Traduttore: A. Tedeschi
Editore: TEA
Collana: TEA mistery
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 giugno 2016
Pagine: 185 p., Brossura
  • EAN: 9788850243006
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiktaalik

    10/09/2016 07:41:45

    Una storia dove tutto va secondo i piani degli...autori,con qualche forzatura di troppo.Bello,intrigante e vero originale il soggetto che probabilmente ha ispirato un'autrice più famosa.

  • User Icon

    luciano

    06/04/2015 13:57:39

    Il 15 marzo le sette persone più in vista della città vengono invitate, da un misterioso ospite, ad una cena in un appartamento al 22° piano di palazzo Bienville in Carondelet, a New Orleans. Il misterioso ospite, che ha completamente isolato l'appartamento per impedire la fuga dei suoi ospiti, non si farà mai vedere, si sentirà, per radio, la sua voce che comunica agli invitati la sua intenzione di annientarli. Per l'ospite invisibile esse rappresentano " l'elemento più disonesto, equivoco e meschino" di New Orleans; " le persone che esse hanno rovinato sono talmente tante che non si possono contare, senza parlare del denaro pubblico che si sono mangiate." Sono un nido di vipere che deve essere schiacciato. Giallo ricco di suspense che sembra abbia ispirato Agahta Christie per il suo romanzo " Dieci piccoli indiani"

  • User Icon

    DAVIDE84

    07/10/2014 21:32:37

    Una delle pietre miliari della storia del giallo e della golden age, questo romanzo del 1930 che anticipa 10 piccoli indiani della Christie è un gran divertimento, io personalmente l'ho letto tutto d'un fiato non riuscendo a staccarmi dal libro, meccanismo quasi perfetto

  • User Icon

    Elisa

    30/06/2014 15:15:37

    Il Giallo per antonomasia, cui si sono ispirate molte altre opere e trasposizioni cinematografiche. Interessante, avvicente, pieno di colpi di scena. Difficile capire chi è il colpevole. Veramente spettacolare.

  • User Icon

    Daniele B.

    17/09/2012 12:50:10

    A me è piaciuto molto. I colpi di scena non mancano e il ritmo è incalzante. Non ci si annoia mai, fin dalla prima pagina.

  • User Icon

    davide

    04/10/2008 18:49:59

    Questo giallo è un vero gioiello in cui è praticamente impossibili trovare dei difetti, che tiene il lettore con il fiato sospeso e lo mantiene in un continuo crescendo di tensione; purtroppo credo che poche persone siano a conoscenza della sua esistenza.

  • User Icon

    Elisabetta V.

    09/05/2005 19:23:07

    Buono per carità, ecc.. Però, a pagina 118, avevo definitivamente indovinato il nome del colpevole. Dico "definitivamente" perchè l'idea di che fosse mi era già balenata molte pagine prima. Gli indizi non mancano. Buona lettura.

  • User Icon

    Mariette

    11/01/2005 15:37:43

    Sono perfettamente d'accordo con Standbyme. E' senz'altro uno dei più belli dei 'Bassotti' (... e li ho letti tutti!)

  • User Icon

    Standbyme

    28/12/2004 19:47:19

    Se fosse stato scritto nei giorni nostri, se in quarta di copertina ci fossero le sperticate lodi dei soliti “noti”, se fosse stato preceduto da un battage pubblicitario... sarebbe definito pomposamente “un “thriller che ti farà trascorrere notti insonni…” e starebbe meritatamente ai vertici delle classifiche dei più venduti per parecchie settimane e in questo sito vedremmo decine e decine di commenti ma, ahime, ne vedo solo una. Un vero Giallo (con la lettera maiuscola) che si legge con piacere, scorrevole, intelligente. Gli Autori hanno saputo abilmente mettere a confronto i caratteri psicologici dei vari personaggi, le loro ipocrisie e le loro debolezze. Otto personaggi degni rappresentanti della stragrande maggioranza del campionario umano… Notevole, per essere alla fine degli anni ’30, la “tecnologia” utilizzata dall’assassino/a (non voglio dare nessun indizio a chi dovesse leggere questo mio commento). Peccato, un vero peccato che ora questo romanzo, riscoperto da un'ottima casa Editrice, non abbia il successo che si meriterebbe.

  • User Icon

    Alceste

    24/08/2004 11:26:07

    Una vera chicca! Un giallo classico, uno stile ormai dimenticato. Un vero piacere leggerlo. Fortunatamente c'è ancora chi pubblica libri per il gusto della lettura e per evitare che simili gioielli vadano perduti per sempre. Alla faccia di molte odierne pseudo-opere, decantate dalla pubblicità e dai media, che spesso non offrono nulla al di là di una copertina accattivante!

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione