Categorie

Papa Giovanni. Un cristiano e il suo concilio

Alberto Melloni

Editore: Einaudi
Collana: Einaudi. Storia
Anno edizione: 2009
Pagine: 348 p., Rilegato
  • EAN: 9788806194727
Usato su Libraccio.it - € 16,20

€ 25,50

€ 30,00

Risparmi € 4,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maurizio 'mau.' codogno

    14/07/2009 14.25.41

    Nel cinquantesimo anniversario dall'annuncio del Concilio Vaticano II si ritorna a parlare del Papa Buono. Melloni, che nel 1959 è tra l'altro nato, ha scritto questo libro per raccontare di come il Concilio possa essere nato nella mente di un "papa per sbaglio" (l'espressione "un cristiano sul trono di Pietro" è di Hannah Arendt, e credo renda molto bene l'idea di come il mondo abbia visto Roncalli dopo Pio XI e soprattutto Pio XII). Il passato del papa viene pertanto riletto alla luce di quanto successo a partire dal pontificato; la tesi di fondo è che Angelo Roncalli era il perfetto chierico pensato dal Concilio di Trento, e proprio per questo ha avuto la capacità di superare quel modello per trovarne uno adatto al ventesimo secolo. Purtroppo però il libro è completamente diverso da come me lo aspettavo, risultando troppo tecnico. Ho fatto molta fatica a riallacciare tutti i fili; Melloni presuppone infatti un lettore che conosca già a menadito la biografia di Giovanni XXIII e le dinamiche interne alla Curia, oltre a non avere problemi col latino (che tra l'altro sembra essere l'unico punto davvero importante del Concilio... bah), oltre ad avere una prosa pesante, con virgole sparse gratuitamente tra soggetti e verbi e termini assolutamente incomprensibili. Quanti di voi sanno cosa significa "ottriare"? Insomma, il lettore dev'essere fortemente motivato per arrivare fino in fondo.

  • User Icon

    claudio

    03/05/2009 19.03.59

    Forse l'unico neo è che è abbastanza difficile; spesso i termini sono da verificare sul vocabolario e magari troppo spesso viene lasciata la frase originaria in latino che, credo, non tutti riescono a comprendere. Per il resto direi di un alto livello culturale, che mi ha fatto riscoprire quella grandissima figura di Papa Giovanni XXIII, mai troppo rimpianto. E mi ha fatto venire un estremo interesse per il Concilio.

Scrivi una recensione