Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Pasta mater - Claudia Riconda - ebook

Pasta mater

Claudia Riconda

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: goWare
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 690,6 KB
Pagine della versione a stampa: 48 p.
  • EAN: 9788833634708

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"... ciao, sono io, non posso stare troppo al telefono: vuoi la mia pasta madre? Sì o no? Fai già un corso di pilates?!? E che c'entra... scusa devo riattaccare". Se dopo l'euforia dei primi pani fatti in casa, anche voi vi siete ridotti a telefonate così, non sentitevi in colpa: prima o poi capita a tutti. Ritrovarsi incatenati a quell'embrione di mollica è un attimo, ma per sbarazzarsene ci vuole una vita (e parecchie sedute con l'analista). Perché dentro la pasta madre - ve ne eravate accorti? - c'è vostra madre. Oh, sì, proprio la vostra cara mammina. È questa la conclusione a cui arriva Claudia Riconda in questo suo nuovo tragicomico libretto, in cui descrive il rapporto di morbosa dipendenza che si crea con la pasta madre, l'essere molliccio chiuso nel barattolo in frigorifero all'apparenza così innocuo ma che nel tempo si rivelerà un dispotico dittatore che vi risucchierà tutte le energie. Arrivare a liberarsene, cercando di sbolognarlo a qualche amico o su qualche piattaforma digitale, non sarà affatto semplice, e porterà a un inevitabile ultimatum: o tu o io. Perché poi è così che vanno le cose: il pane fatto in casa è bellissimo, buonissimo, sanissimo, purché a farlo sia sempre qualcun altro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali
Chiudi