Per una biblioteca indispensabile. Cinquantadue classici della letteratura italiana

Nicola Gardini

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 26 aprile 2011
Pagine: 329 p., Brossura
  • EAN: 9788806206352
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Che cos'è la letteratura italiana? E perché certi libri sono così importanti? Perché leggere ancora il "Decameron", "Il principe" o "Il giardino dei Finzi-Contini"? Attraverso una selezione dei classici della scuola, esattamente 52, tanti quante le settimane dell'anno, "Per una biblioteca indispensabile" vuole rispondere a queste domande, costruendo un campionario di scritture, immagini di mondo e temi culturali che segnano svolte e traguardi decisivi nella storia della civiltà non solo italiana. Con il suo formato anticonvenzionale, che presenta i libri selezionati in ordine alfabetico e non cronologico, una varietà di approcci critici e uno stile limpido quanto appassionato, questo libro evita formule ed etichette accademiche mettendo in evidenza, attraverso la lettura ravvicinata, l'originalità rivoluzionaria dei singoli libri. Di pagina in pagina scaturiscono suggestioni, riflessioni, "incontri" rivelatori; nuove prospettive si aprono all'interpretazione; dettagli apparentemente marginali si dimostrano essenziali e ricchi di senso. Ne risulta un'immagine inedita di letteratura italiana: la letteratura di una nazione che, attraverso l'esercizio delle parole, ha sviluppato il pensiero e l'impegno civile, meditando sull'essenza degli individui e della società, convinta che libri e biblioteche siano un baluardo sicuro contro il dilagare dell'ingiustizia e dell'egoismo e una delle vie principali al raggiungimento della felicità.

€ 17,85

€ 21,00

Risparmi € 3,15 (15%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Isabella

    17/09/2018 18:08:50

    In genere io mi fido poco di coloro che sanno tutto e lo mettono in mostra. Questo libro non fa eccezione. L'idea di base è originale (ma l'originalità è un valore?): parlare in maniera divulgativa delle opere letterarie italiane in ordine alfabetico. Un criterio come un altro, che si contrappone allo storicismo che impone un criterio cronologico. Io preferisco leggere le opere originali, ma chi preferisce un riassunto questo libro può rivelarsi utile, anche se - a mio avviso - un po' troppo pesante.

  • User Icon

    Francesco

    15/09/2011 17:27:23

    Mai come nei periodi di grande incertezza e smarrimento, l'individuo ha necessità di scoprire chi è e quali siano le proprie radici. Spesso la scuola lascia queste risposte alla curiosità del singolo studente o alla buona volontà di qualche insegnante che crede ancora alla propria professione(oramai presenze rare). Consiglio la lettura a chi vuole scoprire la bellezza della nostra letteratura fuggendo dal nozionismo scolastico e dai vincoli dell'ordine cronologico degli autori.

Scrivi una recensione