Pazzi, pupe e pillole (DVD)

The Disorderly Orderly

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Disorderly Orderly
Regia: Frank Tashlin
Paese: Stati Uniti
Anno: 1964
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 12,64 €)

Jerome Littlefield è il ragazzo tutto fare di una clinica di lusso. Sotto gli occhi sbalorditi dello psichiatra, della capo-infermiera, del divo nevrotico e del direttore della clinica, Jerome, nel suo darsi da fare molto maldestro dà fuoco al letto di un paziente, semina migliaia di pillole per i corridoi dell'ospedale, guida autoambulanze con il più grande disprezzo delle norme stradali. Sarà proprio lo scombinato Jerome, però, a riportare il sorriso sulle labbra di una stella del cinema, aspirante suicida, ed a far breccia nel suo animo.
  • Produzione: A & R Productions, 2017
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital Professional 2.0);Inglese (Dolby Digital Professional 2.0);Francese (Dolby Digital Professional 2.0);Spagnolo (Dolby Digital Professional 2.0);Tedesco (Dolby Digital Professional 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,77:1 16:9
  • Area0
  • Everett Sloane Cover

    Attore statunitense. Dopo una decennale carriera di attore radiofonico e teatrale, lavora a teatro con O.Welles, che lo dirige poi in Quarto potere (1941) e La signora di Shanghai (1948), e insieme al quale recita in Terrore sul Mar Nero (1942) di N. Foster. Mette in mostra la sua classe da caratterista in numerosi film tra i quali spiccano Uomini (1950) di F. Zinnemann, Lassù qualcuno mi ama (1956) di R. Wise e I giganti uccidono (1956) di F. Cook. Alla fine della carriera recita con J. Lewis e la sua ultima apparizione è in Pazzi, pupe e pillole (1964) di F. Tashlin. Approfondisci
  • Jerry Lewis Cover

    "Nome d'arte di Joseph Levitch, attore e regista statunitense. L'inizio della sua lunga e fortunata carriera è legato a D. Martin, con il quale lavora per un decennio a partire dal 1946. Insieme debuttano nella commedia La mia amica Irma (1949) di G. Marshall, e poi nel suo sequel, raggiungendo presto il successo grazie alla capacità di ipnotizzare il pubblico con il loro stile pazzo e personalissimo. In un crescendo di continui successi, tra cui sono da ricordare almeno Occhio alla palla (1953) e Il nipote picchiatello (1955) di N. Taurog, e Artisti e modelle (1955) di F. Tashlin, i due finiscono per rimanere intrappolati in storie troppo convenzionali e ripetitive e nel 1956 decidono di sciogliersi, ma L. dimostra a sé stesso e agli altri di essere in grado di proseguire da solo con Il delinquente... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali