The Omen. Il presagio di Richard Donner - DVD

The Omen. Il presagio

The Omen

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Omen
Paese: Stati Uniti
Anno: 1976
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 6,25

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 6,25 €)

Incapace di dare alla moglie la tragica notizia che il loro bimbo è nato morto, il diplomatico americano Robert Thorn lo sostituisce con un orfano appena nato. I particolari della sua nascita rimangono segreti ma quando Damien cresce, diventa evidente che non è un bimbo come gli altri. Accadono misteriose morti, succedono strani avvertimenti. Robert Thorn poco a poco scopre il demonio che si nasconde dietro gli occhi ingenui di suo figlio ed il significato del numero 666, che racchiude in sé una spaventosa rivelazione. Il film ha avuto vari seguiti.
4,5
di 5
Totale 18
5
12
4
4
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sandro Gramm. '74

    08/04/2019 06:35:11

    Un horror fatto come si deve, contenuti seri, trama intrigante, film che stimola profonde riflessioni sulla natura del Male. Classico.

  • User Icon

    Ernesto

    08/02/2013 22:14:54

    "The Omen. Il presagio" è sicuramente un buon horror, ma affermare che superi di gran lunga "L'Esorcista" mi pare un pò azzardato. Una scena su tutte penalizza un pò il film. La morte del prete infilzato dal parafulmine. Bastava uno scarto a destra o a sinistra e il sacerdote avrebbe potuto evitare tranquillamente il parafulmine. A meno che(visto che aveva il cancro)non volesse morire. Ma non credo, visto il suo tentativo di fuga iniziale per cercare un riparo.

  • User Icon

    /\/\/\

    19/09/2008 21:55:03

    straordinario, dalla regia alle interpretazioni(su tutte quella di billie whitelaw(la tata)) fino alla colonna sonora. sicuramente uno dei migliori film del genere(supera di gran lunga l'esorcista). da vedere!!!

  • User Icon

    Golem Meister

    13/03/2007 21:55:25

    Il regista Richard Donner ha sempre voluto parlare di questo film come di un thriller psicologico, piuttosto che di un horror e, secondo molti, con ragione. Il punto più importante del film infatti non è sapere se, alla fine, il bambino è l’anticristo oppure no, quanto piuttosto il tormento interiore del protagonista, che si vede costretto a convivere con la tremenda possibilità che sia tutto vero, salvo poi avere dei ripensamenti, subito messi in dubbio però da altri inquietanti avvenimenti nel corso del film. Un film realizzato per l’incredibile cifra di 2.250.000 dollari (ridicola, se si pensa ai mostruosi compensi dei soli attori del giorno d’oggi), che ebbe un enorme successo di pubblico negli USA, il quale fece guadagnare alla FOX, che produsse il film, i soldi necessari per produrre l’anno successivo il primo Star Wars, e che portò il regista Donner a dirigere il primo Superman. Il film ha portato fortuna anche a Jerry Goldsmith: infatti il compianto compositore conquistò il tanto desiderato oscar (l’unico della carriera, su diciassette candidature) proprio con le musiche scritte per questo film. Il regista Donner ancora oggi attribuisce almeno il 50% del successo del film alla musica di Goldsmith e, se si pensa che un altro famoso caso in cui un regista ha fatto una dichiarazione di questo tipo è stato quello di Spielberg per le musiche di John Williams nel film “Lo Squalo”, non gli si può proprio dare torto.

  • User Icon

    Lucio

    22/07/2006 11:28:26

    Credo che sia stato il thriller piu mozzafiato visto fin'ora... Eccezionale l'interpretazione di Gregory Peck, suggestiva la figura di Billie Whitelaw, Lee Remick bellissima e grande interprete... Il bambino quasi incosapevole della realtà in cui è proiettato, lo rende un piccolo grande interprte. In fondo non è un film sull'Anticristo, ma la storia di un uomo che, per amore, mente alla moglie e questo gli provoca un danno irreparabile... All'inizio sembrava un film insignicante, quasi stavo per adfdormentarmi, ma piano piano si è rivelato tutto nella sua paura... E' un film da comprare e da vedere piu volte.

  • User Icon

    tony

    08/07/2006 20:12:32

    un film davvero reale . stupendo

  • User Icon

    DAMIANO FONTI

    23/06/2006 01:21:35

    BELLISSIMO, PURTOPPO FILM DI PAURA COSI' ADESSO NON NE SANNO PIU' FARE, PERCHE' BANALIZZANO TUTTO CON GLI EFFETTI SPECIALI, TRALASCIANDO LA TRAMA, UN ESEMPIO: L'ESORCISTA LA GENESI CHE HO VISTO AL CINEMA E MI HA FATTO CAPIRE COME PRIMA FOSSERO DEI GENI INVECE ORA LE COSE VENGANO FATTE DA PERSONE INCAPACI.TORNANDO A DAMIAN TROVO CHE IL PRIMO SIA QUELLO PIU' BRIVIDOSO E ANGOSCIANTE.

  • User Icon

    isabella

    15/06/2006 20:07:04

    bel film che vale la pena di vedere per una serata in compagnia del diav....em scherzavo.fantastica mia farrow nel ruolo della governante.bella la scena del bambino che entra in chiesa e poi la scena dello zoo.vedetelo e godetevi il brivido intrigante.baci baci

  • User Icon

    giuseppe

    14/06/2006 20:26:48

    questo film è stato fantastico!!!!!nonostante avessi già visto la vecchia versione mi ha fatto rabbrividire ugualmente!!!!

  • User Icon

    Tatiana

    12/06/2006 17:07:11

    E' un film meraviglioso, interpretato magistralmente. Il bambino anche se piccolo è un ottimo attore che con il suo sguardo diabolico incute ansia e paura. Non so com'è quello nuovo perchè in questo mperiodo non guardo questo genere di film (sono mincinta), ma tra un mese e mezzo lo potrò guardare a valutare la differenza tra i due film.

  • User Icon

    stefano

    08/06/2006 18:08:42

    secondo me bellissimo. di film horror ne ho visti molti, ma questo è unico,ottimo tutto e da oscar le musiche. senza mostrare troppe schifezze come fanno molti film, ha saputo trasmettere paura e angoscia con un argomento che molti faticano a dire "è solo un film".inquietante il bambino e la governante, bellissima la scena dello zoo e quando va in chiesa.

  • User Icon

    claudia

    31/01/2006 22:00:29

    bellissimo esempio di horror non sanguinolento,inquietante ma solo per estimatori del genere

  • User Icon

    NICOLATOR

    31/10/2005 22:08:15

    E'un film ben interpretato con scene che fanno venire la pelle d'oca.LO CONSIGLIO CALDAMENTE A CHI NON VUOLE FARE LA NOTTE SOGNI TRANQUILLI.

  • User Icon

    Mauro68

    14/09/2005 16:39:06

    Onesto film dell'orrore. Visto adesso, mostra i segni del tempo, anche se le rughe non sono poi tanto profonde. La tensione cresce bene, ed alcune scene sono davvero cruente, nonostante si noti il basso budget a disposizione. Valido il finale, ottima la colonna sonora, buone le interpretazioni.

  • User Icon

    ATTILA

    27/02/2005 18:55:55

    BELLO ED INQUIETANTE

  • User Icon

    Alessandro Rodighiero

    21/05/2004 15:59:51

    Il punto di partenza del film è già orrendo: è impensabile di sostituire ad un neonato morto un' altro neonato che non si sa neppure da dove arrivi, e lo sviluppo della trama è patetico, perchè il bimbo è nato il 6 Giugno alle 6.00: è quindi il figlio del diavolo, l' Anticristo descritto nell' Apocalisse. Meno male però che a rendere il film un pò più piacevole ci sia Gregory Peck (sempre insuperabile), una splendida colonna sonora (Jerry Goldsmith ha giustamente meritato l' Academy Award), e le atmosfere scure intrise di terrore e suspense che portano molto spesso a una conclusione sanguinosa.

  • User Icon

    Antonio

    16/03/2004 19:04:47

    Un capolavoro!ma,a dire il vero,l'intera trilogia di OMEN è stupenda e va assaporata in tutta la sua essenza!Il film segue il filone demoniaco innaugurato da L'ESORCISTA,raccontando la nascita e la crescita,sulla terra,dell'anticristo.Il regista R.Donner,riesce a catturare l'attenzione dello spettatore sin dalle battute iniziali,coinvolgendolo in quel clima di angoscia,alimentato dall'ottima colonna sonora di G.Goldsmith(oscar meritatissimo!)

  • User Icon

    claudio

    03/11/2001 22:39:39

    stupendo in videocassetta meraviglioso in DVD era ora!!

Vedi tutte le 18 recensioni cliente
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 111 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Italiano (Mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento audio del regista Richard Donner; documentario: "666: The Omen revealed"; cortometraggio: "Curse or coincidence"; interviste: interviste a Jerry Goldsmith; trailers
  • Gregory Peck Cover

    "Attore statunitense. È uno dei più importanti e amati attori della storia del cinema, sempre capace di coniugare una imponente presenza scenica con il fascino rassicurante della sua recitazione e con la scelta di ruoli istintivamente vicini ai gusti del pubblico e spesso segnati da un alto valore epico. Affascinante e già talentoso, recita in teatro prima di debuttare nel cinema in Tamara figlia della steppa (1944) di J. Tourneur; arriva subito al successo con il melodramma Le chiavi del paradiso (1944) di J.M. Stahl, seguito dall'incontro con A. Hitchcock che lo dirige in Io ti salverò (1945) e Il caso Paradine (1947). Nel 1946 consacra la sua stella con il western Duello al sole di K. Vidor, mostrando di essere a proprio agio in tutti i generi cinematografici. Vacanze romane (1953) di W.... Approfondisci
  • Lee Remick Cover

    "Attrice statunitense. Giovane e bella esordiente col Kazan più sferzante (Un volto nella folla, 1957), perla nel torrido Sud di La lunga estate calda (1958) di M. Ritt, si dimostra subito attrice duttile nella suspense estenuante di Anatomia di un omicidio (1959) di O. Preminger, così come nella provocazione erotica di Fango sulle stelle (1960) di E. Kazan. Intensa protagonista incline all'alcol in Il grande peccato (1960) di T. Richardson e, soprattutto, in I giorni del vino e delle rose (1962) di B. Edwards (interpretazione che le vale una nomination), è invece spumeggiante nella commedia farsesca Letti separati (1963) di A. Hiller. La densa e mai interrotta attività in tv – da Los Angeles 5o distretto polizia (1973) di R. Butler a La spiaggia dei giorni felici (1980) di M. Tuchner – lascia... Approfondisci
Note legali