni, e mi è piaciuto parekkio!la storia è decisamente irreale, ma forse mi è piaciuta proprio x questo!devo dire ke lansdale ha 1 fantasia incredibile!!!non lo consiglio a ki adora le commediole, quelle ke finiscono sempre bene eccetera, ma a ki ha la mentalità abbastanza aperta e vuole svagarsi 1 po...io l'ho letto nell'estate della prima media, x cambiare 1 po letture ecc... ps:non so se possa incidere ma io adoro i fantasy e tutto ciò ke esiste di irreale e ke esce 1 po dagli skemi...

  • User Icon

    Alessandro Maiucchi

    20/02/2007 09:44:10

    Ho finito di leggere ieri sera La notte del Drive-in di Joe Lansdale, originariamente uscito alla fine degli anni '80 in due storie separate. Che dire? Ammaniti ne parla come di un capolavoro assoluto, cui a mio avviso il suo Branchie deve moltissimo. A me è piaciuto molto, anche se ormai a quasi venti anni dall'uscita non deve essere sorprendente come deve esserlo stato all'epoca. La storia è semplice: migliaia di persone sono ammassate in un drive-in per la Notte Horror, e a un certo punto accade qualcosa che trasforma per sempre le loro vite, impedendo a quegli uomini e donne di lasciare la struttura. In capo a qualche giorno, o settimana, il microcosmo più o meno civile in cui i protagonisti si trovavano si trasforma in... andatelo a comprare, e scoprirete un grande autore!!! AlexMai.it

Vedi tutte le 38 recensioni cliente
  • Joe R. Lansdale Cover

    Scrittore statunitense. Versatile e prolifico, si è cimentato in avvincenti trame di genere (western, noir, thriller, fantascienza), rinnovandole con uno spiccato gusto pulp nella scelta di elementi grotteschi e di un linguaggio triviale e irriverente. La sua vena migliore si esprime nella capacità di penetrare l’atmosfera del profondo Sud, in violenti chiaroscuri che esaltano l’amicizia, l’amore, il sesso e denunciano le discriminazioni razziali, la malvagità e la stupidità. Atto d’amore (Act of Love, 1980), La notte del drive-in (The Drive-In, 1988, primo di una serie horror), Il mambo degli orsi (Two-Bear Mambo, 1994), In fondo alla palude (The Bottoms, 2000), La sottile linea scura (A Fine Dark Line, 2002), Tramonto e polvere (Sunset... Approfondisci
Note legali