Categorie

Ronald H. Balson

Traduttore: R. Scarabelli
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2016
Pagine: 467 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811670193

Letto il primo romanzo dell’autore, Volevo solo averti accanto, avevo molto apprezzato il suo stile e il genere di contenuti, così ero attratta da questo nuovo titolo per ovvie ragioni.
Il romanzo si articola in più storie, da una parte c’è Jack, a quanto pare implicato in una truffa multimilionaria, dall’altra Arif, un medico palestinese che tiene molto alla propria nipote. Ad un certo punto, si capisce che le due storie sono legate, la nipote di Arif è infatti la figlia di Jack, illegalmente sottrattagli.

Potrebbe sembrare una semplice per quanto drammatica storia di rapimento infantile, ma non è solo questo. La truffa di fatto nasconde molti interrogativi, le persone coinvolte spariscono o muoiono, mentre ad Hebron Arif cerca di organizzare attentati terroristici di tipo batteriologico. Le due vicende potrebbero essere ancora legate, per questo interviene la CIA, seppure sotto copertura. Avvocato difensore per lo studio di Jack è tra gli altri Catherine, la stessa avvocatessa del primo romanzo dell’autore e così tra i protagonisti c’è anche il suo fidanzato Liam, investigatore privato.

Il cliente truffato, nel corso della storia, assume poi contorni sempre meno nitidi. Terribili sospetti e rivelazioni prendono parte in tutto il romanzo, la storia prende molto ed è ricca di colpi di scena. Riuscirà Jack a riabbracciare la sua Sophie? Nell’eterna lotta tra il bene e il mare, chi vincerà questa volta? Leggete il romanzo per scoprirlo. In questo romanzo ci sono tanti sentimenti, emozioni, eventi, storia, è nel complesso ricco e variegato, per tutti i gusti insomma.

Tenero e disperato è l’amore di Jack per la sua Alina e la piccola Sophie… cosa saremmo disposti a fare per chi amiamo di più al mondo? C’è da chiederselo. La questione palestinese viene analizzata a livello storico per cui viene riportata proprio la storia di quei luoghi costantemente infiammati dall’odio religioso, con la speranza che i conflitti prima o poi cessino.

Recensione di Stefania Scarano


Dopo il grande successo di Volevo solo averti accanto, esordio rivelazione del 2015 per mesi in vetta alle classifiche italiane e vincitore del Premio selezione Bancarella, Ronald Balson torna con un nuovo romanzo.

«Ronald Balson ha scalato le classifiche con il passaparola ed è stato tradotto in mezzo mondo.» - Silvana Mazzocchi, la Repubblica

«Un nuovo avvocato diventato bestsellerista protagonista di una bella fiaba editoriale.» - Bruna Giordani, TL-La Stampa

«Come in Volevo solo averti accanto, Balson attraverso i suoi personaggi descrive il lato umano di uno dei conflitti più bui della Storia.» - Publishers Weekly

C’è una bambina a Hebron, in Palestina, che ha appena sei anni e non vuole andare a scuola. Non è una bimba capricciosa o ribelle, ha solo paura di essere presa in giro perché nessuno dei bambini della sua età parla la sua lingua. Suo nonno, il dottor Arif al-Zahaii deve convincerla ad uscire di casa e fare la brava bambina.

C’è un uomo in fuga, Jack Sommers, su un aereo diretto alle Hawaii. Nella sua valigia ci sono molti soldi e importanti documenti. Il suo capo lo sta aspettando inutilmente nella sede della sua società in liquidazione. Il suo compito è quello di portare a termine una transazione di trecento milioni di euro. Invece si trova all’aeroporto di Honolulu, sotto mentite spoglie, con assegni per un totale di ottantotto milioni di dollari. Cosa sta cercando? Come mai è scappato in questo modo? Davvero il dottor Sommers sarebbe capace di tradire la fiducia dei suoi soci?
No, non lo è. Basta leggere attentamente questa storia per rendersi conto che Sommers non è né un ladro né un truffatore. È solo un uomo che all’improvviso ha perso la sua famiglia, sua moglie Alina e la sua splendida figlia Sophie.

L’amore tra Jack Sommers e Alina è un amore impossibile, perché lui è israeliano e lei è palestinese. Quando la donna muore, all’improvviso, suo padre decide di mettere fine a quella situazione, mai veramente accettata, e di portare via a suo padre la piccola Sophie. Per poterla riabbracciare, però, l'uomo è pronto a tutto, anche a innescare un meccanismo a catena in grado di sconvolgere molte vite.

Saranno due personaggi già noti ai lettori dello scrittore ed avvocato Ronald Balson, gli investigatori di Chicago Liam e Catherine, a collegare tutti i fili di questa storia. Una storia potente sulla forza dei sentimenti che abbatte le barriere dell’intolleranza e dei conflitti.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro ^_^

    18/09/2016 17.57.51

    Pur apprezzando l'abilità narrativa di Ronald Balson, leggendo questo romanzo non ho provato le emozioni di "Volevo solo averti accanto". Il libro è ben scritto, sufficientemente coinvolgente ma non va oltre un buon romanzo d'azione. Da apprezzare il tentativo di spiegare al lettore le problematiche del conflitto israeliano-palestinese, tentativo riuscito solo in parte grazie al dialogo fra Kayla e Liam prima della loro missione in Palestina. Il resto è un mix di spionaggio, azione e sentimenti con tanto di lieto fine. ^_^

  • User Icon

    francesca

    06/09/2016 18.07.33

    Anche con questo romanzo, come con "Volevo solo averti accanto", l'autore affronta una pagina di storia del nostro tempo: si tratta del contrasto arabo israeliano che affonda le sue radici alla fine del secondo conflitto mondiale e che, di fatto, non è ancora risolto. Gli avvenimenti sono però presentati di riflesso, attraverso le vicende private del protagonista, Jack, affiancato dai due personaggi, Liam e Cat, introdotti nel primo romanzo dell'autore: i fatti si susseguono veloci, con ritmo incalzante e prevalgono sull'analisi dei sentimenti o dei caratteri dei protagonisti, ma, comunque, non mancano pagine di forte carica emotiva, a volte forse troppo provocata. Pur con questo limite, secondo me presente anche nell'altro romanzo, è una bellissima lettura.

  • User Icon

    Isa

    23/07/2016 07.35.40

    Romanzo bello e avvincente con la storia complessa di Israele e del Medio Oriente che fa da sfondo.

  • User Icon

    annalisa

    31/05/2016 10.08.56

    Trama molto interessante anche se si intuisce fin dall'inizio il grado di coinvolgimento dei vari personaggi. Bello spaccato di storia "ebraica" con particolare interesse per l'integralismo feroce che persiste nella roccaforte di Hebron. ..storia ben articolata. Dopo lo splendido Volevo solo averti accanto non era facile rimanere all'altezza. ..invece così è stato.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione