Recensioni Orfani e bastardi. Milano e l'Italia viste dal «Giorno»

  • User Icon
    05/02/2019 17:40:26

    Si perchè rievoca la storia del migliore quotidiano italiani di tutti i tempi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/02/2019 16:22:35

    Dopo l'involuzione negativa subita da Repubblica ho pensato di ritornare con la memoria al periodo magico del GIORNO.Il miglior giornale italiano di sempre, ovviamente con riferimento alle direzioni Baldacci e Pietra.Rimpiango solo di non averlo acquistato tutti i giorni!Il libro è molto bello e Vi riporterà a quegli anni interessanti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/01/2010 19:20:43

    racconta, con il piglio del romanzo epico, la storia de “Il Giorno”, il quotidiano milanese fondato da Enrico Mattei che ebbe due grandi caratteristiche, apparentemente inconciliabili. Fu il primo giornale, era il 1956, fondato da un ente pubblico, l’Eni. E fu il primo giornale moderno nella storia (sempre all’inseguimento) del giornalismo italiano. L’abolizione della terza pagina, il rotocalco, gli articoli brevi, l’attenzione per le tendenze, i giovani, la moda e la cultura, fecero del giorno un caso clamoroso di vendite e di successo, soprattutto tra i giovani, Finì, amaramente, qualche anno dopo, nel ’72, con l’intromissione dei partiti nella vita del giornale, la perdita in qualità e originalità, infine, la vendita. Il Giorno esiste ancora. Quel Giorno non più.

    Leggi di più Riduci