Notturni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Deutsche Grammophon
Data di pubblicazione: 24 ottobre 2005
  • EAN: 0028947757184

€ 41,50

Punti Premium: 42

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Nocturne No.1 in B flat minor, Op.9 No.1
2
Nocturne No.2 in E flat, Op.9 No.2
3
Nocturne No.3 in B, Op.9 No.3
4
Nocturne No.4 in F, Op.15 No.1
5
Nocturne No.5 in F sharp, Op.15 No.2
6
Nocturne No.6 in G minor, Op.15 No.3
7
Nocturne No.7 in C sharp minor, Op.27 No.1
8
Nocturne No.8 in D flat, Op.27 No.2
9
Nocturne No.9 in B, Op.32 No.1
10
Nocturne No.10 in A flat, Op.32 No.2
Disco 2
1
Nocturne No.11 in G minor, Op.37 No.1
2
Nocturne No.12 in G, Op.37 No.2
3
Nocturne No.13 in C minor, Op.48 No.1
4
Nocturne No.14 in F sharp minor, Op.48 No.2
5
Nocturne No.15 in F minor, Op.55 No.1
6
Nocturne No.16 in E flat, Op.55 No.2
7
Nocturne No.17 in B, Op.62 No.1
8
Nocturne No.18 in E, Op.62 No.2
9
Nocturne No.19 in E minor, Op.72 No.1
5
di 5
Totale 6
5
6
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    es

    09/03/2019 14:58:19

    Non suono il piano e, dunque, non sono in grado di apprezzare fino in fondo l’indiscussa bravura del suo interprete. Aggiungo che tra la musica classica, di norma, ascolto quella sinfonica e poco le interpretazioni al pianoforte. Ciò nonostante, possiedo questo cd con i notturni di Chopin già da qualche tempo e non mi ha mai stancato. È una musica da ascoltare, da riascoltare e ascoltare ancora.

  • User Icon

    Software Developer

    20/10/2008 11:59:20

    L'unica incisione che avevo dei notturni era quella di Baremboim per la DG. Non mi aveva mai colpito, e mi aveva fatto considerare i notturni delle opere minori di Chopin. Non che non lo siano rispetto - ad esempio - alla Sonata op. 35, ma quando si ascolta un'interpretazione veramente ottima come questa di Pollini, ci si rende conto di che gioielli siano anche queste brevi composizioni, e soprattutto di quanto siano concisamente indicative del "lirismo virile" di Chopin. Le interpretazioni di Pollini sono mediamente più "svelte" degli altri, ma non si ha mai l'impressione che il Maestro affretti; piuttosto si ha la sensazione di ascoltare letture immortali, e non frutto di quel malinteso che vuole il Romanticismo un periodo sdolcinato.

  • User Icon

    Nik

    01/03/2006 10:15:57

    Una vera meraviglia da ascoltare per far rifluire i pensieri al cervello stordito dalla TV e le banalità della vita di tutti i giorni (e non solo di sera !!) Pollini come sempre si conferma un grandissimo interprete; ottima la qualità complessiva dei supporti. Dovrebberlo sentirlo tutti almeno una volta nella vita !!

  • User Icon

    caterina

    11/02/2006 17:43:02

    Pollini è il primo pianista che riesce, con questa sua interpretazione, e rabbrividirmi mentre ascolto il suono di un pianoforte!! studio pianoforte e organo da quando avevo 9 anni, ma non avevo mai provato emozioni cosi intense nell'ascoltare o riprodurre melodie.... Grazie a Maurizio e a Chopin per il dolce suono dei notturni...

  • User Icon

    Antonio

    14/01/2006 09:53:08

    Interpretazione che ben si può paragonare all'ultima incisione di Rubinstein dei Notturni: esecuzione lenta (come ad esempio op.9 n.2) che esprime tutto ciò che, molto probabilmente, Chopin voleva esprimere; picchi e accelerazioni che rendono perfettamente la tumultuosità del sentimento e del sentire. In generale tanta dolcezza solo a tratti un pò agitata. Opera da collezione senza orma di dubbio.

  • User Icon

    ella

    06/01/2006 20:35:56

    Un grandissimo musicista, e un grandissimo esecutore. Grazie ad entrambi.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Fryderyk Franciszek Chopin Cover

    Compositore e pianista polacco.Gli studi e i primi lavori. Figlio di un oriundo francese, precettore presso la famiglia del conte Skarbek, e di una governante di casa Skarbek, diede prova fin dalla più tenera età di possedere un'eccezionale sensibilità musicale. Quando la famiglia si trasferì a Varsavia (il padre era diventato professore di francese nel liceo), il bambino venne affidato al violinista e pianista boemo Wojciech Zywny, che lo avviò allo studio del pianoforte e della composizione. I suoi primi lavori furono pubblicati alla fine del 1817; nel 1818 si presentò per la prima volta in un concerto pubblico. Le lezioni dello Zywny (le uniche lezioni di pianoforte ricevute da C.) terminarono nel 1822; l'anno dopo, continuando da autodidatta gli studi pianistici, si iscrisse al liceo dove... Approfondisci
  • Maurizio Pollini Cover

    Pianista. Allievo di C. Lonati e C. Vidusso, vinse nel 1960 il primo premio al concorso «Chopin» di Varsavia. Dopo inizi incerti, dalla metà degli anni '60 si mise in luce rapidamente, fino a imporsi come uno dei maggiori pianisti del secolo. È interprete lucido e razionale, dotato di tecnica trascendentale, ma soprattutto di capacità di analisi sia del testo sia delle tradizioni interpretative, e sa rendere con estrema chiarezza il senso della struttura musicale e delle sue dinamiche interne. Il suo repertorio spazia dai classici alla musica del Novecento, alla quale si è dedicato con un'assiduità inusuale per i grandi pianisti di oggi, presentando non solo Bartók, Stravinskij, Prokof'ev, Schönberg, ma anche Boulez (Sonata n. 2), Stockhausen, Nono, Manzoni. È tornato costantemente su Beethoven,... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali