Categorie

Immanuel Kant

Traduttore: R. Bordiga
Editore: Feltrinelli
Edizione: 20
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 169 p. , Brossura
  • EAN: 9788807900327

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefano Vaglio Laurin

    21/02/2014 16.08.15

    "Per la pace perpetua": titolato cosi'pare essere lo slogan di chi dal palco voglia preventivamente accattivarsi il favore del lettore.Invece il libro e' una appassionata incursione filosofica nell'universo del diritto e nella politica.Nel testo l'autore predilige l'approfondimento delle relazioni tra Stati, ipotizzando uno scenario di concordia planetaria in cui ogni Nazione mantenga la propria identita' ma si trovi in armonia con altri Paesi nell'accettazione di diritti e doveri comuni. Cio' sarebbe il presupposto per configurare uno status di pace permanente. Una federazione (inter)nazionale forse utopica ma che secoli dopo, messa a confronto con mondialismo e globalizzazione - gestite privatamente da lobbies di bankers e finanzieri- risulta essere un'opzione su cui discutere. Intendo dire che Kant scrive nel 1795 ma e' drammaticamente attuale nel XXI secolo. Da filosofo non offre soluzioni, ma visioni prospettiche differenti da quelle praticate allora. Avrei preferito un maggior approfondimento delle problematiche conseguenti all'attuazione delle sue intuizioni, anche se ne fa cenno. Ad esempio affondare con piu' profondita'la lama nel dubbio che fra le tante Nazioni federate, una o piu' possa prevaricare le altre partecipanti oppure che -partendo dalla condivisione di diritti e doveri- si giunga per deriva a porre in discussione specificita' etniche, sociali e culturali che costituiscono altresi' il patrimonio di una nazione. Ma siccome la filosofia ha il compito di mettere in discussione il mondo e non di risolvere tecnicamente questioni sociologiche o diritto internazionale,ammetto che Kant assolve il suo compito egregiamente.Ci serve sul piatto d'argento i presupposti su cui elaborare nuovi progetti resistenti all'usura del tempo:che ci assicurino la pace perpetua,non la tregua. Ambizioso Immanuel.

Scrivi una recensione