L' olio nel Regno di Napoli nel XVIII secolo

Aldo Montaudo

Anno edizione: 2006
In commercio dal: 28 febbraio 2006
  • EAN: 9788849510997
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 45,00

Venduto e spedito da IBS

45 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Il volume ricostruisce la complessa vicenda economica e finanziaria del settore oleario nel Regno di Napoli nel corso del XVIII secolo. L'olio meridionale provvedeva a soddisfare le esigenze soprattutto alimentari della popolazione del Regno e in particolare della sua popolosa capitale. Ma, molto richiesto nei primari centri industriali europei per le necessità delle industrie del sapone e tessili, era anche la principale voce d'esportazione del Regno. In definitiva, il settore oleario era al centro di una intricata rete di interessi pubblici e privati - governo, fisco, proprietari, appaltatori di imposte, mercanti, venditori al dettaglio, ecc. - non di rado in contrasto tra loro e non sempre conciliabili. Il volume, sulla scorta di un'ampia e in larga misura originale documentazione d'archivio, nella prima parte, L'"oro" del Regno di Napoli, analizza le principali variabili strutturali del settore e l'andamento del commercio interno e internazionale dell'olio meridionale. Nella seconda, Gli interessi in gioco, ripercorrendo la storia finora trascurata dell'annona olearia di Napoli, restituisce l'instabile equilibrio in cui il settore nel secondo Settecento si trovò a operare, tra monopoli ed esperimenti liberisti, interessi ed esigenze contrapposte che, investendo il principio della libertà di esportazione, finirono per oscillare tra la difesa del fabbisogno interno e quella dei traffici internazionali.