L' ombra di Heidegger - José Pablo Feinmann - copertina

L' ombra di Heidegger

José Pablo Feinmann

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: L. Sessa
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 5 luglio 2007
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788854502031
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 8,10

€ 15,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È il 1948 e Dieter Muller, allievo del maggiore filosofo del Novecento, il pensatore tedesco Martin Heidegger, prima di compiere il gesto estremo di togliersi la vita, scrive una lunga lettera al figlio. La lettera illumina il clima della cultura tedesca degli anni Trenta, la percezione di trovarsi dinanzi a una svolta cruciale della storia umana in cui si sfidavano nel duello finale, in una vera e propria apocalisse dell'accadere storico, l'universalismo giudaico-cristiano della tecnica, rappresentato dal dominio anglo-americano, e le forze della tradizione europea. Sono gli anni in cui il nazionalsocialismo trionfa, e Martin Heidegger si trasforma nel profeta di una intera generazione chiamando la gioventù tedesca alla lotta per la grandezza perduta della Germania sotto la guida del Fuhrer. Dieter Muller racconta al figlio la sua fede incrollabile in quegli ideali, e il fervore con cui lui e altri giovani intellettuali tedeschi del tempo condussero quella battaglia. Finché, rifugiatosi in Argentina dopo la guerra, la foto di un ebreo condotto alla camera a gas dalle SS, lo pone dinanzi alla terribile verità del genocidio e della soluzione finale. Una verità insopportabile per Dieter Muller, che non esita a porre fine alla propria vita. Dall'istante in cui entra in possesso della lettera del padre, un solo pensiero ossessiona il giovane Muller: rintracciare il responsabile della fine del padre, Martin Heidegger.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Luca Ormelli

    26/09/2007 15:56:20

    Sontuosa l'intuizione del borgesiano Feinmann di articolare diegeticamente una narrazione ove confluissero la fittizia biografia eppure ben corroborata di documentazione storica di un allievo dell'Heidegger del Rettorato e la magmatica, catartica attrattiva del pensiero e del suo pensatore entrambi ben pres-enti nel libro attraverso lacerti del "Libro" (Essere e Tempo) e delle prolusioni accademiche del genio teutonico. Meno riuscita a mio avviso perché più di mestiere la ricerca che si dipana lungo la seconda parte di una chiave all'"inestricabile" enigma della adesione di Heidegger al nazionalsocialismo. Gustosissimi i giudizi che per bocca del professore e "filosofo minimo" Dieter Müller vengono espressi di Ortega y Gasset (peraltro non nominato ma facilmente identificabile) e di Sartre, pensatore brillantemente emulativo ma ottimo scrittore di filosofia. Di corredo una lucida postfazione di due tra i maggiori esegeti italiani del Maestro di Friburgo, Franco Volpi e Antonio Gnoli.

  • José Pablo Feinmann Cover

    José Pablo Feinmann è nato a Buenos Aires nel 1943. Docente di filosofia, ha pubblicato numerosi saggi e dei romanzi che lo hanno segnalato come uno degli scrittori di punta della letteratura argentina contemporanea. I suoi libri sono: Últimos días de la victima (Gli ultimi giorni della vittima, Feltrinelli, 1993), Ni el tiro del final (1981), El ejército de ceniza (L'esercito di cenere, Giunti, 1995), La astucia de la razón (1990), El cadáver imposible (Il cadavere impossibile, Marcos y Marcos, 2004), Los crimines de Van Gogh (Cinebrivido, Marcos y Marcos, 1998), El mandato (2000) e La crítica de las armas (2003). L’ombra di Heidegger (Neri Pozza, 2007) ha ottenuto in Argentina un enorme successo di critica e pubblico. Approfondisci
Note legali