L' orizzonte degli eventi (DVD) di Daniele Vicari - DVD

L' orizzonte degli eventi (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2005
Supporto: DVD

€ 4,25

Venduto e spedito da KONKE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,99 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 3,90 €)

Max è un giovane ricercatore di fisica nucleare. Lavora senza sosta nel laboratorio situato nel ventre del Gran Sasso, per un progetto chiamato Helios, che potrebbe rivoluzionare il mondo della fisica. Davanti a lui ha sicuramente un futuro radioso, costellato di successi è ambizioso, preparato e molto intelligente. Ma la sua voglia di ritagliarsi un posto nella comunità scientifica lo mette in conflitto prima con gli altri che collaborano al suo progetto, poi con le finalità stesse della ricerca scientifica, fino all'estremo punto di rottura, la sua esclusione dal progetto e dalla comunità. Max improvvisamente si sente senza difese, in balia di un mondo che ha da sempre osservato da dietro a un vetro. E' il mondo reale, la natura matrigna che non si assoggetta a regole e a dettami della scienza, ma che esplode con la sua violenza, ostacolando il cammino degli uomini.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tony RK

    26/02/2012 01:01:44

    Un bel film. Un'avvincente introspezione psicologico/sociologica con sfondi e sottofondi musicali interessanti. Questo film si svolge su più piani, con diversi sfondi. Rappresenta una metafora interessante e asciutta dei tempi moderni, caratterizzati dalla fretta di realizzare tutto e subito (in qualsiasi ambito, anche quello della ricerca scientifica pura). Ci sono diversi sfondi: quello della fisica, la ricerca scientifica (a cui deve il titolo - l'orizzonte degli eventi è legato alle teorie sui buchi neri), e che ci fa visitare un luogo affascinante quanto claustrofobico come il laboratorio sotto il Gran Sasso. C'è la montagna, sempre il Gran Sasso, visto da sopra, quasi una protagonista del film, che prorompe con la sua brulla e aspra bellezza (e anche qui l'assonanza con il titolo gioca la sua parte). C'è la realtà dell'immigrazione, tramite i protagonisti pastori, soprattutto albanesi, che continuano la realtà della transumanza, la loro povertà (antica, i pastori lo sono sempre stati), la loro vulnerabilità sopra la testa di altri immigrati, i ricercatori con i loro frequenti accenti stranieri, del laboratorio nel ventre della montagna. C'é l'Aquila, città viva (che bellezza vedere le scene girate in città, il contrasto che creano con le immagini odierne è doloroso). E' un film lento, introspettivo, asciutto e a volte anche irritante. Non lo consiglio a chi pretende movimento costante, risposte semplici e spiegazioni immediate. Più che dare risposte interroga.

  • Produzione: Medusa Video, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 111 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per i non udenti
  • Formato Schermo: Wide Screen
  • Area2
  • Daniele Vicari Cover

    Daniele Vicari è uno dei registi piú apprezzati e premiati del cinema italiano. Per Einaudi ha pubblicato Emanuele nella battaglia, il suo primo romanzo (2019). Approfondisci
  • Giorgio Colangeli Cover

    "Attore italiano. Una lunga e prestigiosa frequentazione della scena teatrale gli permette un esordio in età matura sul grande (e sul piccolo) schermo, con piccoli ruoli di carattere (da Pasolini, un delitto italiano, 1995, di M.T. Giordana a La cena, 1998, di E. Scola), molto apprezzati dalla critica. Tarchiato, un volto di grande mobilità che può ora atteggiarsi alla benevolenza ora indurirsi nel cinismo, maschera non ancora stereotipica (anche quando «fa» il grottesco, come il suo Salvo Lima ne Il divo, 2008, di P. Sorrentino), si dimostra adatto a ruoli sanguigni e popolareschi, con preferenza per figure paterne complesse (Ogni volta che te ne vai, 2004, di D. Cocchi; Signorinaeffe, 2008, di W. Labate). Proprio con una di queste, il detenuto Sparti de L’aria salata (2006) di A. Angelini,... Approfondisci
  • Francesca Inaudi Cover

    "Attrice italiana. Diplomatasi nel 1999 presso la scuola del Piccolo Teatro di Milano, debutta sul grande schermo nel 2004, ricevendo diversi riconoscimenti, con Dopo mezzanotte di D. Ferrario, film girato in digitale ad alta definizione nel quale la sua Amanda è al centro di un complicato triangolo sentimentale. L’anno seguente la sua bellezza anticonvenzionale e moderna, da ragazza figlia dei suoi tempi, risplende in tre pellicole molto diverse tra loro: la commedia sentimentale L’uomo perfetto di L. Lucini, il dramma familiare La bestia nel cuore di C. Comencini e la vicenda esistenziale L’orizzonte degli eventi di D. Vicari. In seguito ottiene popolarità televisiva con il ruolo dell’ispettore Irene Valli nella serie Distretto di polizia (dal 2006); nel 2006 è nel cast di 4-4-2 - Il gioco... Approfondisci
  • Valerio Mastandrea Cover

    "Attore italiano. Esordisce sul grande schermo nel 1994 con Ladri di cinema di P. Natoli e nel 1996 interpreta un poliziotto in Palermo-Milano solo andata di C. Fragasso. Simbolo dei giovani disorientati e, spesso, disoccupati, è protagonista di commedie generazionali come Cresceranno i carciofi a Mimongo (1996) di F. Ottaviano e Tutti giù per terra (1997) di D. Ferrario. Immerso nelle atmosfere della sua città, a teatro con Rugantino e al cinema con La carbonara (2000) di L. Magni, è nel cast di Domani (2000) di F. Archibugi, prima di fornire una delle sue prove più convincenti e mature interpretando il meccanico di Ostia, amante delle donne e dei motori truccati, protagonista di Velocità massima (2002) di D. Vicari. Nel 2004 è un tenente dei carabinieri in Lavorare con lentezza di G.?Chiesa... Approfondisci
Note legali