Categorie

Giancarlo De Cataldo

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Pagine: 185 p. , Brossura
  • EAN: 9788806186951

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Raffaele Marando

    10/10/2008 18.03.29

    Vedete sulla destra l'elenco dei libri di De Cataldo? Bene, li ho letti tutti e posso purtroppo dire che questo è il meno riuscito. Non soltanto per la notevole pecca narrativa di rivelarci l'identità dell'assassino quando ancora mancano molte, troppe pagine alla fine; nè per un generale abbassamento della qualità stilistica rispetto al normale modo di scrivere del nostro, che forse ha ritenuto necessario adeguarsi ai gusti di un pubblico "popolare"("Onora il padre" uscì per i Gialli Mondadori, con l'autore sotto pseudonimo). Il vero guaio è un altro. Dov'è quel forte, gustosissimo sapore di verità che ci aveva affascinato in "Romanzo criminale" e più ancora in "Nelle mani giuste"? Dov'è la foto precisa e senza filtri della dark side della società, dove i suoi ritratti nitidi di anti-eroi boia e vittime, immersi fino al collo nel contesto che li ha portati ad essere quel che sono? Qui abbiamo figurette convenzionali, raccattate da film americani di quelli banali e trasportate sulla riviera romagnola. Già i nomi... Prosperi, il capo dei cops riminesi, un bulldog sempre pronto ad accendersi, appunto, come un fiammifero, ma capace (figuratevi!)di andare a bere con uno dopo che costui lo ha steso a cazzotti, in puro stile hollywoodiano. Colonna, il solidissimo protagonista senza macchia, senza paura e senza vizi, infanzia infelice ma anche studi sui profili criminali a Quantico, perspicace al punto da far sembrare cretini tutti gli altri, bello e cupo, inevitabilmente amato dalla bella dottoressa, a cui concede il minimo indispensabile di sè, proprio perchè lei insiste. Le uniche pagine in cui si ritrova il De Cataldo narratore di gran livello, curiosamente, sono quelle in cui l'io narrante è il serial killer. Qui, tra farneticazioni pseudo-religiose e pianificazioni delle azioni, il magistrato-scrittore ci cala finalmente in una personalità complessa e credibile, quella del mostro; e ci fa partecipi della sua condivisibile indignazione per uno degli aspetti più cattivi e disumani della società in cui viviamo.

  • User Icon

    Paolo Bertoni

    27/05/2008 11.31.24

    Abbastanza ritmato e coinvolgente, ma i dialoghi ed il rapporto padre-figlio sono delineati facendo ricorso a troppi luoghi comuni psicologici. "Romanzo criminale" è decisamente superiore.

  • User Icon

    Paolo

    24/03/2008 22.40.05

    Veramente bello... da leggere

  • User Icon

    mauro

    24/03/2008 16.04.15

    Un libro avvincente, piacevole da leggere, prende ritmo pagina dopo pagina. Si inizia ad individuare un po' troppo presto chi è in realtà il "Figlio dei fiori", ma comunque un libro che "prende" fino all'ultima riga.

  • User Icon

    Silvia

    16/03/2008 18.04.26

    Non male anche se all'inizio non mi aveva convinto; ho continuato la lettura che è diventata decisamente più scorrevole e coinvolgente e mi ha permesso di trascorrere dei momenti di profondo relax.

  • User Icon

    NADIA3

    04/03/2008 16.24.12

    Finalmente un bel giallo,profondo con una prosa asciutta ma stilisticamente ben delineata e, anche se il finale era un pò "telefonato",era da un pezzo che non leggevo un libro dal quale ho fatto fatica a staccarmi ,tanto da finirlo(purtroppo) in pochissimo tempo.

  • User Icon

    Andrea

    15/02/2008 08.45.53

    Sono un grande ammiratore di De Cataldo (Romanzo Criminale è straordinario) e anche questa volta è riuscito a scrivere un ottimo libro. Bel noir, avvincente e coinvolgente. Consigliatissimo.

  • User Icon

    marylla

    11/02/2008 08.31.21

    Complimenti a De Cataldo per questo libro che ho trovato veramente avvincente tanto da leggerlo in una sola notte.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione