Paganini (2 DVD) di Klaus Kinski

Paganini (2 DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Klaus Kinski
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 30,70

Punti Premium: 31

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Paganini (2 DVD)
Paganini
Regia: Klaus Kinski
Interpreti: Klaus Kinski, Debora Caprioglio, Marcel Marceau, Dalila Di Lazzaro, Donatella Rettore, Eva Grimaldi
Paese: Italia; Francia
Anno: 1989
Descrizione: Al teatro Regio di Parma, durante un concerto, il violinista Niccolò Paganini rivive episodi della sua vita, i successi, le ossessioni erotiche.
Supporto: DVD
Durata: 81
Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
Lingua sottotitoli: Tedesco; Italiano
Vietato ai minori di 18 anni
Area 2
Formato schermo: Full screen

Paganini
Regia: Klaus Kinski
Interpreti: Klaus Kinski, Debora Caprioglio, Marcel Marceau, Dalila Di Lazzaro, Donatella Rettore, Eva Grimaldi
Paese: Italia; Francia
Anno: 1989
Descrizione: Al teatro Regio di Parma, durante un concerto, il violinista Niccolò Paganini rivive episodi della sua vita, i successi, le ossessioni erotiche.
Supporto: DVD
Durata: 95
Lingua audio: Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
Lingua sottotitoli: Tedesco; Italiano
Vietato ai minori di 18 anni
Area 2
Formato schermo: Full screen
Durante un concerto al Teatro Regio di Parma, il grande violinista Niccolò Paganini ripercorre la propria esistenza inquieta, anticipandone l'epilogo. Sul filo della memoria scorrono le follie e le stravaganze, il successo riscosso in ogni teatro e l'idolatria del pubblico, il suo rapporto con il denaro e il rapporto con l'adoratissimo figlio Achille.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Durante un concerto al Teatro Regio di Parma, il grande violinista Niccolò Paganini ripercorre la propria esistenza inquieta, anticipandone l'epilogo. Sul filo della memoria scorrono le follie e le stravaganze, il successo riscosso in ogni teatro e l'idolatria del pubblico, il suo rapporto con il denaro e il rapporto con l'adoratissimo figlio Achille.
  • Distribuzione: Audioglobe
  • Paganini (2 DVD)
  • Produzione: Spv - Steamhammer
  • Klaus Kinski Cover

    Nome d'arte di Nikolaus Günther Nakszynski, attore tedesco. Di umili origini, nel dopoguerra si stabilisce a Berlino. Un volto pallido dall'espressione folle e minacciosa e uno sguardo penetrante già distinguono il giovane attore alle sue prime prove teatrali, cui corrisponde nella vita un personaggio iracondo e imprevedibile, al contempo folle e geniale, descritto con acutezza e ironia da W. Herzog (Kinski, il mio nemico più caro, 1999). Esordisce al cinema nel 1948 e dopo alcuni ruoli di contorno (I dannati, 1951, di A. Litvak), anche efficaci (Tempo di vivere, 1958, di D. Sirk), diviene in patria un caratterista del genere poliziesco (Paga o muori, 1964, di A. Vohrer). Un modesto ruolo in Per qualche dollaro in più (1965) di S. Leone, un altro in Il dottor Zivago (1965) di D. Lean lo spingono... Approfondisci
  • Klaus Kinski Cover

    Nome d'arte di Nikolaus Günther Nakszynski, attore tedesco. Di umili origini, nel dopoguerra si stabilisce a Berlino. Un volto pallido dall'espressione folle e minacciosa e uno sguardo penetrante già distinguono il giovane attore alle sue prime prove teatrali, cui corrisponde nella vita un personaggio iracondo e imprevedibile, al contempo folle e geniale, descritto con acutezza e ironia da W. Herzog (Kinski, il mio nemico più caro, 1999). Esordisce al cinema nel 1948 e dopo alcuni ruoli di contorno (I dannati, 1951, di A. Litvak), anche efficaci (Tempo di vivere, 1958, di D. Sirk), diviene in patria un caratterista del genere poliziesco (Paga o muori, 1964, di A. Vohrer). Un modesto ruolo in Per qualche dollaro in più (1965) di S. Leone, un altro in Il dottor Zivago (1965) di D. Lean lo spingono... Approfondisci
  • Marcel Marceau Cover

    "Nome d'arte di M. Mangel, attore francese. Riconosciuto come il mimo più importante del teatro novecentesco, rielabora la lezione del suo maestro, E. Decroux, sviluppando uno stile personale di pantomima, caratterizzato da una gestualità lirica e poetica e dalla spiccata mobilità del volto e delle mani, in un registro quasi sempre comico con il quale mette in scena e al bando sentimenti e tic tra i più quotidiani. Il personaggio deputato a tale arte è Bip, alter ego di M., che vede la luce nel 1947 ed è applaudito sui palcoscenici di tutto il mondo: cerone bianco e labbra rosse, cappellaccio e maglia a righe, è debitore non solo delle maschere della tradizione come Arlecchino e Pierrot, ma anche di quelle cinematografiche alla B. Keaton o C. Chaplin-Charlot; una dichiarata fonte d'ispirazione... Approfondisci
Note legali