L' occhio dello zar

Sam Eastland

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Saggiatore
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 14 ottobre 2010
Pagine: 356 p., Brossura
  • EAN: 9788842816423
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 9,99

€ 18,50

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 18,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Pekkala un tempo era conosciuto come l'Occhio di smeraldo: il più famoso detective di tutta la Russia, il braccio destro dello zar, l'uomo a cui l'ultimo dei Romanov aveva affidato la sicurezza della sua famiglia e di tutto il paese. Ora, dopo la Rivoluzione, è solo il prigioniero 4745-P nel campo di lavoro della Siberia, dove è riuscito a sopravvivere per nove anni, e per il resto del mondo è un uomo morto e sepolto. Ma una possibilità di salvezza si presenta quando è Stalin stesso a convocarlo per chiedere il suo aiuto per risolvere un mistero che dura dal 1918. Lo zar e la sua famiglia non sono stati fucilati dai rivoluzionari come afferma la propaganda del partito: qualcuno li ha liberati o eliminati all'insaputa dei bolscevichi. La missione di Pekkala è scoprire che cosa sia successo davvero ai Romanov e trovare il loro tesoro scomparso. Il suo premio è la libertà per sé e la donna che ama. Il prezzo del fallimento è la morte. Ambientato nella Russia brutale e paranoica del periodo stalinista, "L'occhio dello zar" è il primo romanzo della serie che seguirà le avventure di Pekkala fino allo scoppio della Seconda guerra mondiale.
4
di 5
Totale 4
5
1
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gianandrea de Antonellis

    17/02/2016 20:24:51

    Un bel romanzo, scritto su due diversi piani temporali che si incastrano perfettamente giungendo ad un finale mantenendo una continua tensione che - cosa rara! - non si basa su volgarità, efferatezze e scene di sesso. E' la dimostrazione che si può scrivere un ottimo thriller anche senza scadimenti formali. Ottima la descrizione dei personaggi, degli ambienti e, soprattutto, del clima di terrore rivoluzionario.

  • User Icon

    Fatima Bechini

    05/09/2014 11:03:11

    Primo romanzo incentrato sull'investigatore Pekkala, il finlandese divenuto famoso per essere stato uno dei più potenti uomini dell'ultimo zar. I capitoli alternano la narrazione del presente (punto di partenza: Siberia 1929) con la memoria del passato; nel ricordo riaffiorano l'infanzia, quando Pekkala giocava con il fratello, e poi l'adolescenza, e via via il lavoro con suo padre, la rivalità con il fratello e le vicende che lo condussero a diventare quel famoso Pekkala, l'occhio di smeraldo, l'occhio dello zar. Romanzo affascinante, che fa rivivere con incredibile realismo situazioni storiche che già di per sé sono ammantate di mistero, come la sorte dei Romanov dopo la rivoluzione, e che sa coniugare fantasie al limite del credibile con ambientazioni storiche documentate. Segue una nota storica, con bibliografia essenziale, su quanto realmente successo ai Romanov.

  • User Icon

    Mario

    17/03/2013 01:27:58

    Il romanzo in se mi è piaciuto molto, sia per la particolare idea di romanzare ulteriormente una triste vicenda già romanzata direttamente dalla storia, ma anche per l'impostazione del romanzo, che si divide tra la vicenda raccontata ed il passato di Pekkala, in un'alternanza che fa capire al meglio le capacità ma anche le debolezze e le paure di questo fedele amico di Nicola II. Mi ha però molto stupito il clamoroso errore storico inerente l'automobile, la Emka, più volte richiamata nel corso della storia. La vicenda si svolge nel 1929, che è l'anno di fondazione della GAZ (Gor'kovskij Avtomobil'nyj Zavod, in italiano Fabbrica Automobili di Gor'kij), marchio produttore, si, del modello Emka, ma solo a partire dal 1936!!! Riguardo poi al diffuso utilizzo di torce elettriche con pile sostituibili così potenti da permettere a Pekkala di stare in fondo al pozzo della miniera per decine e decine di minuti, ho i miei dubbi, ma non ho trovato conferme ne positive ne negative, per cui mi rimane il dubbio...

  • User Icon

    marco mensi

    05/01/2011 19:01:18

    Lettura discreta, non si tratta di un capolavoro ma comunque l' occhio dello Zar rimane un romanzo sicuramente godibile . Sam Eastland indaga sulla morte di Nicola II Romanov e sulla sorte della sua famiglia fornendoci una versione leggermente alternativa rispetto a quella ufficiale . La figura dellì' investigatore Pekkala è sicuramente interessante e molto ben delineata, aspettiamo gli altri libri della serie (pare siano 4)per dare un giudizio più completo sulle capacità dell' autore .

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali