La pedagogia sociale. Che cos'è, di che cosa si occupa, quali strumenti impiega

Franco Blezza

Editore: Liguori
Edizione: 2
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 gennaio 2010
Pagine: 152 p., Brossura
  • EAN: 9788820738136
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,14

€ 16,99

Risparmi € 0,85 (5%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

La Pedagogia Sociale costituisce un trattato comprensivo su una branca emergente degli studi pedagogici, d'interesse crescente presso gli studiosi e i professionisti di cultura pedagogica, come presso categorie sempre più ampie e differenziate di professionisti intellettuali operanti nel sociale, nella sanità, nei servizi, nelle libere professioni. Dopo una disamina sintetica sui fondamenti, la storia, la metodologia, la consistenza dottrinale, se ne espongono le numerose sedi d'esercizio ed i vari problemi esemplari, e si offre un ricco repertorio di strumenti concettuali ed operativi, tecniche e procedure, di ampia applicabilità.

I – La pedagogia sociale: una branca del sapere pedagogico di autonomia recente
La pedagogia come un “prendersi cura” dell’educazione - La dimensione sociale della Pedagogia Generale: un aspetto centrale dell’educazione fin dall’antichità - Alle origini della branca e della locuzione “Pedagogia Sociale” - La Pedagogia Sociale in Italia negli ultimi decenni - La ripresa in Italia negli anni Sessanta - La trattatistica negli ultimissimi anni - La possibilità di un approccio generale alla Pedagogia Sociale, secondo due impostazioni differenti - L’importanza del riferimento al Pragmatismo-Strumentalismo - Lo Strumentalismo come Pragmatismo pedagogico e il suo ruolo storico I tre piani sperimentali e l’Educazione Progressiva - L’importanza dell’approccio personalista - “Persona” ed “individuo” in Pedagogia - L’origine e gli sviluppi del termine “persona” - “Persona” è termine tecnico - Un terzo fattore di approccio generale alla Pedagogia Sociale: l’estendersi dell’educazione istituzionalizzata - La possibilità di un approccio specifico rigoroso alla Pedagogia Sociale - Le distinzioni tra saperi… - …e le distinzioni tra branche di un sapere - La Pedagogia Sociale: verso le specificità - Una demarcazione di campo - L ‘inapplicabilità del termine “extra-scuola” e derivati… - …e la successione ad esso
II – Le sedi d’esercizio e i problemi esemplari della peda gogi sociale
Presentazione: le “sedi d’esercizio” come luoghi concettuali La contestualizzazione storica: la fine di un Evo, dal punto di vista dell’educazione… - …e le teorie della transizione storica occorsa - Individualizzazione e personalizzazione - Un cenno alla Didattica - La coppia - La famiglia - Esistono, ed esisteranno ancora, famiglie neo-nucleari? - La formazione - Il territorio - Una sede d’esercizio, e un concetto, da definire - Il territorio, e i “servizi” in esso - La “Progettazione Educativa Territoriale” - L’avvio di qualsiasi intervento educativo a livello territoriale - La società - Un approccio alla “sede d’esercizio” più ampia - Stati sovrannazionali e stati nazionali - “Gemeinschaft” e “Gesellschaft” - L’evoluzione nel secolo XX - L’oggi, il problema delle regole, la “Open Society” - La democrazia liberale odierna come metodo
III - Gli strumenti concettuali ed operativi le tecniche e le procedure, per la pedagogia sociale e il relativo esercizio professionale
Premessa: che cosa significhi “applicativo”, il piano di mezzo come piano d’esercizio delle professioni di cultura pedagogica - Il superamento del dualismo filosofico Teoria-Prassi - I tre piani del “fare pedagogia”… - …e l’esercizio professionale sul piano di mezzo - La negazione delle professionalità di cultura pedagogica e sociale - Il carattere composito della metodologia pedagogica, e la sua specificità - La relazione d’aiuto e la mediazione pedagogica - Il dialogo - La negoziazione - La clinica, come concettualità e come metodologia - Il colloquio clinico - L’interlocuzione pedagogica - Generalità - Condizioni di praticabilità - Il ricorso alla “Einfühlung” e il reindirizzamento - Il digitale e le sue applicazioni pedagogico-sociali - Che cosa significa “digitale”? - Il digitale, la formazione e la Pedagogia Sociale: non solo strumenti - Il cambiamento di prospettiva - La FaD: la nuova formazione “a distanza” - Alcune caratteristiche peculiari della formazione e della didattica digitalizzate - Caratteristiche della formazione e della didattica che trovano uno sviluppo particolare nella digitalizzazione - Il problema - L’esercizio normato della creatività, la consapevolezza che le regole sono necessarie - La coerenza “interna” - La coerenza “esterna” - La storicità, e non lo Storicismo - La critica - Polemiche filosofiche tra la Scuola di Francoforte e il Razionalismo Critico - La Logica, il modus tollens e il Feedback “asimmetrico” - La critica, e l’educazione come funzione sociale
Dall’autore ai professionisti in esercizio: un discorso aperto
Indice dei nomi