Categorie

Alyn Shipton

Curatore: V. Martorella
Traduttore: D. Cianfriglia, C. Veltri
Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
Pagine: 1149 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788806204969

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Matteo

    18/03/2012 04.19.57

    Dopo averlo letto tutto ed attentamente, non posso condividere l'entusiasmo del pur bravo curatore per questo saggio sul jazz. Con 1000 pagine a disposizione si potevano approfondire molti aspetti (molte biografie, molte discografie) che qu vengono lasciati incredibilmente da parte. Soprattutto a partire dalla metà degli anni 50, con l'avvento dell'LP, la biografia umana e professionale dei jazzisti va inevitabilmente scandita atraverso gli album, possibilmente ordinati per data di registrazione ed uscita. Vedi l'esempio del biografo di Bill Evans, Pettinger, che ha scritto a mio avviso uno dei più bei saggi su un artista jazz ("How My Heart Sings"). Qui invece spesso si brancola nel buio. Su Bechet poche righe, idem su Rollins o Sun Ra. Le ultime sezioni sembrano poi tirate via. Belle ed illuminanti le pagine sulle big bands, interessante il punto di vista su Gillespie, buona la parte su Coltrane e Mingus, acuti alcuni giudizi musicologici, ma rimane il sospetto di un volume che manca di una struttura vera e propria. Ted Gioia o Giddins e DeVeaux con meno pagine dicono di più. Senza contare "il Polillo", ancora insuperato per l'impostazione scelta (prima parte storica, seconda parte biografia dei singoli artisti).

  • User Icon

    Roberto Mezzaluna

    26/01/2012 13.21.49

    credo che qualsiasi saggio debba evitare di esere noiso e far sbadigliare chi lo legge. Questa "nuova storia" di cita tanti compositori ed autori del "dopo Polillo" ma commtte un peccato veniale: proliissità ai limiti del tollerabile ed un peccato mortle, anzi mortalissimo: un discografia quasi inesistente. L'autore sproloquia e si parla letteralmente addosso beandosi delle proprie conoscenze, ma io lettore difficilmente ne traggo qualcosa e poi, importantissimo (almeno per me) cosa ascolto se tu autore "pluridecoratO" non mi fornisci a) discografie complete e b) tuoi motivati giudizi. In buona sostanza non compratelo visto anche il super prezzo. Rileggetevi Arrgo Polillo che è meglio, molto meglio!

Scrivi una recensione