Il papà della domenica

Claire Calman

Traduttore: M. Dallatorre
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
In commercio dal: 23 giugno 2004
Pagine: 446 p., Brossura
  • EAN: 9788845212741
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Questa è la storia di una famiglia come tante. La storia di un marito, Scott, che un giorno trova tutte le sue cose nei sacchi della spazzatura e capisce di aver sottovalutato l'errore che ha commesso. Di una moglie, Gail, che deve scegliere se calpestare il suo orgoglio e il suo dolore o se allontanarsi per sempre dal marito. Di un figlio, Nat, che gradirebbe sopravvivere all'adolescenza senza impazzire. E di una figlia, Rosie, che vuole il ritorno di suo padre a casa; o, se questo non è possibile, un nuovo smalto per unghie madreperlato. Un romanzo che esplora le disavventure divertenti e tragiche di una famiglia apparentemente solida, che si sfascia all'improvviso e trova nuovi e sorprendenti modi di vivere.

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alex

    27/04/2009 12:05:39

    Una storia che all'inizio sembra banale, ma che man mano diventa sempre più toccante e alla fine anche molto commovente. E' la storia di una famiglia che improvvisamente si disintegra e dei 4 componenti la famiglia che cercano, ognuno a modo suo, di rimetterla in piedi. Tristemente un tema molto d'attualità.

  • User Icon

    Nicola

    30/03/2007 17:18:01

    Mi sono divertito nel senso più ampio del termine.Mi sono arrabbiato, intenerito, meravigliato, con tutti i personaggi e le situazioni che la Calman descrive e racconta, riuscendo a scaturirmi interesse e curiosità, pagina dopo pagina.Consiglio la lettura a: tutte le coppie, famiglie o "dico"che siano, ai separati ed ai divorziati, o in procinto di esserlo, e perchè no, consiglio agli insegnanti di darne lettura a scuola, di ogni ordine e grado.Il modo squisitamente intelligente di Rosie, il modo emotivamente maschile di Nat, le contraddizioni di una madre, Gail, che prende consapevolezza di se, e poi Scott, i suoi sensi di colpa, veri e presunti, la sua forza nell'affrontare non solo le proprie debolezze ma anche quelle altrui,il racconto del vissuto quotidiano di una famiglia comune a tante altre ma con la fortuna (capacità) di riuscire ad affrontare i problemi con un uso adeguato della propria intelligenza, tutto questo ed altro rendono questo libro "affettuoso".

  • User Icon

    DizzyMissLizzy

    14/01/2007 17:46:05

    Molto bello. Lo promuovo a pieni voti. Ho letto 3 romanzi della Calman e nessuno mi ha delusa. In questo, viene sviluppato il tema della disgregazione di un nucleo famigliare, della separazione dei genitori; argomento che, a giudicare dalla dedica, sta molto a cuore all'autrice perchè da lei sperimentato in prima persona. La narrazione affidata alle 4 voci dei protagonisti facilita l'immedesimazione. A mio parere, l'abilità dell'autrice sta proprio nel "parlare" con la voce dei figli (più difficile da rendere che gli adulti):il "tipico" adolescente Nathan e la dolce Rosie (che bello leggere le parole di una bambina che parla come tale, con l'ingenuità e la spensieratezza dei 10 anni!)I libri di Claire Calman sono divertenti ma mai superficiali. Questo romanzo, molto realistico anche nel finale, contiene dei passaggi toccanti, soprattutto nelle riflessioni di Scott, il padre, riguardo ai figli. Ad ogni modo, il rapporto contrastato coi genitori è un tema che ho ritrovato in tutti i libri della Calman che ho letto.

  • User Icon

    Giulietta

    20/10/2006 15:56:51

    Leggendo la trama, ho subito comprato il libro pur non conoscendo l'autrice, e devo dire che potenzialmente potrebbe essere un capolavoro in quanto è molto interessante interpretare i diversi punti di vista dei protagonisti con i loro stati d'animo, però lo stile letterario lascia un po' a desiderare...un po' freddino per i miei gusti...la storia è ironica/malinconica, e avrei esagerato di più sia sull'ironia che sulla malinconia; l'ho trovato un po' "frenato".

  • User Icon

    Lisa

    28/10/2005 08:33:49

    Vale la pena di essere letto solo per l'intelligenza di Rosie, la bambina. Per il resto non mi è sembrato all'altezza di "Amore è una parola".

  • User Icon

    Enzo

    24/09/2004 16:05:55

    Libro scritto in maiera intelligente. Fà riflettere, ridere, commuovere. L'autrice è brava nel riuscire a fare capire il punto di vista dei vari familiari riguardo lo stesso evento e ti fa quindi comprendere come la realtà delle cose sia soggettiva.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione