I passages di Parigi

Walter Benjamin

Curatore: R. Tiedemann, E. Ganni
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 novembre 2002
Pagine: 2 voll., XXXVI-1203 p.
  • EAN: 9788806164294
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"I Passages di Parigi" si presentano come una ricostruzione globale di un secolo, l'Ottocento, colto nello specchio di una città come Parigi, e indagato nei suoi elementi apparentemente marginali, quali la moda, il gioco, il collezionismo, la merce, la prostituzione, i passages. Ma il libro è anche la rappresentazione di un sogno di cui la cultura europea ha dovuto destarsi: un risveglio che è poi la crisi dello storicismo e delle ideologie ottocentesche, che approda in queste pagine alla sua forma più risolutiva e radicale. Il testo di Benjamin è qui proposto in due volumi in cofanetto, curati da Rolf Tiedemann. Per questa edizione sono stati aggiunti gli indici dei nomi e dei luoghi.

€ 19,55

€ 23,00

Risparmi € 3,45 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    matteo bruni

    19/06/2006 02:58:18

    Il Passagenwerk (I"passages" di Parigi di Walter Benjamin) è l'opera a cui Benjamin ha lavorato più a lungo,l'importanza che ricopre è primaria per 3 motivi, 1)genelogia del pensiero dell'autore; dato che nel PassagenWerk sono presenti tutti i temi fondamentali che hanno occupato Benjamin, ma sussunti a critica materialista. 2)Comprendere il 'metodo' che Benjamin utilizza nel tracciare i confini della sua 'Parigi' significa per noi, capire quale critica egli intendesse rivolgere alla sua contemporaneità. 3)Immagine, concetto, idea, modernità, ancora oggi rileggere Benjamin significa mettere in discussione il presente, una citazione, un giudizio all'ordine del giorno sul nostro vissuto. L'Opera appare da principio disconnessa e rapsodica, in realtà si cela una continuità di immagini, intenti e stili che ne rendono la lettura quasi agevole, sicuramente coinvolgente. Le rovine di Parigi, e con essa della nostra civiltà non sono mai state così interessanti.

  • User Icon

    giancarlo tognetti

    27/02/2005 23:49:19

    Libro fondamentale,di estrema intelligenza. Trattasi di uno strumento indispensabile per capire quello straordinario fenomeno che è stata la Parigi del XIX SEC. Una miniera inestinguibile di documenti e notizie. Un lavoro simile occorrerebbe per darci la dimensione della Roma del XVI/XVII SEC. Ma chi potrebbe scriverlo?

Scrivi una recensione