Occhi senza volto

Les yeux sans visage

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Les yeux sans visage
Paese: Francia; Italia
Anno: 1959
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,78 €)

Un noto chirurgo plastico, specialista in eteroinnesti, con la collaborazione della cinica assistente, rapisce e uccide alcune giovani donne per ridare un volto alla figlia, sfigurata in un incidente d'auto da lui provocato. Ma un giorno la giovane ragazza, trasformata in cavia umana, si ribella.
5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    silvestro peretti

    21/09/2019 18:24:49

    Grande film di Franju.Il dvd Sinister e' molto buono sia audio che video.Extra documentario sui macelli per palati forti e breve intervista.Da prendere

  • User Icon

    Michela

    21/09/2019 06:26:38

    Un famoso chirurgo, devastato dal senso di colpa dopo aver provocato con la sua guida spericolata un incidente stradale in cui la figlia è rimasta orrendamente sfigurata, cerca di ridarle un volto in ripetuti tentativi di trapianto. Il medico, aiutato dall'assistente, rapisce giovani donne con tratti somatici simili a quelli della figlia e cerca di impiantare la loro pelle sul suo volto. Tratto dall’omonimo romanzo di Jean Redon, il film è interamente girato in bianco e nero, ma un bianco e nero denso e ricco di sfumature. La giovane attrice che interpreta la figlia del chirurgo recita col volto perennemente nascosto da una maschera che sebbene ne riproduca i lineamenti, le dà un'aria statica come quella di un triste manichino. Un film immenso, con scene dettagliate e crudissime (quelle delle operazioni), ricco di pathos e di poesia ... da recuperare !!

  • User Icon

    Cristian

    25/03/2019 09:04:38

    thriller horror dall'ambientazione gotica e surreale(leggo in rete che negli usa è considerato insieme a psyco padre dell'horror moderno) il film diretto dal francese Gerges Franju narra di un chirurgo che in un tragico incidente stradale sfigura il volto della figlia e in seguito cerca di recuperarlo effettuando trapianti di pelle assassinando altre donne. Il film narrativamente segue un unico binario e il peso degli anni un poco si fa sentire ma nonostante questo vanta una fotografia in bianco e nero di rara bellezza e certe scene veramente coraggiose per i tempi nei quali è stato realizzato (1960), su tutte la sequenza del trapianto facciale!

  • User Icon

    andrea fastame

    10/04/2009 17:33:34

    Un capolavoro...poetico struggente inquietante...davvero bello.Splendida fotografia In B/N...davvero consigliato.Questa edizione in dvd è straordinaria ricchissima di extra.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Sinister Film, 2008
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: foto; interviste; trailers; documentario; commenti tecnici
  • Alida Valli Cover

    Nome d'arte di A. Maria Altenburger, attrice italiana. Di famiglia nobile, cresciuta in un ambiente ricco di stimoli culturali, studia al Centro sperimentale di cinematografia a Roma e subito la sua bellezza raffinata e sensualmente malinconica le vale le prime parti al cinema. L'esordio è in I due sergenti (1936) di E. Guazzoni, recita poi in altre tredici pellicole fino alla consacrazione a diva con Piccolo mondo antico (1941) di M. Soldati, dall'omonimo romanzo di A. Fogazzaro, in cui è una perfetta Luisa, la sensibile e straziata madre della sventurata Ombretta destinata ad annegare nel lago. Il suo repertorio recitativo si arricchisce poi di ogni tipo di ruolo anche se è più convincente nel melodramma sentimentale, in particolare nel controverso drammone, allora antisovietico, Noi vivi... Approfondisci
  • Pierre Brasseur Cover

    "Nome d'arte di Albert Espinasse, attore francese. Recita in spettacoli d'avanguardia ed è attore boulevardier prima di esordire nel cinema nel 1925 (La fille de l'eau di J. Renoir); in seguito alterna le due attività, nel corso di una carriera fortunatissima e di grande prestigio. Al cinema si specializza nella caratterizzazione di personaggi negativi: è il gangster di Il porto delle nebbie (1938), l'attore istrione di Amanti perduti (1945), il mite vagabondo di Il quartiere dei lillà (1957) di R. Clair. A teatro ottiene grande successo nella compagnia di J.-L. Barrault, recitando Camus, Anouilh e Sartre. Ha scritto anche alcune commedie da lui stesso interpretate. Negli ultimi anni della sua lunga attività cinematografica impegna il suo temperamento drammatico in interpretazioni marginali... Approfondisci
Note legali