Per fortuna c'erano i pinoli - Margherita De Bac - copertina

Per fortuna c'erano i pinoli

Margherita De Bac

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Newton Compton
Collana: 3.0
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 16 gennaio 2014
Pagine: 254 p., Rilegato
  • EAN: 9788854158337
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,48

€ 12,00

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Domitilla ha ventiquattro anni e una bellezza malinconica e sfuggente. Vive a Roma con la sua famiglia, ha pochi amici e frequenta raramente i giovani della sua età. Ma un giorno conosce Lucia, brillante avvocato quarantenne, e così proprio perché potrebbe essere sua madre, Domitilla, che sembra aver perso la speranza di provare gioia o felicità si apre a quella donna dai modi gentili e accoglienti. Malgrado la differenza d'età, tra le due nasce una curiosità reciproca. Cominciano a parlare e a confidarsi proprio come due vecchie amiche. Domitilla è riservata ma bisognosa di affetto e in Lucia trova comprensione e premure materne. Piano piano le fa capire di avere una storia dolorosa nascosta dentro di sé. Le manca il coraggio di raccontargliela però, e così le consegna un vecchio diario. Lucia legge pagina dopo pagina il racconto dello strazio, della incapacità di uscire dal tunnel dell'anoressia della sua giovane amica e ne rimane turbata. Si è affezionata a Domitilla come fosse sua figlia e si sente ancora più coinvolta nella sua vita. Così cerca di saperne di più sulla sua famiglia e sulla misteriosa Villa Rosa affacciata sul lago di Locarno.
3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    faffa

    24/06/2015 08:56:15

    "Per fortuna c'erano i pinoli" è un romanzo scorrevole e che con delicatezza affronta un tema terribile quale quello dell'anoressia. Domitilla è ormai una giovane donna con un passato pesante che cerca di nascondere, ma nasconderlo non la può aiutare ad affrontare la vita con serenità e con amore verso se stessa e verso un fidanzato. Lucia è una donna in carriera, madre ed avvocato matrimonialista. Domitilla e Lucia hanno in comune un luogo: la palestra. Lì si conoscono, con un "perché bevi quell'acqua minerale?" inizia la loro amicizia dalla quale Domitilla ne esce rafforzata perché ha incontrato chi veramente, grazie ad un'innata sensibilità e all'esperienza della vita, è in grado di immergersi nel suo diario (straziante, ma in cui emerge la voglia di superare la malattia). Sullo sfondo il racconto che le due donne fanno delle rispettive famiglie, alla scoperta di se stesse e per guardare avanti secondo il proprio io. Solo fondendo passato e presente e accettandosi finalmente Domitilla saprà guardare con occhi diversi il giovane collega di Lucia.

  • User Icon

    Monica

    22/06/2014 21:39:05

    Tratta un argomento delicato con sensibilità e da un punto di vista diverso da altri libri sul tema. Ben scritto e scorrevole

| Vedi di più >
Note legali