Opere - Giuseppe Tomasi di Lampedusa - copertina
Salvato in 22 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Opere
76,00 € 80,00 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
Opere 760 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
76,00 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
76,00 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Opere - Giuseppe Tomasi di Lampedusa - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Dettagli

2004
1 gennaio 2004
2040 p.
9788804531777

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Pari92
Recensioni: 5/5

La vicenda ha inizio all'epoca della spedizione dei mille. I garibaldini sono sbarcati a Marsala e tutta l'isola è in fermento. Nel palazzo di Don Fabrizio Corbera principe di Salina, discendente da un'antica famiglia aristocratica il cui stemma è un gattopardo rampante, si percepisce che i tempi stanno cambiando. La nobiltà è ormai in declino mentre la nuova classe sociale, quella degli arricchiti borghesi, mezzadri e amministratori si sta ormai insidiando ai vertici delle istituzioni. Rifiutato da molti editori, questo libro fu grazie all'ostinazione di Giorgio Bassani che non si arrese trovando il consenso di Giangiacomo Feltrinelli, il più estremista degli editori, che nella sua polemica con la sinistra tradizionale decise per la pubblicazione del libro facendo anche un grosso colpo editoriale. “Il gattopardo” rimane uno dei libri più venduti al mondo. Il romanzo per eccellenza che forse letto da meridionale emigrato al Nord ha il sapore di una consapevolezza e di una forte verità. Ho apprezzato dalla prima all'ultima pagina, ve lo consiglio. Poi questa edizione meridiano è favolosa.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

La recensione di IBS

Oltre al Gattopardo, uno dei più celebri casi letterari ed editoriali del nostro secolo, il corposo Meridiano presenta i racconti, alcuni saggi degli anni Venti e il testo delle lezioni di letteratura inglese e francese che Tomasi, raffinato lettore, tenne a un ristretto e selezionatissimo gruppo di amici e discepoli. Ogni testo è accompagnato da una premessa critico-biografica firmata da Gioacchino Lanza Tomasi, musicologo e figlio adottivo dello scrittore.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

1896, Palermo

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, duca di Palma e principe di Lampedusa si formò su scritti illuministici e raccolte di relazioni militari. Il suo casato ha origini bizantine ed è uno dei più antichi del Regno delle Due Sicilie. Da bambino studiò nella sua casa a Palermo sotto l'insegnamento di una maestra, della madre e della nonna, che gli leggeva i romanzi di Emilio Salgari. Frequentò il liceo classico a Roma e in seguito a Palermo. Sempre a Roma nel 1915 s'iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza, senza terminare gli studi. Nello stesso anno venne chiamato alle armi, partecipò alla disfatta di Caporetto e fu fatto prigioniero dagli Austriaci, in Ungheria. Riuscito a fuggire, tornò a piedi in Italia. Divenne narratore solo nella seconda...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore