Categorie
Artisti: U2
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Island
Data di pubblicazione: 1 febbraio 1995
  • EAN: 0042284229722
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,75

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Disco 1
  • 1 Gloria
  • 2 I fall down
  • 3 I threw a brick through a window
  • 4 Rejoice
  • 5 Fire
  • 6 Tomorrow
  • 7 October
  • 8 With a shout
  • 9 Stranger in a strange land
  • 10 Scarlet
  • 11 Is that all?

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    babao

    06/01/2008 20.29.34

    ...molti criticano questo album dicendo ke è "troppo religioso"....personalmente penso ke abbiano tutti torto...è decisamente uno degli album più belli fatti dagli u2...anche se tutti i loro album sono eccezionali !!!

  • User Icon

    matteo

    26/07/2007 12.52.32

    L'album, segna una tappa fondamentale degli u2, in quanto procede con lo stile di boy per portarlo, se vogliamo ad un livello anche più alto. Il punto forte dell'album (cioè uno stile che abbiamo già avuto modo di notare in boy), risiede nella classica semplicità dei brani, ma che,paradossalmente, risultano più profondi e strutturati, ad un successivo ascolto. Questa è ,forse, il segreto degli u2; uno stile senza pari, mai eguagliato e che continuerà a segnare la storia della musica, come october. La freschezza dei brani, tutti di ottima fattura (e da risentire allo sfinimento, come rejoice e is that all, oltre alle classiche canzoni citate da tutti, come gloria) dona al giovane gruppo di dublino, nuova verve, fondamentale per i successivi lavori. Il mix di college rock e post punk è semplicemente sorprendente, l'album, è, a conti fatti, uno dei migliori in assoluto del gruppo e uno di quelli chiave della storia del rock. Da sentire e risentire (o da capire, per chi preferisci gli "altri" u2, cioè, quelli che verranno negli anni a venire).

  • User Icon

    ANTONIO

    09/01/2006 22.34.01

    Ottobre 1981. Con il secondo capitolo della loro discografia, gli U2 continuano la strada intrapresa con Boy, anche se October risulta essere meno fresco del predecessore. Alcuni pezzi riusciti, come Fire, Tomorrow e, soprattutto, Gloria, si alternano ad altri evitabili, e questo fa capire che forse la voglia di dare un “figlio” al loro primo disco era più forte della loro ispirazione. Ma fra tutto questo emerge la splendida poesia della canzone che dà il titolo all’album, October, suonata solo con piano e voce quasi sussurrata, a far capire di cosa sono capaci i giovani “dubliners”

Scrivi una recensione