Un onorevole siciliano. Le interpellanze parlamentari di Leonardo Sciascia - Andrea Camilleri - copertina

Un onorevole siciliano. Le interpellanze parlamentari di Leonardo Sciascia

Andrea Camilleri

Scrivi una recensione
Editore: Bompiani
Collana: AsSaggi
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 4 novembre 2009
Pagine: 192 p., Brossura
  • EAN: 9788845263514
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,00

€ 12,00
(-50%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Andrea Camilleri racconta l'esperienza parlamentare di Leonardo Sciascia, attraverso le interrogazioni parlamentari che lo scrittore di Racalmuto presentò, dalle file del partito radicale, tra il 15 dicembre 1979 e il 31 gennaio 1983. Camilleri, che a Sciascia fu legato da consuetudine e amicizia, ne mette in luce la passione politica autentica; la lucidità, l'approccio mai ideologico ma sempre ancorato a una analisi dei fatti acuta e spietata, comunque sempre scomoda e insofferente al potere. Gli argomenti di queste interrogazioni sono, tutti, di estrema attualità, allora come oggi; i casi di cronaca affrontati sono tuttora ferite aperte: la mafia, l'uccisione del magistrato Ciaccio Montalto, il caso Pecorelli, il petrolio, l'uso delle armi da parte delle forze dell'ordine. Dalla voce di Andrea Camilleri, e dagli interventi di Sciascia emerge, insomma, un ritratto impietoso di un'Italia incapace di fare i conti con il proprio passato; e colpevolmente sorda alle parole di chi, con tutto il rigore della ragione, dimostrava di amarla.
4,67
di 5
Totale 6
5
4
4
2
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    steafia

    08/03/2019 17:26:46

    Assolutamente da leggere..Camilleri si supera in ogni suo scritto. Consigliatissimo!!

  • User Icon

    Cesco

    19/09/2018 14:48:00

    Camilleri in una veste inedita, parla di un altro grande comterraneo

  • User Icon

    Andrea Giostra

    02/01/2013 14:04:10

    Andrea Camilleri, "Un onorevole siciliano. Le interpellanze parlamentari di Leonardo Sciascia", Ed. Bompiani, Milano, 2009. Un libro che consiglio di leggere a tutti quelli che vorrebbero fare politica, si apprestano a fare politica, o fanno già politica. E anche a quelli che politica non ne vogliono fare ma vogliono capirne qualcosa. Un libro che raccoglie gli interventi di Sciascia in senato, quanto mai attuali e contemporanei, anche se sono stati fatti più trent'anni fa!

  • User Icon

    Giacomo Di Girolamo

    19/01/2010 10:29:35

    Il più importante omaggio a Sciascia pubblicato in occasione del ventennale della sua scomparsa. Un parlamentare che interveniva poco, pochissimo, ma lo faceva con grandissimo stile, incompresa arguzia, e un'onesta intellettuale davvero di un altro secolo. Una specie di veggente, il parlamentare Sciascia. E, come tale, inascoltato. E' un lavoro importante, quello di Camilleri, che da siciliano davvero onorevole si dimostra a suo agio nello studio tanto dei pizzini di Provenzano quanto delle interrogazioni e interpellanze di Sciascia. Da notare, poi, che il metodo che Camilleri applica allo studio delle undici interpellanze di Sciascia è lo stesso che Sciascia medesimo applicava allo studio delle carte di Moro...uno studio delle intenzioni, per ricostruire piccoli frammenti di storia. E anche la conclusione, da Moro a Sciascia, dal terremoto del Belice alla mafia, è sempre la stessa. la verità non esiste, perchè il potere non la vuole.

  • User Icon

    Nino

    17/11/2009 16:01:29

    Camilleri ricorda a distanza di vent'anni dalla morte di uno dei più grandi scrittori, pensatori e politici italiani, il siciliano Leonardo Sciascia. Leggendo oggi certe sue relazioni ed interpellanze parlamentari, ci si rende conto di quanto siano ancora attuali le tematiche affrontate e quanto ci siano soluzioni attuabili ma lontano dalla testa degli "ingovernabili". Approfondimenti sul caso Moro che in un normale paese ghiaccerebbero ogni liquido in corpo. Grande uomo e grazie a Camilleri che lo ricora. Da leggere.

  • User Icon

    massimo r.

    12/11/2009 10:54:02

    Rileggere in questi tempi gli interventi del mai troppo rimpianto Sciascia è un esercizio di civiltà. Avercene adesso di questi Uomini in questo Parlamento di uominicchi...E lunga vita a Camilleri.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Andrea Camilleri Cover

    Nato a Porto Empedocle (Agrigento), Andrea Camilleri vive da anni a Roma.  Dal 1939 al 1943, dopo un periodo in un collegio da cui viene espulso, studia ad Agrigento al Liceo Classico Empedocle dove ottiene la maturità classica senza dover sostenere l’esame a causa dell’imminente sbarco degli alleati in Sicilia. A giugno inizia, come ricorda lo scrittore, "una sorta di mezzo periplo della Sicilia a piedi o su camion tedeschi e italiani sotto un continuo mitragliamento per cui bisognava gettarsi a terra, sporcarsi di polvere di sangue, di paura".  S’iscrive all’Università (Facoltà di lettere) ma non si laureerà mai. Si iscrive anche al Partito Comunista.Inizia a pubblicare racconti e poesie e vince il Premio St... Approfondisci
Note legali