Categorie

Carlo Mazzantini

Editore: Marsilio
Anno edizione: 2000
Pagine: 298 p.
  • EAN: 9788831773591
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ant

    22/06/2006 18.33.53

    Storia d'amore che s'intreccia, sopratutto, sulle tradizioni popolari italiane prima e irlandesi poi. Secondo me è troppo aulico, non per tutti i palati, solo per raffinati(o presunti tali)

  • User Icon

    ANDREA VENTURA

    11/06/2005 13.45.04

    Ritenevo di aver letto tutto ciò che un'autobiografia può trasmettere inoltrandomi qualche anno fa in quella di Saverio Tutino ("L'occhio del barracuda. Autobiografia di un comunista") che visse Cuba rivoluzionaria come Mazzantini visse la Parigi del dopoguerra, dove incontrerà la straordinaria figura di ragazza irlandese che divenne sua moglie. Mazzantini vi aggiunge la sottile amarezza di aver vissuto sempre sul sentiero dei giusti con il sogno di una cosa impalpabile, difficile a dirsi: la sconfitta del tempo e la vittoria degli uomini retti, di quelli che si fanno prendere, ci mettono la faccia e la vita e infine pagano il prezzo per tutti. In fondo Mazzantini continua ad esplorare il mistero delle minoranze che saldano il conto. Anche l'intellettualità comunista e azionista ha avuto lo stesso problema, ma dall'altra parte, dalla parte di chi non ha "onorato gli dei, rispettato gli uomini e amato la patria" (penultima pagina) ma ha amato i sistemi di pensiero capaci di redimere con l'azione e le rivoluzioni. C'è poi la presenza femminile, molto liricizzata. E Parigi. Parise, Tutino, Mazzantini e ... Parigi, l'eterna città dell'incontro con una donna, con l'impegno politico, la cultura, l'arte, le partenze per Cuba e per altri mondi possibili e impossibili. Parigi scrigno, la donna scrigno, la vita scrigno di ognuno di noi che non sempre ha tanta storia come l'autore.

Scrivi una recensione