Otello - CD Audio di Gioachino Rossini,Paolo Arrivabeni

Otello

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Gioachino Rossini
Direttore: Paolo Arrivabeni
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 3
Etichetta: Dynamic
Data di pubblicazione: 1 maggio 2003
  • EAN: 8007144603694

€ 36,90

Punti Premium: 37

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Festival della Valle d'Itria, Martina Franca, 2000
Disco 1
1
Sinfonia
2
Viva otello, viva il prode
3
Vincemmo, o prodi
4
Ah si, per voi gia' senato
5
Rodrigo!...elmiro!...
6
No, non temer
7
Inutile e' quel pianto
8
Vorrei che il tuo pensiero
9
Ma che miro
10
Santo imen!
11
Nel cor d'un padre amante
12
Ti parli l'amore
13
L'infida, ahime'!
14
Incerta l'anima
15
Parti, crudel
Disco 2
1
Lasciami!...e' dunque vano
2
Che ascolto! ahime'! che dici!
3
M'abbandono'!...disparve!...
4
Che feci!...ove mi trasse
5
Non m'inganno; al mio rivale
6
L'ira d'avverso fato
7
E a tanto giunger puote
8
Ah vieni, nel tuo sangue
9
Che fiero punto e' questo!
10
Tra tante smanie e tante
11
Desdemona! che veggo!
12
Che smania? ahime'! che affanno?
13
L'error d'un infelice
Disco 3
1
Ah! dagli affanni oppressa
2
Nessun maggior dolore
3
Assisa a pie' d'un salice
4
Deh calma, o ciel, nel sonno
5
Eccomi giunto inosservato
6
Iniqua!
7
Amor! possente nume!
8
Vacilla a quegl'accenti
9
Cara per te quest'anima
10
Rodrigo? egli e' salvo
11
Or piu' dolci intorno al core
12
Notte per me funesta
13
Che sento!...chi batte?
  • Gioachino Rossini Cover

    Compositore.Gli esordi. Suo padre, Giuseppe Antonio, «pubblico trombetta» (banditore) del comune di Pesaro, integrava i guadagni suonando il corno nelle manifestazioni teatrali e nelle pubbliche accademie; sua madre, Anna Guidarini, era una cantante che svolse una breve carriera nei teatri marchigiani e a Bologna. Nel 1802 a Lugo, dove la famiglia si era trasferita, R. poté studiare in casa dei fratelli Luigi e Giuseppe Malerbi. Fu quest'ultimo che gli fece conoscere, con ogni probabilità, lavori di Mozart e Haydn, conoscenza testimoniata dalle sei Sonate a quattro per violini, violoncello e contrabbasso, scritte all'età di dodici anni, nel 1804, quando R. non aveva preso, secondo le sue stesse parole, alcuna «lezione di accompagnamento». Non sembra dunque che quando, nel 1806 (anno in cui... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali