Categorie

Nicola Ghezzani

Editore: Franco Angeli
Collana: Le comete
Anno edizione: 2012
Pagine: 176 p.
  • EAN: 9788856847901
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Indice

L'anoressia sentimentale. Una nuova sindrome?
(Due tipi umani; Cos'è l'anoressia sentimentale; Un cuore in inverno)
L'anoressia sessuale. Frigidità, impotenza, inibizione
(Due opposte paure; La riscoperta della gioia di vivere; L'impotenza sessuale come desistenza; L'asessualità giovanile )
La paura dello sfruttamento
(Le due grandi paure; La paura dello sfruttamento; Stephen King: una storia di depressione; Tre passi verso l'amore)
La paura del cambiamento
(La paura della ribellione e del cambiamento; Emily Dickinson; La mediazione dialettica)
La morale ascetica. Dissociazione, introversione e controllo dell'eros
(Dissociazione dell'eros e controllo ascetico; La morale ascetica; Franz Kafka, l'introverso; Il dono. L'individuo carismatico)
La morale individualista. L'amore come scambio economico
(L'individuo come istituzione; Individualismo e solitudine. Le ragioni storico-sociali; Le teorie psicologiche. L'amore fa paura; Un conflitto di valori; Foucault)
Liberazione sessuale e inibizione dell'amore
(La libertà sessuale maschile; Il femminismo; Lou Andreas Salomé; Simulazione affettiva e odio dell'amore; L'egoismo amorale; Egoismo inconscio e volontà di amare; In sintesi)
Promiscuità, idealismo e paura dell'amore
(L'universale paura della sessualità e dell'amore; Promiscuità e idealismo: due linguaggi opposti; Promiscuità anarchica e opposizionismo militante; Walt Whitman; Il sentimentalismo e il fascino del narcisista)
La paura della creatività. Del buon esito del dolore
(Una terza paura; Il tradimento. Creatività e senso di colpa; La creatività; Martin Heidegger e il dio Eros; Sinossi)
Immanenza e trascendenza dell'amore
(Excursus: tante paure, tante libertà; Dirsi la verità; L'amore disadattivo. Il paradosso dell'amore)
Bibliografia

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Filippo

    07/10/2012 12.17.23

    Esiste un diffusissimo modo di pensare che pervade trasversalmente parte della nostra cultura. Nella psicologia, nell'economia, e nella letteratura è presente la convinzione che l'individuo si debba autodeterminare, svincolandosi dalle relazioni e dai legami, visti come costrizioni e ostacoli per la libertà. Nel suo libro, Nicola Ghezzani ricorda come lo stesso Freud indichi per l'uomo una natura essenzialmente egoista. Per l'inventore della psicoanalisi, infatti, l'amore sarebbe possibile solo grazie al soddisfacimento delle pulsioni sessuali dell'individuo. L'individuo costruirebbe una relazione al fine di garantirsi una soddisfazione sessuale continua e costante nel tempo! Questo modo di intendere la natura umana è profondamente sbagliato. Se crediamo in una simile natura umana non stupisce che molti uomini e donne siano così disorientati, in difficoltà nelle relazioni e in conflitto con gli altri. Durante i miei studi è stato particolarmente interessante scoprire come anche le migliori neuroscienze italiane siano in linea con le idee proposte da Nicola Ghezzani. Dalle parole di Vittorio Gallese "negli Stati Uniti oggi, a esempio, vi è una fortissima pressione da parte del pensiero conservatore a fare passare lʼidea che lʼuomo è naturalmente individualista. Condurre una battaglia politica per contrastare questa idea significa, oggi, utilizzare anche i dati messi a disposizione dalle neuroscienze cognitive. Le neuroscienze dimostrano che la dimensione pre-individuale, come la definisce Virno, o noi-centrica, come la definisco io, precede e sostiene la costruzione dellʼindividualità personale. Impariamo a divenire quello che siamo solo ed esclusivamente attraverso la costante interazione sociale con gli altri." E ancora: "La nostra identificazione sociale con gli altri è una caratteristica costitutiva di ciò che significa essere umani."

Scrivi una recensione