L' officina del diavolo. La più grande operazione di falsificazione della storia - Adolf Burger - copertina

L' officina del diavolo. La più grande operazione di falsificazione della storia

Adolf Burger

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: A. Bianchi
Editore: Nutrimenti
Collana: Documenti
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 4 dicembre 2008
Pagine: 398 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788895842288
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 16,58

€ 19,50
(-15%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' officina del diavolo. La più grande operazione di falsifi...

Adolf Burger

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' officina del diavolo. La più grande operazione di falsificazione della storia

Adolf Burger

€ 19,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' officina del diavolo. La più grande operazione di falsificazione della storia

Adolf Burger

€ 19,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1942 un telegramma raggiunge i comandanti dei campi di concentramento disseminati in territorio tedesco: contiene l'ordine di reclutare tutti gli internati ebrei con esperienza nel settore grafico e di provvedere al loro trasferimento nel campo di Sachsenhausen, alle porte di Berlino. È l'inizio della cosiddetta 'operazione Bernhard', un piano per la produzione su vasta scala di false sterline inglesi e la loro capillare diffusione in Europa e nel mondo. A Sachsenhausen si ritrovano in centoquarantadue, scampati alla morte per fame, per malattia, alle camere a gas. Vengono nutriti, rivestiti. Per la prima volta dal giorno della loro deportazione vengono trattati come uomini. Vivranno in totale isolamento all'interno di due baracche circondate su ogni lato dal filo spinato. Dentro si nasconde una vera e propria officina per la produzione di banconote e francobolli falsi, di documenti contraffatti. Gli internati del 'Kommando' falsari hanno privilegi che gli altri non hanno. Letti comodi, armadietti personali. Mangiano a sufficienza, possono leggere. Ma quel luogo custodisce un segreto che non dovrà mai essere svelato. Impossibile sperare di uscirne vivi. "L'officina del diavolo" nasce dai ricordi di Adolf Burger, numero 64401 a Auschwitz, tipografo nelle baracche 18 e 19 di Sachsenhausen. Racconta le atrocità di Auschwitz e di Birkenau, i dettagli tecnici dell'operazione di falsificazione, le rocambolesche ultime fasi della prigionia, fino alla liberazione.
4
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    monica

    15/03/2012 07:59:58

    Non concordo nel dire che alcune di queste pagine vadano saltate perche' sono altre testimonianze della vita in Lager al contrario penso che vadano ascoltate tutte. Iniziando dalla tracotanza tedesca che si sentiva tanto superiore da non rendersi conto di come questo prigioniero sub-umano li inganno' salvandosi dallo sterminio riuscendo a trasformare la sua gia' scritta condanna a morte in una possibilita' di sopravvivenza e fu proprio questo suo talento che lo rese utile per lo sforzo bellico tedesco. In questo caso significava falsificare ingenti quantita' di valuta estera sterline e dollaro nel Lager di Sachsenhausen, un tentativo della Germania di mettere in ginocchio l'economia degli Alleati sperando di vincere quella guerra ormai persa. Questi prigionieri vivevano in un Lager di sterminio, erano isolati dagli altri prigionieri ma vedevano e sentivano tutto, e pure la loro vita era a rischio nel caso in cui nei tempi stabiliti non riuscissero a produrre la quantita' di denaro falso. Fecero atti di sabotaggio persero alcuni compagni trucidati dalle SS e per quanto riguarda il denaro che fu prodotto gli storici hanno documentato sanno esattamente dove e' finito, la maggior parte nelle tasche dei papaveri nazisti, altro invece fu nascosto e successivamente ritrovato in fondo ad un lago. Non e' un saggio economico sono le testimonianze di sopravvissuti ai Lager nazisti che nonostante fossero consapevoli di cosa stessero facendo avevano ben poco tempo di analizzare i risvolti catastrofici sulle varie economie, erano concentrati a tentare si salvare le loro vite.

  • User Icon

    Luca Perini

    03/01/2011 22:28:49

    Confermo il corretto ed azzeccato commento precedente (Sig. Giancarlo). A parziale scusante suppongo che per un sopravvissuto dei campi di sterminio la necessita' di narrare quanto visto/subito diventi una sorta di disperata necessita'. Cio' pero' non inficia la narrazione di una vicenda (quella della stampa di banconote false) poco conosciuta che ammaglia ed avvince. Effettivamente una trattazione piu' approfondita di questo aspetto e delle implicazioni potenziali sul destino della guerra e del Reich avrebbero giovato all'intera opera. Ma questo e forse piu' il compito per un provetto storico che per un fortunato sopravvissuto.

  • User Icon

    Giancarlo

    06/07/2010 13:49:20

    Per coloro che, come me, affiancano questo libro nella propria biblioteca a decine e decine di volumi sul periodo, posso consigliare di saltare a piè pari le prime 150 pagine in quanto sono il solito resoconto sull'ingresso e sulla vita nel lager che ben conosciamo e nemmeno fra le meglio scritte. Interessante il resto, un argomento poco toccato dagli autori ma sicuramente da conoscere. Ben trattata la questione dal punto di vista organizzativo e pratico e molto belle le illustrazioni alcune essenziali alla spiegazione. Peccato non aver approfondito maggiormente gli aspetti economico-finanziari della vicenda. GR

Note legali