Categorie

Marie Cardinal

Editore: Bompiani
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 304 p.
  • EAN: 9788845249013

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    22/02/2016 10.14.15

    A trent'anni la protagonista, forse la stessa Marie Cardinal, è sull'orlo del suicidio o della malattia mentale, ossessionata da fobie, ipocondria, paranoia, malattie psicosomatiche, quando decide di rivolgersi a uno psicoanalista. Iniziano così anni di sedute in cui racconta della sua infanzia di ragazzina benestante nell'Algeria coloniale negli anni '30 e '40, del rapporto di amore odio con la madre dopo il divorzio dei genitori e la morte del padre. Tutto è imperniato su questo legame conflittuale attraverso una vita intera, Marie idolatra la madre, vuole somigliarle e compiacerla, ma allo stesso tempo si sente respinta e inadeguata. Sono due donne diverse, egoiste ed egocentriche, incapaci di comunicare ciascuna chiusa nel guscio del proprio dolore, della propria rabbia, di frustrazioni e ossessioni. La protagonista accusa la madre di averla trascurata nell'infanzia, in modo a volte crudele, ma lei si comporta nello stesso modo, ignorando i figli e il marito, preoccupata solo della propria malattia, e si vendica della madre in modo altrettanto spietato, rifiutandola nella vecchiaia. E' un rapporto distorto e malato, che termina solo con la morte, anche se la donna attribuisce all'analista il merito della guarigione. L'autrice vuole incolpare la madre per la propria angoscia, ma la depressione nasce dentro di noi, siamo noi a interpretare ogni avvenimento in funzione della Cosa. Una persona con problemi psicologici è insopportabile a sé e agli altri, e forse x questo gli ammalati di patologie mentali sono emarginati. Difficilmente, una volta guariti, vogliono ricordare quel periodo di buio. Marie Cardinal ha il merito di parlarne, ma il libro è pesante e ripetitivo, una cronaca priva di autocritica di ossessioni, fobie, angosce, lunga sette anni. Forse è interessante solo per chi ha vissuto esperienze simili, come l'amico che me ne ha consigliato l'acquisto.

  • User Icon

    evelyn

    28/08/2014 05.16.21

    io abbasso un po' la media dei voti ricevuti da questo libro. Alcuni passaggi sono indubbiamente intensi ed intrisi del dolore dell'Io narrante: una storia di abuso psicologico agghiacciante. Tuttavia il racconto è ripetitivo, a tratti noioso, pesante, verso la fine non ne potevo più e l'ho solo scorso velocemente vogliosa di iniziare un altro libro . Non lo consiglierei.

  • User Icon

    simona

    25/08/2014 23.03.00

    Testimonianza coraggiosa e autentica sul percorso di psicoanalisi svolto dall'autrice, dai sintomi alla guarigione, dal suo mettersi in gioco alla scoperta di se stessa, dalla morte alla rinascita. La descrizione di 7 anni di cammino nei meandri dell'animo umano per guardare la realtà e abbattere paure e resistenze. Bellissimo, da leggere con calma per capire e metabolizzare ogni passaggio.

  • User Icon

    mile

    26/06/2014 16.53.15

    «Parlare, parlare, parlare, parlare."Parli, dica tutto quello che le passa per la mente, cerchi di non dare ordine ai suoi pensieri, non pensi a fare belle frasi. Tutto ha la sua importanza, ogni parola"». Ho letto molte volte "Le parole per dirlo" di Marie Cardinal. E' un libro da leggere e rileggere, un libro che ti si attacca sulla pelle, ti scortica e poi ti aiuta a guarire dalle ferite. Con la forza, la ricchezza, il calore, la passione e la verità del suo linguaggio e delle sue immagini, Marie racconta il proprio doloroso, faticoso e liberatorio percorso psicanalitico; insieme a lei, anche chi legge tenta di percorrere il proprio cammino, con la speranza - rappresentata dalla guarigione della stessa Marie - di chiudere la porta della malattia, dei condizionamenti e della paura del cambiamento e di incominciare a esistere, scegliere, esprimersi e a guardare il mondo davanti sé con una «voglia di vivere e di costruire grossa come il pianeta».

  • User Icon

    pinalinus

    22/09/2013 21.11.00

    Racconto di un percorso di psicoanalisi, consigliato solo a chi è veramente interessato all'argomento. Pesante nella prima metà, quando si seguono i pensieri ossessivi dell'autrice; più gradevole mano a mano che ci si avvicina alla fine della terapia.

  • User Icon

    claudia

    10/01/2009 22.54.41

    E' un libro che commuove dalla prima all'ultima pagina. Intenso, tenero e coinvolgente. Un percorso d'analisi interiore che conduce il lettore nei meandri misteriosi dell'animo umano

  • User Icon

    lella

    23/01/2008 12.36.20

    è un libro per le donne che vogliono scoprire se stesse

  • User Icon

    {bordeaux}

    28/08/2007 19.45.14

    Immensa testimonianza autobiografica di un percorso d'analisi freudiana affrontata con coraggio, determinazione, intelligenza e dolore. Ciascuna parola qui, così come dovrebbe sempre accadere in un libro, assume un valore totale. E' un'opera intellettualmente autentica, d'integrità rara.

  • User Icon

    Alessandro Voltolini

    30/05/2007 18.00.34

    Un libro che mi ha fatto rivivere le mie esperienze di 20 anni. La stessa strada (vicolo) che conduce ad un riappropriarsi di sè stessi attraverso l'analisi fino alla liberazione. La stessa felicità finale di sentire finalmente un mondo a disposizione da conquistare dopo aver ritrovato la fiducia in noi stessi. Consigliabile a chiunque voglia trovare la forza di mettersi di fronte ad uno specchio per guardarsi.

  • User Icon

    Francesco

    08/01/2007 22.29.46

    Lettura piacevolissima. Racconto intenso, ruvido, forte, dolce. Per me la scoperta di una grande scrittrice.

  • User Icon

    silvana

    21/09/2006 05.58.10

    Un libro bellissimo quale di grande aiuto durante il mio periodo ''nero''...a distanza di anni e' sempre presente..ringrazio mia cugina sunia per il grande regalo 5/5

  • User Icon

    elena

    06/04/2006 17.33.37

    L'autrice attraverso la sua storia riesce a trasmettere con patos ed intensità emotiva quanto il linguaggio del corpo sia spesso prorompente e di primo acchito di difficile comprensione.

  • User Icon

    paolo

    11/02/2005 19.04.27

    Con rara generosità, l'autrice ti offre una storia - con tutta probabilità la propria - che riesce ad esserti di spunto, d'esempio, di sostegno, nei momenti più neri, anche a distanza di oltre dieci anni dalla lettura dello stesso. Non si tratta certo solo di un racconto emozionante o utile allo svago...

  • User Icon

    Eliana

    11/11/2004 21.21.30

    Bellissimo. Intenso e commovente

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione