L' ordine del tempo

Carlo Rovelli

Editore: Adelphi
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 25/05/2017
Pagine: 207 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845931925

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Fisica

Disponibile anche in altri formati:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    04/06/2018 16:41:00

    Un testo chiaro anche se non semplice. Apre tante porte per chi vuole capire di più sulle scoperte recenti della fisica. Da non mancare

  • User Icon

    nicola

    10/04/2018 17:35:04

    Tema complesso ma trattato con molta semplicità e chiarezza.

  • User Icon

    Davide

    27/02/2018 12:33:19

    interessante, chiaro, scritto con passione ed incanto.. bellissimo

  • User Icon

    Gianluca

    19/12/2017 14:30:35

    Un libro interessante, affascinante, commovente che offre molteplici spunti di riflessione affrontando il soggetto da differenti prospettive. Mai banale da leggere e rileggere e con una ricca bibliografia

  • User Icon

    n.d.

    01/11/2017 12:13:19

    Anche questo un bel libro di Rovelli, comprensibile anche ai non addetti ai lavori

  • User Icon

    n.d.

    16/10/2017 19:57:59

    Interessante e chiaro nell'esposizione

  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 16:18:15

    Eccezionale

  • User Icon

    Anna

    22/08/2017 22:22:02

    Molto coinvolgente e chiaro nelle argomentazioni anche per i non "addetti ai lavori". L'ho decisamente preferito a "Sette brevi lezioni di Fisica"... penso che proverò a leggere ancora qualcos'altro di Rovelli.

  • User Icon

    alessandra r.

    14/08/2017 10:04:45

    Dopo avere visto la serie tv Genius su Einstein, questi argomenti mi affascinano sempre più, e questo libro ci introduce e ci spiega in maniera semplice ma non falsata, alcuni dei misteri più complessi. Consigliato senza ombra di dubbio a chi è affascinato da queste cose.

  • User Icon

    Giuliana

    13/08/2017 15:06:20

    Testo utile per (tentare di) superare la “sfocatura” della percezione delle cose attraverso l' apprendimento di poche e sane nozioni di fisica.

  • User Icon

    angelo

    24/07/2017 09:25:31

    Ingredienti: un viaggio alla ricerca del tempo nella storia e nello spazio, la struttura di un mistero nel pensiero di tre giganti (Aristotele, Newton, Einstein), il legame complesso con l’entropia che ne condiziona il verso, le ultime scoperte della scienza sulla sua natura più intima. Consigliato: a chi indaga sul passato-presente-futuro della fisica e sui suoi legami con la filosofia, a chi vuol vedere scorrere il tempo (in maniera diversa tra montagna e pianura), cercare di capirlo e non perderlo.

  • User Icon

    Simona

    24/07/2017 08:54:50

    Mi aggrego alle recensioni già scritte per confermare la bellezza di questo libro. Il tema è affascinante e ci coinvolge tutti. Alcune parti sono abbastanza complesse, ma se non ci si fa abbattere dai concetti prettamente legati alla fisica, ci si accorgerà di quante nostre credenze sul tempo sono labili e fondamentalmente non veritiere. Da leggere!

  • User Icon

    Walter

    03/07/2017 15:12:10

    Il libro è veramente consigliabile a tutti anche se alcune parti sono un pò difficili.

  • User Icon

    Massimo Andretta

    01/07/2017 11:25:35

    Ottimo libro. A una prima parte, decisamente divulgativa, segue una seconda più tecnica e specialistica, ma comunque comprensibile da chi possieda un minimo di basi scientifiche. Nel finale si esegue una sintesi ed una riflessione sugli argomenti fin allora trattati, con richiami anche ai filosofi del passato e con riflessioni, anche intimistiche, dell'autore. Il libro, nel quale si ritrovano ipotesi e riflessioni molto originali, spiega e chiarisce alcune precedenti affermazioni "provocatorie" dell'autore, quali la "non realtà del tempo" nelle equazioni fondamentali della fisica, riportando a riconsiderare l'emerge del tempo nella esperienza quotidiana di ognuno di noi. Da evidenziare il richiamo a collocare nella giusta ottica alcune affermazioni di Einstein anziano, spesso riportate da altri autori come ulteriore dimostrazione dell'irrealtà del tempo. E' sempre bene distinguere i lavori scientifici degli scienziati dalle loro riflessioni filosofiche e personali, assolutamente lecite me che valgono per quello che sono, appunto riflessioni personali, fuori dalla verifica richiesta dal metodo scientifico/sperimentale.

  • User Icon

    Danilo1976

    29/06/2017 14:03:11

    Dopo una prima parte davvero affascinante, interessante ed illuminante, ne segue una seconda a mio avviso un po troppo tecnica di difficile comprensione per un neofita come me. Nell'ultimo capitolo, l'autoreu riassume tutte le tematiche affrontate nel libro, questa volta utilizzando un linguaggio fruibile a tutti. Commovente, infine, l'epilogo finale. Libro che consiglio vivamente.

  • User Icon

    tiktaalik

    26/06/2017 13:04:38

    Come tanti libri del genere si comincia dalla fisica per poi passare alla filosofia e alla psicologia.Il punto più informativo secondo me è nel tredicesimo capitolo,quando Rovelli distingue le idee confermate da esperimenti, quelle plausibili e quelle che costituiscono veri e propri azzardi. Interessante il decimo capitolo, dove Rovelli dà la sua spiegazione del perchè l'entropia era bassa nel passato, e che rientra tra le idee plausibili. Una curiosità mi è rimasta perchè non trattata in questo testo,alla luce del fatto che secondo la relatività di Einstein il tempo presente è un concetto locale e non assoluto, ha ancora senso chiedersi dell'origine dell'universo in rapporto al tempo? Verso il finale è tutto un succedersi di pareri personali, con citazioni improvvise da un autore all'altro, e per dichiararsi ateo mi pare che l'autore peschi un pò troppo nella letteratura religiosa, ma questa è una mia impressione. Però in questa fase lo stile si fa a tratti mieloso e retorico, Rovelli scrive che lui al momento opportuno accoglierebbe la morte col sorriso, ma a mio parere questa dichiarazione rischia di rivelarsi un'illusione come sembra esserlo il tempo.

  • User Icon

    Erika

    22/06/2017 21:38:05

    Un'affascinante esposizione riguardante il concetto del tempo, che da sempre incuriosisce ed inquieta l'essere umano. L'approfondimento dal punto di vista fisico è sublime, ma comprensibile. Vengono trattati temi quali il concetto di tempo relativistico e quantistico, anche sul piano sperimentale. Personalmente mi è risultata abbastanza semplice da comprendere la prima parte, un pò meno la seconda, che tratta ipotesi non strettamente confutate dal punto di vista pratico. Leggendaria la parte riguardante lo spazio tempo di Einstein..l'autore ama la relatività, la sua ammirazione traspare dalle sue parole. Pura poesia. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    giorgio g

    20/06/2017 08:04:40

    Nutro un grande rispetto verso chi si dedica alla Fisica: per me queste persone hanno un cervello di molto superiore alla media. Questo è vero in particolare per Carlo Rovelli le cui capacità di astrazione vanno oltre ogni limite, tanto che si occupa di gravità quantistica. Se sapete cos'è siete sulla buona strada per comprendere appieno la sua ultima opera dedicata a spiegarci i misteri del tempo. Estraggo, come faccio sovente, una frase dal libro: "Quando non riusciamo a formulare un problema con precisione, spesso non è perché il problema sia profondo: è perché è un falso problema.” Buona lettura!

  • User Icon

    max

    19/06/2017 07:05:40

    Un testo divulgativo di nuovo ad un livello eccellente. Coinvolgente ed interessante. Tratta di un tema che è cruciale per la fisica, per la filosofia, ma anche per la psicologia di tutti noi. Mi è servito molto anche perché chiarisce alcuni aspetti che spesso sono confusi in altri trattati od articoli scientifici presentati in riviste divulgative. Quindi un grazie all'autore per la limpidezza con cui tratta temi che spesso invece vengono presentati in maniera ostica. Grazie anche per l'onestà intellettuale e per l'umiltà con cui illustra la proprie interpretazioni sulle questioni della fisica che sono ancora oggetto di dibattito, offrendole su un "piatto", che invoglia all'"assaggio".

  • User Icon

    simona

    09/06/2017 08:36:59

    Un libro da consigliare, veramente. Trovato per caso, tra le pubblicazioni di tutt'altro genere in un supermercato di periferia (!!), letto tutto d'un fiato. Sicuramente leggerò anche gli altri libri di questo scrittore: non è solo un bel testo di divulgazione scientifica (per noi poveri comuni mortali) ma un brillante risultato di una vita vissuta all'insegna della passione e dell'amore per lo studio e la ricerca scientifica. Sono entusiasta!! Grazie

Vedi tutte le 22 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Mi fermo e non faccio nulla. Non succede nulla. Non penso a nulla. Ascolto lo scorrere del tempo. Questo è il tempo.

Carlo Rovelli dimostra per l’ennesima volta di essere un ottimo divulgatore scientifico. Dopo il successo di Sette brevi lezioni di fisica (Adelphi, 2014) – che aveva sorpreso positivamente pubblico e critica dimostrando che la fisica è un universo accessibile a tutti – L’ordine del tempo sposta l’asticella un poco più in alto, mantenendo le caratteristiche che avevano decretato il successo del precedente libro.

Si parte da nozioni semplici: Il tempo scorre più veloce in montagna e più lento in pianura. Per giungere a questioni sempre più complicate (ma mai inaccessibili): Le relazioni di adiacenza spaziale legano i grani di spazio in reti.

Con solo una formula matematica in tutto il libro (per di più semplicissima), un linguaggio scorrevole e piacevole, adatto anche a chi non è un habitué della fisica e della matematica, il libro ci porta nelle profondità della ricerca scientifica sul più difficile mistero dell’universo: il tempo.

Cos’è il tempo, come è fatto, come scorre, come lo possiamo considerare? Sembrano domande banali, eppure le risposte che troveremo nel testo sono profonde e stimolanti, mai banali anche per chi ha studiato fisica, sicuramente illuminanti per chi affronta l’argomento per la prima volta.

Un viaggio che tocca l’intero universo di ricerca temporale, spaziando dalla Storia alla Filosofia alla Fisica (impossibile parlare di tempo senza citare Anassimandro, Aristotele, Newton), con una prima parte semplice e divulgativa, e una seconda parte più tecnica e scientifica. L’insieme risulta armonico e ben equilibrato.

Dimostrazione, se ce ne fosse ancora bisogno, che la fusione tra cultura classica e cultura scientifica non può che essere proficuo scontro/incontro, abbraccio sinergico che per troppo tempo è stato dimenticato da scienziati e ricercatori.

Anche le parole che ora diciamo il tempo nella sua rapina ha già portato via e nulla torna.

Recensione di Eros Colombo

Indice

Forse il mistero più rande è il tempo

Parte prima. Lo sfaldarsi del tempo
I. La perdita dell'unicità
Il rallentare del tempo
Diecimila Siva danzanti

II. La perdita della direzione
Da dove viene l'eterna corrente?
Calore
Sfocare

III. La fine del presente
Anche la velocità rallenta il tempo
Adesso non significa nulla
La struttura temporale senza il presente

IV. La perdita dell'indipendenza
Cosa succede quando non succede niente?
Cosa c'è dove non c'è niente?
La danza di tre giganti

V. Quanti di tempo
Granularità
Sovrapposizioni quantistiche di tempi
Relazioni

Parte seconda. Il mondo senza tempo
I. Il mondo è fatto di eventi, non di cose

II. L'inadeguatezza della grammatica

III. Dinamica come relazioni

Eventi quantistici elementari e reti di spin

Parte terza. Le sorgenti del tempo
I. Il tempo è ignoranza
Tempo termico
Tempo quantistico

II. Prospettiva
Siamo noi a girare!
Indicalità

III. Cosa emerge da una peculiarità
È l'entropia, non l'energia, a trascinare il mondo
Tracce e cause

IV. Il profumo della madeleine

V. Le sorgenti del tempo

La sorella del sonno

Note
Indice analitico