Categorie

Carmelo Sardo

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2016
Pagine: 363 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804661665

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    carlotta dessi'

    07/08/2016 19.13.10

    Ci sono dei libri che da quanto sono intriganti e belli, li porti sempre con te, ovunque. Ogni minuto libero è una buona occasione per proseguire la lettura. E leggere, leggere il più possibile per scoprire tutte le sfaccettature, le verità di alcune situazioni ma anche le particolarità e le bellezze di determinati luoghi. E poi immergersi nell'amore... quel sentimento che rende tutto più magico e che in un bel libro non può mai mancare. Ecco, Per una madre, è tutto questo. Un libro che una volta terminato ti manca ma che, prima o poi, verrà riaperto.

  • User Icon

    Giusi Bonomo

    03/08/2016 09.29.23

    Un libro funziona come un campo magnetico, basti poggiarlo su un tavolo e infinite connessioni si aprono e il suo frutto sarà mille volte più grande. Accade con questa terza opera letteraria di Carmelo Sardo, un viaggio al centro di questa terra e delle passioni umane. Per una madre è l'esaltazione di quella luce tutta siciliana che non dà tregua o nessuna possibilità di fuga.Una luce come un lutto, un destino che sembra quasi entrare o serpeggiare facendosi beffa dell'essere umano.L'immagine di copertina è simbolica, da questo punto di vista: un vento che sposta la tenda, come un destino che si compie. Quel vento è la tramontana "Vento di tramontana", che sa di mare e di risacche, di sale e di quella "mattanza" che accade nell'Isola, nel suo carcere e nella vita di ogni uomo. L'indagine sarebbe lunghissima su quest'opera, a tratti interminabile, per una storia che fiorisce ad ogni istante.Per una madre è tante cose: un libro sul destino, sulle memorie dal sottosuolo degli esseri umani; un viaggio sensoriale. Una storia come un incontro tumultuoso e amoroso tra fuoco e acqua in una terra unica al mondo che tutto contiene come la scrittura del suo autore.Carmelo Sardo inaugura un nuovo modo di scrivere: diretto, abile, va all'osso della parola inserendola in una trama tumultuosa forgiata di sentimenti, sensazioni, odori e movimento. Un moderno Dostoevskij, un Proust del qui e ora. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Fernando Orsini

    12/06/2016 11.28.26

    Se dovesse capitarvi fra le mani questo romanzo, fate attenzione se avete altro da fare, perché rischiereste di non farlo sino a quando non sarete giunti all'ultima pagina. Ormai Carmelo Sardo - che come primo mestiere fa il giornalista, ma ormai v'è da dubitare che sia quella effettivamente la sua principale professione - giunto al suo terzo romanzo, è una realtà consolidata nella narrativa italiana e se il suo "Malerba" dell'anno scorso, vincitore del "Premio Sciascia", registrò qualche disappunto in alcuni membri di quella giuria, "Per una madre" non corre sotto questo aspetto assolutamente alcun rischio. Si è di fronte ad un romanzo ma è come vedere un film, un thriller, un giallo, un romanzo d'amore, di amicizia, di forti passioni, di fatalità, di destini, di vite che si spezzano e vite che rinascono, un eterno alternarsi dei sentimenti, nell'infinito conflitto che la morte ingaggia con la vita. L'estate lo si aspetta anche per le buone letture. "Per una madre", scritto mirabilmente, lo è di sicuro.

Scrivi una recensione